Fabio Guadagnini: ''Fox Sports punta ad ampliare il pubblico del baseball''

News inserita da:

Fonte: FIBS

S
Sky Italia
  venerdì, 21 marzo 2014
 16:07

Fabio Guadagnini: ''Fox Sports punta ad ampliare il pubblico del baseball''Alle 9 di sabato 22 marzo inizia la stagione del baseball di Major League su Fox Sports 2 HD. Va infatti in onda in diretta da Sydney (Australia) la partita che apre il campionato tra Los Angeles Dodgers e Arizona Diamondbacks. Si tratta del primo appuntamento di una programmazione che si annuncia ricchissima: almeno 4 dirette a settimana e la grande novità di un Magazine tutto per il baseball.

Parliamo di questo con Fabio Guadagnini, il direttore di Fox Sports 2. Classe 1964, Guadagnini è laureato in Lingue e giornalista professionista dal 1993. Il suo esordio in TV data 1991, nella redazione dell'allora Telepiù e con la conduzione della rubrica Obiettivo sci. Caporedattore dal 1997, approda nel 1999 a Stream come Caporedattore centrale. Nel 2003 diventa Vice Direttore di SKY. Nel 2008 partecipa allo start up di Sky Sport 24 e nel 2012 e 2013 si occupa del progetto Motor Sports.

Come è successo che sei approdato a FOX?
"Quando FOX ha espresso l'intenzione di lanciare canali di sport e mi è stato prospettato di far parte del progetto, ho accettato con entusiasmo. Sono da sempre appassionato di sport americani e non ho potuto non accettare. Naturalmente ho considerato che aggiungere una testata così prestigiosa al mio curriculum fosse importante, ma mi ha convinto anche la sfida di poter dimostrare che gli sport americani non sono solo discipline per discepoli e di poter allargare a un pubblico diverso".

A Guadagnini chiediamo di presentare la squadra
"Le voci principali saranno i giornalisti di SKY Pietro Colnago, Danilo Freri e Pietro Nicolodi. Di colore e dettagli tecnici si occuperanno invece Faso e Sal Varriale".

Faso (al secolo Nicola Fasani, bassista del gruppo pop Elio e le Storie Tese, meglio conosciuto come Faso Radio Dee Jay, doppiatore e tecnico e dirigente di baseball) sarà al centro di una grossa novità
"A partire dal 31 marzo, il lunedì alle 22 andrà in onda un programma dal titolo Prima base e che vedrà proprio Faso come protagonista. Il programma conterrà gli highlights delle partite, ma vogliamo anche parlare di curiosità, provare a spiegare qualche regola,scavare nella Storia, cogliere i legami con il cinema...Il baseball è uno sport che ha tanta tradizione e noi vogliamo proporlo a tutti, non solo agli appassionati storici".

Anche a chi crede che sia difficile?

"Al di là del progetto editoriale puro, abbiamo in mente una campagna di comunicazione e divulgazione, che coinvolgerà anche internet e i social network. Credo che ci sia la potenzialità di fare anche una certa opera di proselitismo".

Temete il responso dei dati Auditel?
"Su numeri relativamente bassi, quello di Auditel non è un dato da prendere in assoluto, perchè potrebbe mancare di precisione. Certo, ci può servire per avere un'idea del trend. Il primo scopo di un canale come il nostro è però quello di avere abbonati felici. Chi compra il bouquet di SKY paga per vedere quel che gli piace e le nicchie, anche se il termine non è bellissimo, possono essere per noi un asset importante".

Questo gradimento come lo verificherete?
"Basandoci sui feed back che riceveremo dai nostri call center, ma anche dai social network. Sono dati che vanno ovviamente interpretati e filtrati. Ci devono dire se stiamo seguendo la strada giusta".

Le trasmissioni saranno ad alta definizione
"Noi cerchiamo l'estensività del prodotto: certamente l'HD, ma anche un commento professionale e competente, che sia di supporto adeguato alla bellezza delle immagini".

Lo sapete che il pubblico del baseball rappresenta una nicchia parecchio esigente?
"Per una pay tv, è normale avere a che fare con un pubblico esigente ed è altrettanto normale fare di tutto per vederlo soddisfatto. Come ho detto, noi vorremmo aiutare il baseball ad avere più gente che lo segue. Recentemente, ho incontrato Faso sul campo del suo Ares e ho visto squadre di bambini giocare. Mi sono convinto del fatto che se si riesce a fare arrivare un bambino sul campo a provare, poi il colpo di fulmine scocca per forza. Sarebbe una gran soddisfazione, convincere con le nostre trasmissioni i bambini a provare il baseball".

Palinsesti TV