Tribunale Roma sanziona Mediaset per il credito residuo Premium

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original)

D
Digitale Terrestre
  giovedì, 29 maggio 2008
 00:00
Proprio nel giorno in cui Mediaset Premium annuncia le sue novità per la prossima stagione, una nuova gatta da pelare si intravede all'orizzonte. Stiamo parlando della querelle, ancora irrisolta, legata al problema del credito residuo e gli adeguamenti al decreto Bersani.
 
Come ricorda Adiconsum, l'unica azienda che deve ancora mettere in atto la restituzione del credito inutilizzato per le tessere in scadenza è proprio Mediaset. Ed una sentenza del Tribunale di Roma adesso potrebbe accelerare queste modifiche.
 
Di seguito il comunicato stampa di Adiconsum in merito:

I possessori delle tessere Mediaset Premium hanno diritto, per le carte prepagate in scadenza, alla restituzione del credito residuo in esse contenuto.
 
Questo è quanto ha disposto il giudice del Tribunale di Roma, dott.ssa Marina Meloni, a seguito dell’azione inibitoria intentata da Adiconsum (sostenuta anche da UNC e Codacons) nei confronti di RTI Mediaset, confermando la delibera dell’Antitrust.
 
L’Ordinanza costituisce un importante precedente giurisprudenziale in tema di tutela del consumatore e di corretta interpretazione ed applicazione della L. 40/07 (Bersani).
 
Il Tribunale ha ordinato a RTI Mediaset:
  • di avvisare a proprie spese i rispettivi titolari di tutte le tessere del servizio Mediaset Premium con scadenza 30 giugno 2007, 30 giugno 2008 e 30 giugno 2009;
     
  • dell’esistenza del diritto alla restituzione del credito residuo. Questo diritto vale sia per le tessere con recesso anticipato che per quelle in scadenza;
     

  • del trasferimento gratuito del credito residuo su altra tessera senza costi aggiuntivi ingiustificati.
Tali informazioni devono esser fornite tramite il sito internet della società, nonché sui canali digitali e televisivi appartenenti al gruppo RTI.
 
Infine una penale: 516 euro da pagare allo Stato per ogni giorno di ritardo nell’adempimento degli obblighi previsti dall’Ordinanza.
 
Come si ricorderà, in merito alle tessere prepagate a seguito del decreto Bersani, tutte le società telefoniche e televisive coinvolte avevano proceduto correttamente all’applicazione della legge anche per le tessere in corso all’atto del decreto.
 
Solo Mediaset si era rifiutata di adempiere questo vincolo, nonostante i solleciti di Adiconsum e di una lettera dell’AGCOM che al mese di ottobre dello scorso anno richiamava Mediaset all’adempimento della norma entro 30 giorni.
 
L’aspetto incredibile di questa vicenda è il comportamento dell’AGCOM che, a distanza di un anno dalla prima delibera sull’applicazione del decreto Bersani e alla lettera inviata a Mediaset sull’adempimento, modificava completamente la propria interpretazione in una recente delibera nella quale precisava che il decreto Bersani doveva intendersi “solo per le carte prepagate attivate dopo il decreto e non per quelle attivate prima” in netto contrasto sia con il decreto Bersani sia con la delibera dell’Antitrust.
 
Adiconsum auspica che con questa ordinanza Mediaset corrisponda agli oltre 2.000.000 di consumatori interessati il credito residuo (anche fino a 20 euro per tessera).
 
In assenza di ciò i consumatori si vedranno costretti a ricorrere all’azione collettiva
.

Palinsesti TV