Il Venerdžtoriale - Esplode il caso Dahlia tra problemi urgenti e scenari futuri

Il Venerdžtoriale - Esplode il caso Dahlia tra problemi urgenti e scenari futuri

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original)

D
Digitale Terrestre
  venerd√¨, 14 gennaio 2011
 00:00
Il nuovo anno si apre con la crisi di Dahlia Tv e la sua messa in liquidazione: riuscir√ɬ† il ministro Romani a salvare la pay tv della famiglia Wallenberg? Che ne sar√ɬ† dei lavoratori e degli abbonati? Chi rilever√ɬ†, in caso di chiusura, i diritti del calcio? Tante domande e poche risposte, ma proviamo a riflettere sul caso nel primo VENERD√ɬĆTORIALE del 2011 su Digital-Sat.
√ā¬†
Era il 7 Marzo 2009. In quella data fece la sua comparsa sui teleschermi italiani il logo di Dahlia Tv, erede di La7 Cartapi√ɬĻ fino ad allora operante insieme a Mediaset Premium sul mercato digitale terrestre a pagamento. A distanza di quasi due anni, questi tre player giocano tutti un ruolo importante nella controversia che vede la crisi di Dahlia.
√ā¬†
Le premesse le conosciamo gi√ɬ†: la mancata decisione di deliberare un aumento di capitale ha di fatto condannato la terza pay tv italiana ad una decisa battuta d√ʬĬôarresto, con anche lo spettro della chiusura definitiva. Nulla dovrebbe cambiare √ʬĬď come palinsesti e messa in onda √ʬĬď almeno sino alla fine del mese, ma il destino appare ancora incerto e nebuloso.
√ā¬†
Tra i tanti giornali che hanno analizzato la vicenda, i riflettori erano tutti per Telecom: vuoi perch√ɬ© √ɬ® una grande azienda italiana, vuoi perch√ɬ© in un solo giorno in Borsa ha perso quasi il 12% con il titolo TiMedia. Il vicepresidente Giovanni Stella (fono a destra) ha rassicurato gli investitori che l√ʬĬôeventuale assenza di Dahlia come affittuario di banda non si far√ɬ† sentire in modo pesante e che ha gi√ɬ† pronto almeno un nuovo cliente (si dice HSE 24) per rimpiazzarlo. Ma dopo lo scotto legato anche alla dipartita dei canali Sportitalia, il mercato appare diffidente.
√ā¬†
Come finir√ɬ† la questione √ɬ® troppo presto per dirlo, anche perch√ɬ© di mezzo ci sono anche i diritti del calcio, per di pi√ɬĻ a campionati in corso. Questo complica a dir poco le cose (non a caso la Lega Calcio si riunir√ɬ† venerd√ɬ¨ prossimo per discutere anche di Dahlia) e fa entrare nella partita anche Mediaset. Dopo il √ʬĬúci penseremo√Ę¬Ä¬Ě di Confalonieri, travisato dai pi√ɬĻ, √ɬ® scoppiata una ridda di ipotesi sul ruolo che potr√ɬ† giocare l√ʬĬôazienda di Cologno: erediter√ɬ† sottopagandoli i diritti di Dahlia oppure gli far√ɬ† solo da service tecnico oppure ancora comprer√ɬ† l√ʬĬôintero asset? Quest√ʬĬôultima ipotesi sembra pura fantascienza, anche per via dei sicuri problemi con l√ʬĬôAntitrust, ma anche la prima ipotesi potrebbe far esplodere le ire di Sky che ha pagato fior fior di milioni di euro per il pacchetto completo della A e della B.
√ā¬†
Tra gli arrabbiati potrebbero contarsi anche gli abbonati: le associazioni dei consumatori hanno gi√ɬ† annunciato la loro vigilanza per far s√ɬ¨ che tutto sia fatto secondo la legge e preparano un√ʬĬôeventuale class action per ottenere degli indennizzi. Anche i lavoratori, diretti e indiretti, cercano rassicurazioni e conferme, ma l√ɬ¨ molto conteranno le decisioni strategiche del liquidatore e non di poco conto sar√ɬ† il ruolo del ministro Romani, che ha assicurato imparzialit√ɬ† per la tutela del pluralismo. E non possiamo che augurarci anche noi che sia di parola.
√ā¬†
Oltre queste vicende urgenti, rimane da riflettere sugli scenari futuri: potremo stasera senza il terzo polo televisivo a pagamento? Noi forse sì, ma di sicuro non può permetterselo il mercato, specie quello digitale terrestre che, senza Dahlia, si uniformerebbe al satellite dove impera il monopolio di Sky. Mediaset infatti grazie alla presenza del competitor svedese ha beneficiato di un netto risparmio dei diritti, a cominciare da quelli del calcio, e ha interesse anche lei a salvaguardare la presenza di Dahlia in Italia.
√ā¬†
Ma chi potrebbe rilevare Dahlia una volta che i Wallenberg saranno usciti definitivamente di scena? I nomi sono sostanzialmente due: Telecom e Sky. L√ʬĬôazienda guidata da Bernab√ɬ® tornerebbe cos√ɬ¨ sul mercato dopo l√ʬĬôesperienza di Cartapi√ɬĻ ma non sembra ci sia lo stesso entusiasmo dell√ʬĬôepoca. Alcune ipotesi prevedono che l√ʬĬôacquisizione di quest√ʬĬôasset possa ingolosire eventuali acquirenti per l√ʬĬôintera TI Media, a cominciare da Sky che pi√ɬĻ volte √ɬ® stata accostata a La7 e al suo editore.

Ecco dunque che anche Murdoch diventerebbe della partita. Ovviamente dal 2012, una volta caduti tutti gli obblighi Antitrust con Bruxelles. Cos√ɬ¨ facendo Sky disporrebbe di multiplex, canali generalisti e digitali in chiaro e anche a pagamento, per poter competere a tutto tondo con l√ʬĬôeterno rivale.
√ā¬†
Uno scenario inverosimile? Probabilmente s√ɬ¨, almeno oggi. Ma in questo nuovo anno che si preannuncia decisivo per gli assetti del mercato tv (dal beauty contest alla √ʬĬď forse √ʬĬď completa digitalizzazione del paese) la caduta di Dahlia rischia di rendere pi√ɬĻ repentini e sconvolgenti i cambiamenti che sicuramente ci saranno. Aspettiamo e vedremo.
√ā¬†
Giorgio Scorsone
per "Digital-Sat.it"
√ā¬†
Vuoi esprimere il tuo parere sul VENERD√ɬĆTORIALE o segnalare nuovi temi
su cui porre l'attenzione nelle prossime settimane?
√ā¬†
Scrivici a redazione[AT]digital-sat.it
(sostituisci [AT] con @)

Ultimi Video

Palinsesti TV