Caprica, su Sci Fi Universal arriva la nuova frontiera della fantascienza

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

D
Digitale Terrestre
  martedì, 08 febbraio 2011
 00:00
Il migliore dei mondi possibili o meglio, uno dei primi: a febbraio approda in esclusiva Prima TV per l’Italia solo su Sci Fi Universal (Steel – Premium Gallery sul DTT) “Caprica”, serie fantascientifica nata come spin-off della serie cult “Battlestar Galactica”, di cui costituisce un prequel.

Caprica, su Sci Fi Universal arriva la nuova frontiera della fantascienzaCreata da Remi Aubuchon e Ronald D. Moore (quest’ultimo già autore, oltre che di “Battlestar Galactica”, anche di “Star Trek: The Next Generation”, “Star Trek: Deep Space Nine” e “Star Trek: Voyager”), la serie è ambientata nello stesso universo di “Battlestar Galactica”, ma circa 58 anni prima, e racconta gli eventi che portarono alla nascita dei Cyloni, i robot che causarono la distruzione della civiltà umana.

L’appuntamento con i 19 episodi della prima stagione è a partire da martedì 8 febbraio e, a seguire, ogni
martedì alle 21:00 con un doppio episodio.
 
 
CAPRICA 

58 anni prima dei fatti di “Battlestar Galactica” e della distruzione delle colonie da parte dell’esercito robotico dei Cylon, su Caprica (un mondo riconoscibilmente vicino al nostro) due famiglie, gli Adama e i Graystones, vivono agli estremi opposti della società fino a quando una tragedia ne incrocia i destini.

Daniel Graystone (Eric Stoltz – “Mad About You”, “Close to Home”, “Grey's Anatomy”) è un genio dell'ingegneria informatica e capo di una grande società di computer che sta progettando lo sviluppo dell'intelligenza artificiale;  Joseph Adama (Esai Morales – “American Family”, “Vanished”, “Jericho”) è un famoso avvocato di origini Tauroniane - popolazione razzialmente disprezzata su Caprica -.

La vita di entrambi viene sconvolta da un attentato terroristico di stampo religioso in cui muoiono le loro rispettive figlie (
Joseph perde anche la moglie).

Ossessionato dall'idea di riportare in vita sua figlia
Zoe (Alessandra Torresani – “JAG”, “Bones”),
Daniel esplora ancor più a fondo l'idea dell’intelligenza artificiale scoprendo che Zoe, prima di lui, era riuscita a produrre una copia virtuale di sé stessa, una sorta di avatar ma dotato di coscienza propria.

Alla morte di Zoe il suo doppio continua a vivere aprendo così nuove strade per la sperimentazione di Daniel, i cui studi prenderanno pericolose direzioni che Joseph è deciso a contrastare.
 

Caprica, su Sci Fi Universal arriva la nuova frontiera della fantascienza

Ultimi Video

Palinsesti TV