Braccialarghe (Sipra): ''Nel 2008 la raccolta spot salirŗ del 2%''

News inserita da:

Fonte: Il Sole 24 Ore

E
Economia
  domenica, 15 giugno 2008
 00:00

La crisi dei mercati e la stagnazione della raccolta pubblicitaria nel primo semestre dell'anno non spaventano Sipra, la concessionaria della televisione pubblica. Maurizio Braccialarge, genovese, classe 1957, amministratore delegato della societ√ɬ† da luglio 2007, ha le idee chiare: √ā¬ęPuntiamo a una crescita annua del 2 per cento, in linea con l'obiettivo dell'editore√ā¬Ľ.

Sì è chiusa la prima settimana degli Europei di calcio che la Rai trasmette in esclusiva. Quanto valgono per Sipra?
Gli Europei sono una grande opportunit√ɬ† per tutto il mercato pubblicitario e le aziende hanno investito molto. Ad oggi la raccolta, in linea con le nostre attese, supera i 55 milioni di euro, 2 milioni in pi√ɬĻ dell'edizione 2004. Sar√ɬ† per√ɬ≤ determinante il risultato della nostra nazionale.

Ad agosto invece inizieranno le Olimpiadi di Pechino. Quale delle due manifestazioni √ɬ® pi√ɬĻ redditizia?
La Rai seguir√ɬ† tutte le Olimpiadi su tutte le piattaforme: Rai Due sulla tv analogica, Rai Sport Pi√ɬĻ sul satellitare e digitale terrestre, ci sar√ɬ† la radio e il sito internet assicurer√ɬ† sei canali streaming. Abbiamo offerto al mercato una politica commerciale su tutti i mezzi in grado di seguire le singole discipline olimpiche. Ovviamente, per caratteristiche proprie, di stagionalit√ɬ† e di orari, questa manifestazione ha un oggettivo minor impatto rispetto agli Europei di calcio, pur offrendo, ai clienti, un pubblico molto profilato ed interessante.

Le campagne pubblicitarie diventano sempre pi√ɬĻ multimediali e coinvolgono internet, la radio e la stampa. La televisione generalista soffre questa evoluzione?
La multipiattaforma è una realtà, ma la televisione generalista è e rimane il media che per numeri ed incidenza sull'andamento dei consumi registra le migliori revenue. Proprio per questo motivo, in coerenza con il piano industriale ed editoriale della Rai. anche la Sipra si è riorganizzata con strutture di marketing e di vendita legate ai singoli mezzi: tv, radio, web e i canali digitali e satellitari. L'obiettivo è fornire una forte specializzazione con una vera politica plurimediale.

Cosa vi aspettate dai palinsesti Rai per l'autunno che verranno presentati lunedì a Saint Moritz?
Da un gruppo leader negli ascolti come Rai c'è solo da attendersi una nuova stagione di successi che confermino la leadership di rete e di gruppo: credo che l'offerta autunnale abbia tutte le carte in regola. Si confermano generi di alta qualità come le fiction, ma si avviano anche importanti innovazioni di prodotto nel day time di tutte le reti e nel prime time di Rai Uno e Rai Tre. Su Rai Due, invece, continuano i programmi dedicati ai giovani come L'Isola dei famosi, X factor e scalo 76.

Come è andata la battaglia degli ascolti in primavera?
La stagione televisiva si gioca su due distinti periodi √ā¬ędi garanzia√ā¬Ľ: autunno e primavera e la Rai come gruppo e Rai Uno come rete hanno appena vinto la decima stagione consecutiva: dal 2003 cinque autunni e cinque primavere vinte da Rai Un successo legato anche agli ottimi risultati delle miniserie e delle fiction che occupano 8 posizioni su 10 nella classifica dei programmi di intrattenimento pi√ɬĻ visti nella scorsa primavera. Bene anche lo sport, con la Formula 1 in testa, e i programmi di approfondimento.

Il 2008 della Rai è iniziato con un Festival di Sanremo al di sotto delle aspettative. C'è il rischio l'edizione attragga meno investimenti pubblicitari per il 2009?
L'edizione di quest'anno ha registrato audience inferiori alle attese anche perché la concomitante tragedia di Gravina non ha contribuito a creare un clima favorevole alla kermesse canora. Sanremo resta comunque tra i programmi che assicurano grandi ascolti rappresentando occasioni d'investimento per la pubblicità. Sarà così anche il 2009: sono fiducioso, la Rai si sta preparando a un grande festival.

Lo scorso anno si è chiuso con 1,44 miliardi di ricavi. Qual è l'obiettivo per il 2008?
Il primo semestre dell'anno sta facendo registrare un incremento dell'1% sull'analogo periodo del 2007. La prima parte del 2008 ha registrato una certa stagnazione della raccolta pubblicitaria: la campagna elettorale, non prevista, con il conseguente riassetto dei palinsesti Rai, hanno influito sull'andamento della Sipra in un contesto economico complessivo non entusiasmante, con i primi mesi dell'anno a crescita zero e conseguenti segni di stanchezza anche nel mercato pubblicitario. Prevediamo un crescita annua del 2%, in linea con gli obiettivi fissati dall'editore. Molto però dipenderà dal mercato che deve rafforzare la convinzione che la comunicazione pubblicitaria è indispensabile per fare emergere la marca e consolidare le quote di mercato.

Giuliano Balestreri
per "Il Sole 24 Ore"

Ultimi Video

  • Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Sky Upfront 2020, Back to Next | Presentazione Palinsesti Sky 2020-2021

    Enrico Papi al piano per aprire gli UpFront Sky 2020. Quello che non ti aspetti per una nuova stagione che non ti aspetti. Tra conferme e sorprese, qualità e innovazione, con lo sguardo sempre ...
    S
    Sky
      mercoled√¨, 22 luglio 2020
  • Sky Wifi, la visione del futuro

    Sky Wifi, la visione del futuro

    Solo chi ha sempre creduto nell’innovazione e nella creatività è in grado di immaginare il futuro.  E solo chi è in grado di immaginarlo può trasformare quella v...
    S
    Sky
      gioved√¨, 18 giugno 2020
  • ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    ** 5G Tech Talk 2020 (diretta) | #ForumEuropeo #FED2020 **

    La sfida Cina – Stati Uniti, il ruolo dell’Europa, il nuovo ruolo delle città intelligenti e le opportunità nei settori del turismo, della cultura, dei trasporti e dell&rsquo...
    S
    Satellite
      mercoled√¨, 20 maggio 2020

Palinsesti TV