Ti Media, Stella: ''con la cessione dei multiplex cancelleremo il debito''

News inserita da:

Fonte: Reuters / Apcom

E
Economia
  lunedì, 06 aprile 2009
 00:00
La7, emittente televisiva di Telecom Italia Media, ha registrato, nei primi mesi del 2009, una raccolta pubblicitaria leggermente superiore ai limiti garantiti dal concessionario.

Lo ha detto il vicepresidente operativo, Giovanni Stella, ribadendo che la cessione di Timb (Telecom Italia Media Broadcasting) potrebbe portare a una drastica riduzione o alla cancellazione del debito del gruppo, pari a fine anno a 287 milioni. Stella non ha dato però indicazioni sul processo di vendita di Timb, controllata che detiene la rete per la televisione digitale.

«Con la cessione del multiplex (rete digitale) prevediamo una drastica riduzione, anzi una cancellazione del debito», ha spiegato Stella durante l'assemblea degli azionisti. A dicembre 2008 la società ha detto che un fondo di private equity interessato a Timb si era ritirato e che intendeva fare un'asta nella prima parte del 2009.

«Nei primi due mesi del 2009 il concessionario di pubblicità ha raccolto 400.000 euro in più rispetto al minimo garantito e anche per marzo abbiamo segnali positivi», ha detto Stella. Lo scorso autunno Ti Media e Cairo hanno stipulato un nuovo contratto triennale di concessione per la raccolta pubblicitaria in esclusiva su La7 che prevede ricavi pubblicitari lordi minimi di 120 milioni annui, con corrispettivi minimi garantiti per l'editore di 84 milioni annui. «Il contratto firmato - ha detto Stella - toglie La7 e Ti Media dal rischio del calo della pubblicità che è notevole nel 2009».

Parlando sempre de LA7 e del contratto di solidarietà sottoscritto dai giornalisti dell'emittente, Stella ha spiegato che l'operazione «porterà, nei due anni di durata del contratto, risparmi pari a 2,4 milioni annui in termini di costo di lavoro».

Telecom Italia Media ritiene inoltre di poter chiudere un accordo per l’uscita del gruppo dall’agenzia di stampa ApCom entro il mese di maggio. «ApCom ha una situazione problematica, ha realizzato 7,2 milioni di perdite su 10 milioni di fatturato», ha detto Giovanni Stella, durante l’assemblea degli azionisti.«Per ApCom si sta studiando la fuoriuscita dal gruppo con l’ingresso di un gruppo industriale», ha aggiunto. «Spero di poter chiudere l’operazione prima della fine di maggio».

 

Ultimi Video

Palinsesti TV