Focus - RaiWay, risposta a Mediaset può attendere ma la partita non è finita

News inserita da:

Fonte: Ansa / Adnkronos

E
Economia
  sabato, 28 febbraio 2015
 06:00

Focus - RaiWay, risposta a Mediaset può attendere ma la partita non è finitaTranne clamorosi passi indietro, al momento da escludere, procede per la sua strada l'Opa lanciata dalla controllata di Mediaset, Ei Towers, su RaiWay cui comunque la Rai dovrà dare una risposta così come prevede la legge. Argomentando l'eventuale 'no' o anche (in linea teorica) respingendo l'Opa totalitaria e dando nel contempo disponibilità alla cessione di una quota più bassa. Nonostante il 'muro' alzato di fronte al tentativo di scalata alla società di Viale Mazzini che controlla gli impianti di trasmissione, secondo fonti finanziarie interpellate dall'Adnkronos, la partita non è finita. Certo l'esito a prima vista appare scontato.

La maggioranza di RaiWay, secondo quanto stabilito dal decreto del presidente del Consiglio che il 2 settembre scorso ha aperto alla privatizzazione, deve rimanere saldamente in mano pubblica: nel dpcm si dice a chiare lettere e il presidente del Consiglio Matteo Renzi l'ha ribadito spiegando che questo pone termine alle discussioni. Quindi, seppure c'è chi ha fatto notare che un dpcm è una fonte normativa secondaria, come a dire che non ha valore di legge e che può essere modificato, è chiaro che la volontà politica di respingere l'Opa totalitaria è stata chiarita in queste ore al di là di ogni dubbio. Rai e RaiWay avrebbero potuto chiedere al Governo, se convinte della bontà del progetto, di essere 'liberate' dal vincolo indicato dal decreto che peraltro indica «l'opportunità» di mantenere la maggioranza in mano pubblica; ma così non è stato. Tuttavia, come fanno notare le stesse fonti finanziarie, non era una 'mission impossible' cercare di creare un unico soggetto industriale con all'attivo circa 5mila impianti.

E che non sia tale sembra crederlo anche il mercato che ancora oggi vede il titolo RaiWay in salita, al prezzo di 4,07 euro. E mentre Ei Towers nel comunicato con cui annuncia l'Opa rimanda all'Assemblea straordinaria convocata per il 27 marzo (a cui sarà sottoposto l'aumento di capitale), la stessa società auspica che l'Offerta possa concludersi entro l'estate prossima. Prima dell'estate dovrebbero arrivare sul mercato anche le torri di Telecom Italia su cui nessuna valutazione da parte di Ei Towers è stata ancora fatta, ma su cui è facile immaginare si concentrerà l'attenzione del mercato. Come a dire che il risiko delle torri è appena cominciato.

La tabella di marcia di Eitowers prevede che l'opas su Rai Way parta il 13 aprile prossimo. Dopo che i cda di Rai e Rai Way - che hanno di fatto preso atto della proposta non sollecitata arrivata martedì - l'operazione va dunque avanti con al momento due punti fermi fissati nei calendari dell'offerente. In primis, l'assemblea degli azionisti di EiTowers, già convocata per il prossimo 27 marzo, che si esprimerà sull'aumento di capitale fino a 373 milioni da riservare agli azionisti RaiWay che aderiranno all'opas (Mediaset ha già fatto sapere che voterà a favore) e, in secondo luogo, la data indicativa di inizio dell'offerta sul mercato, fissata appunto il 13 aprile.

Entro questo lasso di tempo dovrà, come da prassi, arrivare anche il giudizio del consiglio di amministrazione di RaiWay sull'operazione: al momento, stando alle dichiarazioni del presidente Camillo Rossotto, l'unica riunione prevista è quella del 12 marzo per l'approvazione dei conti ed è probabile che i tempi per il responso del board si allunghino fino ai primi giorni di aprile. Parallelamente, procede l'iter relativo al prospetto informativo su cui sono al lavoro gli advisor di EiTowers e che sarà poi sottoposto a Consob per l'approvazione entro 30 giorni. Il nodo resta la possibilità, e la volontà, di Rai di aderire all'offerta alla luce del decreto del Presidente del consiglio di settembre che stabilisce di non alienare oltre il 49% di RaiWay a tutela del servizio pubblico.

Sulla base di questa norma, non è possibile per EiTowers soddisfare la condizione di raggiungere il 66,67% del capitale sociale, ma - come indicato al momento del lancio dell'opas - «l'offerente potrà rinunciare a una o più delle condizioni di efficacia dell'offerta ovvero modificarle, in tutto o in parte». In attesa degli sviluppi, il mercato non molla la presa sui titoli delle due società potenziali protagoniste dell'M&A: RaiWay ha guadagnato il 3,5% oggi chiudendo a 4,07 euro; EiTowers è salita dell'1,55% a 49,01 euro.

Ultimi Palinsesti