Bollorè sale in Vivendi, ora può guardare a Mediaset. Presto proposta Premium

Bollorè sale in Vivendi, ora può guardare a Mediaset. Presto proposta Premium

News inserita da:

Fonte: Ansa

E
Economia
  martedì, 11 ottobre 2016
 06:00

Bollorè sale in Vivendi, ora può guardare a Mediaset. Presto proposta Premium Arriva dalla Francia la novità che può sbloccare a breve, molto a breve secondo diverse fonti finanziarie, la partita su Mediaset Premium: Vincent Bolloré sta investendo un miliardo e mezzo per salire dal 15 al 20% in Vivendi. Ora quindi può fare la nuova proposta al Biscione per uscire dall'impasse sulla pay tv. Non è ancora chiaro se il finanziere bretone adesso abbia più o meno bisogno di mantenere gli accordi con il Biscione, ma la Borsa ha dato il suo giudizio sull'imponente operazione: Vivendi a Parigi è salita dell'1,8% a 18,4 euro, Telecom (controllata dal gruppo media francese con il 24,7% delle quote) è cresciuta del 2,3%, Mediaset è rimasta in attesa in aumento dello 0,5%.

Con la bomba sganciata dal finanziere bretone non cambiano ovviamente gli equilibri di Borsa, Vivendi capitalizza oltre sette volte Mediaset, ma le posizioni di forza sì. Il 'deal' su Premium era infatti stato bloccato all'interno del Cda di Vivendi quando alcuni azionisti forti si erano accorti del vero risultato che stava ottenendo Bolloré: far acquisire la pay tv del Biscione da sempre in perdita per ottenere un alleato sicuro (la stessa Mediaset che entrava con il 3,5%) nel controllo del gruppo media francese. In maggio Bolloré ha dovuto fare marcia indietro e molto si è rotto con il Biscione, dove non si fidano più del partner e anzi hanno paura che il vero obiettivo sia la conquista di tutta Mediaset.

Con la crescita al 20% del capitale di Vivendi, in un anno e mezzo Bolloré salirà al 29% dei diritti di voto: ora il 3,5% potenziale di Mediaset (che si raddoppierebbe nei diritti di voto) da una parte potrebbe servire al controllo blindato del gruppo media francese oltre il terzo delle quote senza dover fare un'Opa, dall'altra potrebbe non essere più indispensabile se Bolloré ha in corso altre operazioni di crescita. In ogni caso presto Vivendi farà la nuova proposta su Premium a Mediaset e solo ora si spiega perché ha aspettato tanto. Con ogni probabilità punta a salire ben oltre il 3,5% reciproco che si era pattuito, anche oltre al doppio secondo diverse fonti, senza intaccare il controllo di Fininvest. Ma bisogna anche trovare partner per non contabilizzare le perdite di Premium e permettere alla pay tv di fare scelte cruciali ora tutte congelate. Con un problema: che i due promessi sposi (il mondo Bolloré e quello Berlusconi) ora sono pronti alla guerra e che Mediaset come primo passo vuole una cosa sola, il rispetto del contratto di acquisto firmato in aprile dopo mesi di trattative.

Ultimi Video

Palinsesti TV