Piersilvio Berlusconi: «Oggi non ci sono accordi con Sky ma tutto è possibile»

Piersilvio Berlusconi: «Oggi non ci sono accordi con Sky ma tutto è possibile»

News inserita da:

Fonte: Agenzie

E
Economia
  mercoledì, 28 giugno 2017
 14:47

Piersilvio Berlusconi: «Oggi non ci sono accordi con Sky ma tutto è possibile»NON VEDIAMO RISCHIO SCALATA - «Ad oggi non vedo un grande motivo per salire nell'azionariato di Mediaset». Con queste parole, l'ad del gruppo Mediaset Pier Silvio Berlusconi, a margine dell'assemblea dei soci dell'azienda, ha commentato la possibilità di un'eventuale aumento di quota capitale dell'azienda da parte del principale azionista Fininvest. A chi gli chiedeva invece se temesse una possibile scalata all'azienda da parte di Vivendi, Berlusconi ha risposto: «Oggi c'è una legge dello stato italiano e un parere dell'Agcom che dice che devono stare entro il 9,8%, quindi non vediamo questo rischio».

CHIEDIAMO A VIVENDI ESECUZIONE CONTRATTO - «Non andiamo sul risarcimento danni, ma chiediamo l'esecuzione del contratto» su Mediaset Premium siglato con Vivendi. Lo ha detto il vicepresidente e ad di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, a margine dell'assemblea della società, che nei giorni scorsi ha depositato una nuova causa contro il gruppo francese.

CRITICHE AMBER? OGNI STIMOLO E' BENEVENUTO - «Ogni stimolo è benvenuto, anche se non condividiamo alcune critiche. Parleremo con Amber, già lo facciamo e lo faremo sempre di più». Lo ha detto Pier Silvio Berlusconi, ad di Mediaset, al termine dell'assemblea degli azionisti, in risposta alla critiche del fondo Amber, azionista del gruppo televisivo con il 2,5%

NON STIAMO RAGIONANDO CON SKY - «Oggi non ci sono accordi di cui stiamo ragionando» con Sky: Lo ha detto Pier Silvio Berlusconi amministratore delegato di Mediaset ricordando come comunque «tutto è possibile» e che «In passato» Sky e Mediaset si sono scambiati i diritti del calcio con beneficio per entrambe le società. «La stiamo rifocalizzando dal punto di vista Industriale - ha detto Berlusconi su Mediaset Premium - stiamo lavorando per perseguire un margine migliore più che fare abbonati e ricavi. I mesi di interim management hanno avuto un peso molto grosso sull'andamento e sulla campagna abbonamenti. Rispetto a quest'anno i conti saranno in miglioramento».

NESSUNA DECISIONE SUL TG5 - Sulla riorganizzazione del Tg5 con il trasferimento della sede da Roma a Milano non è stata presa una decisione. Lo ha detto l'amministratore delegato di Mediaset Pier Silvio Berlusconi. «Nel nostro piano ci sono ipotesi di efficienza e alcune di queste ipotesi hanno a che fare con ristrutturazioni, stiamo vedendo cosa fare, ma ad oggi non c'è nessuna decisione presa» ha dichiarato rispondendo a una domanda sulle indiscrezioni relative al trasferimento che hanno portato i giornalisti del Tg5 a scioperare nelle scorse settimane. «Se il Papa fa il sindacalista, la Camusso cos'è?» ha aggiunto con una battuta il presidente Confalonieri riferendosi alla solidarietà alla redazione romana espressa qualche settimana fa da Papa Bergoglio

PATTO CON TELECOM POSSIBILE - Una possibile alleanza tra Mediaset e Telecom sui diritti televisivi della serie A è possibile. Lo ha confermato l'amministratore delegato del gruppo di Cologno Monzese, Pier Silvio Berlusconi, che a margine dell'assemblea dei soci del «Biscione» ha dichiarato: «all'ipotesi di un accordo che faccia gli interessi delle due società, con magari i diritti spartiti sulle diverse piattaforme distributive, dico perchè no! Ho letto le dichiarazioni in tal senso di Flavio Cattaneo e condivido in pieno. A oggi però non ci sono dialoghi concreti a riguardo».

PUBBLICITA 6 MESI IN RIALZO - «Pensiamo di chiudere il semestre con segno positivo, un 'più' relativamente piccolo considerando il mercato in calo». Lo ha detto l'amministratore delegato di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, rispondendo a una domanda sull'andamento della raccolta pubblicitaria. «È un mercato difficilissimo da capire, peggiore di quanto ci saremmo aspettati» aggiunge citando un calo complessivo ad aprile del 2,7%.

Ultimi Palinsesti