Con l'uso del second screen il calcio diventa esperienza social

News inserita da:

Fonte: Ansa

M
Mobile Tv
  giovedì, 22 agosto 2013
 21:10

Serie A al via, campioni nuovi e beniamini all'addio. Ma tra i nuovi protagonisti del campionato che parte ci sono anche i social network. La nuova frontiera del calcio viaggia sui dispositivi mobili: cellulari e tablet diventano strumenti di condivisione e partecipazione
da parte dei tifosi.

È di oggi il lancio da parte della Juve di un'arena virtuale per i suoi tifosi nel mondo: segui la partita e condividi esultanze, rabbia, imprecazioni, commenti. Dietro l'iniziativa, la Silicon Valley che parla italiano.

Più che un cervello in fuga, Fabrizio Capobianco - riconosciuto come uno dei più grandi imprenditori italiani all'estero in ambito tech e mobile - si definisce uno che i 'cervellì li fa tornare in patria perchè, dalla Silicon valley, in California, dove si è trasferito 15 anni fa dalla Valtellina, e dove ha il quartier generale delle sue aziende Funambol e ora Tok.tv che realizza app per lo sport (Tok Baseball e Tok football negli States e ora, per l'esordio in Italia, Juventus live),

«il team è tutto made in italy. Esportiamo software italiani nel mondo e non nascondo che grazie alle mie aziende sono tanti quelli che sono tornati in Italia».

Cellulari e tablet diventano strumenti di condivisione e partecipazione da parte dei tifosi, di qui l'intuizione di Capobianco e della sua Tok.tv che dopo essersi radicata negli States con applicazioni per baseball e football ora punta al calcio e all'Italia.

«L'idea della TOK.tv - spiega all'Ansa Capobianco - nasce proprio in funzione della Juventus, squadra della quale sono tifosissimo. Io vivo in Silicon Valley da tanto tempo e mi piaceva l'idea di poter vedere la partita con mio padre e mio fratello che invece sono in Italia e non solo con il mio cane. L'idea era quella di invitare mio padre ed i miei amici sul divano e condividere le emozioni della partita».

Il concetto della Tok.tv è quello di interagire, mentre si guarda la partita in televisione, con amici lontani come se fossero nel salotto di casa. Negli States l'applicazione dedicata al baseball raggiungerà entro la fine della stagione i 100mila utenti, un risultato che inorgoglisce Capobianco che ora vede la sua «creatura» affiancata alla sua squadra del cuore.

«L'applicazione - spiega ancora Capobianco - è un 'second screen' su ipad, Iphone e Ipod touch. Si guarda la partita in tv e attraverso l'applicazione è possibile invitare fino a quattro amici, condividere statistiche, il blog della partita, rumori da stadio, una specie di skype, insomma. E ci si può scattare anche una Social Photo con gli amici, da condividere su Facebook».

«Sono stato contattato dalla Juventus - rivela Capobianco - lo scorso mese di febbraio ll'indomani del Superbowl. Mai avrei immaginato che la prima app per l'Italia l'avrei realizzata per la mia squadra del cuore».

L'evoluzione del calcio viaggia anche attraverso i dispositivi mobili: dalla Itunes list targata Roma - con la possibilità per i tifosi giallorossi di scaricare la musica preferita di Totti e compagni, all'applicazione As Roma Mobile che offre la possibilità a tutti i tifosi giallorossi di accedere più rapidamente alle informazioni dedicate alla Roma e ai suoi giocatori: notizie, tabellini, biografie dei calciatori, a photogallery e video. O come iSSCN, l'applicazione ufficiale della Società Sportiva Calcio Napoli.

Ultimi Video

Palinsesti TV