Ultime risate con David Letterman, 6.028 puntate fa reinventò 'late show'

News inserita da:

Fonte: Ansa

S
Satellite / Estero
  mercoledì, 20 maggio 2015
 23:59

Sipario con i Foo Fighters per David Letterman: con la sua band preferita come ultimo ospite musicale anche per il «Late Show» è arrivata la parola fine. È stato un lungo addio, da quando nell'aprile 2014 Dave aveva annunciato che avrebbe lasciato il programma: per il 68enne 're della commedià che per 33 anni ha fatto sorridere, ridere, talora sghignazzare l'America fino alle lacrime oggi è arrivato davvero il giorno della pensione.

Totale riserbo sugli altri ospiti della puntata numero 6.028 (contando sia quelle in onda tra 1982 e 1993 sulla Nbc sia le altre dal leggendario Ed Sullivan Show per la Cbs): e c'è chi dice che potrebbero addirittura non esserci sull'esempio del mitico Johnny Carson che, quando disse addio a «Tonight» della Nbc, lo fece da solo, con la «spalla» Ed McMahon. Ieri intanto a accomiatarsi sul piccolo schermo da Letterman sono stati Bob Dylan e l'attore Bill Murray: quest'ultimo fu il suo primo ospite nel 1982. Murray è saltato fuori da una gigantesca torta su cui era scritto «Goodbye, Dave». Letterman ha deciso di andarsene al momento giusto, hanno concordato i critici, all'apice della carriera di mattatore di un programma seguito e imitato in tutto il mondo e che per tre decenni è stato una passerella di tutte le personalità più famose della politica, dello spettacolo, della cultura, dello sport: tutti intervistati con quell'inconfondibile stile dissacrante ma mai volgare. Saprà essere all'altezza Stephen Colbert quando in settembre erediterà il programma che, ha detto qualche settimana fa il presidente Obama «ci ha regalato gioia e un sacco di risate».

Le ultime puntate sono state una carrellata di molti degli ospiti più famosi del programma: George Clooney, Tom Hanks, Tina Fey, lo stesso Obama, Julia Roberts: il rapporto con «Pretty Woman», ospite per ben 26 volte, divenne leggendario. L'influenza di Letterman sul genere del «late show» è stata sostanziale. Tanti i «figliocci», come Jimmy Fallon o Jimmy Kimmel. Tanti sketch classici come gli «Stupid Pet Tricks» e la leggendaria lista delle «top 10» diventate istituzioni della cultura pop. Oggi, nel giorno del sipario, è stata la volta degli omaggi all'insegna del rimpianto. O eri per Jay leno o per Letterman, si è detto, come all'epoca per i Beatles o i Rolling Stones.

Da domani entrambi fuori scena. Letterman ha accompagnato la storia di un Paese: è stato il primo a tornare in onda quando, dopo le stragi dell'11 settembre, l'America sembrava aver perso la capacità di sorridere. Momenti lievi si sono accompagnati a ore difficili: la sua operazione al cuore nel 2000, e poi, nel 2009, in uno dei momenti più imbarazzanti nella storia della tv americana, quando fu costretto ad ammettere di aver avuto una relazione con una ragazza dello staff.

Ultimi Palinsesti