Economia dei Media - Allarme per Sky, lo sportivo è errante

News inserita da:

Fonte: Il Corriere della Sera

S
Sky Italia
  martedì, 26 febbraio 2008
 00:00

Sono le passioni che guidano il nuovo telespettatore errante e lo trasformano in «pubblico multi-piattaforma». Il calcio, la voglia d'informazione, la musica: ecco i grimaldelli per trasformare il vecchio «couch potato» in un giocoliere multimediale che si sa muovere fra tecnologie convergenti e offerte.

L'ultima edizione della ricerca Audistar (Audi Satellite Television Audience Research), condotta da GfK Eurisko, prova a svelare l'identità del nuovo telespettatore. Si scopre allora che la passione più antica degli italiani, il calcio, è ancora il volano più efficace per «lanciare» lo spettatore nel futuro delle piattaforme televisive e mediali, in un mix di tradizione culturale e modernità tecnologica.

Quasi 18 milioni di italiani adulti dichiara di essere «molto» (16,2%) o «abbastanza» (19,6%) appassionato al calcio. I «videosportivi» — più uomini che donne, utenti pay della prima ora, • eredi di Stream e Telepiù — sono il target nel quale le dotazioni tecnologiche multi-televisive sono più penetrate. In questa fascia della popolazione la presenza di una o più delle piattaforme televisive digitali è particolarmente elevata: il 63,6% ha almeno una dotazione; il 48,1% possiede la parabola, e il 34,3% è abbonato a Sky.

Superiore alla media nazionale è anche la presenza del digitale terrestre (27,6%) e l'uso delle smart card (15,6%), mentre l'IpTV (Fastweb o Alice) raggiunge il 2,6%. Le vie d'accesso al calcio sono, quindi varie.

Il calciofilo è inoltre uno spettatore molto più «mobile» rispetto alla media: il consumo di televisione abbandona, almeno in parte, le mura domestiche, perché quasi un terzo di questo pubblico guarda le partite anche fuori casa, soprattutto se appartiene a quel 36,4% rimasto ancora «monopiattaforma».

Oltre ai calciofili, gli appassionati di informazione (trenta-cinquantenni con alti livelli di istruzione) e i giovanissimi, forti fruitori di musica (la generazione iPod), guidano la classifica dei pubblici più attrezzati e propensi a costruire costellazioni di consumo multipiattaforma, integrando televisione, Internet e device mobili. In tutti questi casi il pubblico si affranca dalle rigidità dei palinsesti per creare percorsi di consumo personalizzati.

Perché proprio questi pubblici sono quelli più erranti? «Nel nostro studio concluso a gennaio 2008 — spiega Edmondo Lucchi, che ha condotto la ricerca — abbiamo verificato un abbassamento del tempo di visione della Tv satellitare, ma contemporaneamente una crescita degli spettatori con parabola, che stanno toccando i 22 milioni. Siamo andati a verificare quali tipi di pubblico guardavano per meno tempo, rispetto al passato, la Tv satellitare, e siamo giunti a individuare questi tre target».

Ma perché proprio i calciofili, gli amanti dell'informazione e gli adolescenti consumatori di musica? «Perché l'offerta di contenuti appetibili per questi target è cresciuta enormemente, la concorrenza è decisamente più elevata e gli spettatori hanno imparato a muoversi con disinvoltura fra le piattaforme, in parte spostandosi sul digitale terrestre, in parte passando più tempo davanti ai video su Internet». Il digitale terrestre, che raggiunge oggi il 20% della popolazione, è un antagonista sempre più aggressivo. E un allarme suona per Sky guidata da Tom Mockridge, che ha perso il monopolio sul pubblico più disposto a pagare.

Massimo Scaglioni
per "Corriere Economia"
(25/2/08)

Ultimi Video

  • Nuovi Linguaggi dei Media e la Transmedialita Tech Talk (diretta)

    Nuovi Linguaggi dei Media e la Transmedialita Tech Talk (diretta)

     Appuntamento oggi in diretta streaming con i TECH TALK, organizzati da Comunicare Digitale in collaborazione con Digital-News.it. Un percorso di informazione con edizioni anche in lingua inglese...
    T
    Televisione
      martedì, 23 febbraio 2021
  • Nuova TV Digitale DVB-T2, il video del secondo spot

    Nuova TV Digitale DVB-T2, il video del secondo spot

    E’ partito il 21 febbraio, su TV e radio nazionali e locali, il secondo flight della campagna di promozione sul passaggio al nuovo standard televisivo DVB-T2, che sarà effettivo dal 30 gi...
    D
    Digitale Terrestre
      domenica, 21 febbraio 2021
  • La Rivoluzione dei Media Tech Talk (diretta)

    La Rivoluzione dei Media Tech Talk (diretta)

    Continuano gli appunamenti con i TECH TALK, organizzati da Comunicare Digitale in collaborazione con Digital-News.it. Un percorso di informazione con edizioni anche in lingua inglese e spagnola, sui t...
    T
    Televisione
      martedì, 09 febbraio 2021

Palinsesti TV