Nella Terra dei Merli, l'Esercito Italiano in Kosovo nel racconto di Sky Cinema e Sky TG24

Nella Terra dei Merli, l'Esercito Italiano in Kosovo nel racconto di Sky Cinema e Sky TG24

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

S
Sky Italia
  venerdì, 15 aprile 2016
 16:27

INella Terra dei Merli, l'Esercito Italiano in Kosovo nel racconto di Sky Cinema e Sky TG24l Kosovo, un lembo di terra nel cuore dei Balcani, e' uno stato a meta'. Provato da una dura guerra e autoproclamatosi repubblica nel 2008, ad oggi non e' ancora riconosciuto da ben 82 paesi dell'Onu, mentre la Serbia ne rivendica la podesta', considerandolo a tutti gli effetti una sua provincia. Parte da qui 'Nella terra dei merli: Kosovo tra passato e futuro', il nuovo documentario di Andrea Bettinetti - prodotto da Good Day Films - in onda in prima visione assoluta mercoledi' 20 aprile alle 21 su Sky Cinema Cult Hd e Sky TG24.

Presentato oggi a Roma presso la Biblioteca Militare Centrale di Palazzo Esercito, 'Nella terra dei merli' - realizzato in collaborazione con Sky Cinema e con il supporto dello Stato Maggiore della Difesa e dello Stato Maggiore dell'Esercito - racconta l'impegno in Kosovo della missione italiana della KFOR (Kosovo Force), la forza militare Nato di cui fa parte anche l'Esecito Italiano, responsabile del mantenimento della sicurezza e del ristabilimento della pace dopo la cessazione delle ostilita' nel 1999. e' un ritratto toccante del Kosovo - che deve il suo nome alla Kosovo Polje, la Piana dei Merli, luogo di molti dei fatti storici che hanno segnato queste terre - che parte dal passato per arrivare fino ai nostri giorni.

«L'idea era quella di raccontare la missione della KFOR oggi e comprendere il senso di avere dei soldati italiani dislocati in Kosovo - ha detto il regista - e' stato un lungo viaggio attraverso il Paese in compagnia di queste unita' per sentire le storie delle persone che vivono li' e chiedere loro cosa pensano della presenza militare nelle loro terre. Qualsiasi etnia o ceto sociale non percepisce la presenza degli uomini della KFOR come un peso ma sono considerati 'amici in uniforme', un elemento fondamentale per la stabilita' del Paese e la serenita' della loro vita futura - ha spiegato Bettinetti - Un'idea di futuro pero' difficile da raggiungere per un passato ingombrante e un presente ancora molto incerto».

Partendo dal Villaggio Italia, sede del MultiNational Battle Group - West della KFOR, il racconto si dipana per tutto il Paese, per raccontare le sfaccettature e le complessita' di quest'area: dall'enclave di Gorazdevac alla citta' divisa di Mitrovica, passando per il Monastero Ortodosso di Zociste, ricostruito interamente grazie alla KFOR dopo la sua distruzione, e quello di Decani, ancora sottoposto a difesa armata. Dal Palazzo Presidenziale al Memoriale di Prekaz, il docufilm mostra poi l'antica moschea del villaggio di Prekouluka e la Grande Moschea di Pristina, per parlare delle difficolta' che affliggono il Paese e del problema scottante dei Foreign Fighters.

«Il nostro ruolo e' quello di raccontare storie - ha affermato Andrea Scrosati, executive vice president programming Sky Italia - e' un lavoro naturale e rientra nella missione commerciale di un editore. Nel nostro Paese queste storie sono raccontate molto meno rispetto a quanto avviene nelle societa' anglosassoni - ha spiegato - Tutti noi conosciamo la vicenda politica e strategica di queste missioni, ma non conosciamo abbastanza la passione sincera di questi uomini. Se riusciamo a raccontare tutto cio', attraverso film di questo tipo - ha concluso - la nostra piccola missione e' compiuta».

«Anche l'espressione 'amici in uniforme' puo' essere una chiave di lettura per far capire come dopo tanti anni, da tutti i lati, la popolazione kosovara e' più sicura - ha commentato il produttore Michele Bongiorno di Good Day Films - Continuare a trovare li' queste unita' che si occupano di monitorare le loro necessita' ed esigenze sociali, li fa sentire tranquilli e molto più vicini rispetto alla loro stessa polizia locale».

Tra le testimonianze anche quelle del comandante di KFOR Generale Miglietta e della ex Presidente del Kosovo Atifefe Jahjaga. Il racconto e' arricchito dalle testimonianze di molti personaggi speciali, come il comandante di KFOR, Generale Guglielmo Luigi Miglietta, la presidentessa uscente del Kosovo Atifefe Jahjaga, ma anche professori universitari di Pristina e Mitrovica, imam, monaci, artisti, studenti e giornalisti, per illustrare il cammino compiuto dal Kosovo e la sua situazione attuale e cercare di immaginare quale sia un futuro possibile per questo Stato.

«La costruzione del Villaggio Italia in Kosovo e' stata portata avanti perché pensavamo potesse servire ad aiutare il processo di conciliazione tra serbi e albanesi - ha raccontato il Generale Danilo Errico, Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano - Non e' stato facile all'inizio ma, se ognuno di noi che va a fare queste operazioni non cerca di evitare lo status quo perché ha paura ed anzi mette un mattoncino per creare qualcosa di importante, penso che i risultati, ancorché a lungo termine, si vedano».

'Nella terra dei merli': Kosovo tra passato e futuro' sara' inoltre su skytg24.it e skycinema.it. Il dibattito attorno ai temi trattati si estendera' anche ai canali ufficiali Facebook, Twitter e Instagram di Sky TG24 e sulle pagine Facebook, Twitter e Instagram di SkyCinema

Ultimi Video

Palinsesti TV