«Piuma» di Roan Johnson in prima tv esclusiva su Sky Cinema e Sky Uno

«Piuma» di Roan Johnson in prima tv esclusiva su Sky Cinema e Sky Uno

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

S
Sky Italia
  domenica, 16 aprile 2017
 07:00

«Piuma» di Roan Johnson in prima tv esclusiva su Sky Cinema e Sky UnoPIUMA, la sorprendente commedia firmata da Roan Johnson (I delitti del barlume, Fino a qui tutto bene, Raccontami) e prodotta da Sky Cinema e Palomar, in concorso alla 73° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e candidata ai David di Donatello 2017 nella categoria David Giovani, arriva in prima visione esclusiva a Pasqua, domenica 16 aprile alle 21.15 su Sky Cinema Uno HD e Sky Uno HD.

Piuma rappresenta una nuova sfida produttiva per Sky Italia, un progetto che ne conferma il crescente impegno nella produzione cinematografica e la vocazione a realizzare contenuti originali, investendo in storie sempre nuove. Un film nato dalla collaborazione con un partner produttivo importante come Palomar e Lucky Red per la distribuzione, per la prima produzione Sky Cinema in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia.

Dopo In Fondo al Bosco, un thriller che tornava alle origini del genere affidandosi alla creatività e alla professionalità di giovani ed emergenti talenti italiani, Sky Cinema è di nuovo sul grande schermo, questa volta con una commedia che punta nuovamente sulla creatività e sul talento, qui quello cristallino di un cast di giovanissimi, e su una storia semplice e potente, poetica ed ironica.

LA STORIA - Ferro e Cate sono due fidanzati diciottenni alle prese con gli esami di maturità e un viaggio in Spagna e Marocco da organizzare per l’estate. Lui viene descritto dai genitori come un essere incomprensibile, mentre per gli amici è un leader con il cuore dalla parte giusta che prova sempre a guardare il bicchiere mezzo pieno. Lei è dovuta crescere in fretta: da un paio d’anni la madre è tornata in Romania per trovare un lavoro e il padre l'ha sballottata da una casa all'altra senza riuscire ad accasarsi per più di qualche anno. Una gravidanza inattesa cambierà il modo di vedere il mondo di questi ragazzi e porterà scompiglio nelle rispettive famiglie, molto diverse tra loro. Quella di Ferro, pronta ad aiutare la giovane coppia al punto da finire in crisi e sfiorare il divorzio, quella di Cate, più assente e in difficoltà di lei.

Quel che è certo, è che tra paura, responsabilità e incoscienza, i due protagonisti attraverseranno i nove mesi più emozionanti e burrascosi della loro vita. E se è vero che una paperella di plastica è in grado di solcare gli oceani, allora forse anche due ragazzi come loro possono fare i genitori di una Piuma che volerà sopra questo mondo incasinato.

Roan Johnson affronta una tematica estremamente attuale nella pellicola: la paura delle nuove generazioni di fare un figlio, riflettendo su come la cosa più naturale del mondo sia paradossalmente diventata una complicazione impossibile. Il regista riconosce, infatti, come “diventare genitori oggi sembri non essere più l’inizio di una nuova vita, ma piuttosto la fine di quella vecchia, quella degli aperitivi, dei viaggi ogni week-end, della libertà totale”.

Nel cast figurano Michela Cescon (candidata ai David di Donatello 2017 come miglior attrice non protagonista), Luigi Fedele, Blu Yoshimi, Brando Pacitto (Braccialetti rossi, L’estate addosso), Clara Alonso (Violetta, Dance Dance Dance), Sergio Pierattini (I delitti del Barlume, Manuale d’amore 3). Il brano principale della colonna sonora è “Almeno tu”, la traccia di Francesca Michielin tratta dall’album disco d’oro di20are.

I PERSONAGGI

FERRO - Quando arriva la sventura il Samurai se ne rallegra. Perché quando l'acqua sale la barca fa altrettanto....

Del samurai Ferro ha veramente poco, ma la sua filosofia è un patchwork strampalato e geniale di ribellismo giovanile, italico amore per il cazzeggio e massime orientali che snocciola nei momenti più improbabili. E proprio come un samurai prima della battaglia, Ferro aspetta l'arrivo dell'età adulta con rilassato fatalismo. Certo non aveva tutta questa fretta di diventare padre, ma anche se non ha capito molto della vita, la cosa forse più importante in questo momento sì: è Cate che deve decidere. Lui le deve stare accanto provando a fare meno cazzate possibili e continuare a surfare insieme su quel gran casino che è la vita.

Per i genitori Ferro è un essere incomprensibile, per gli amici un leader col cuore dalla parte giusta. Non c'è situazione che non riesca a rendere magica e divertente, con quel suo modo di dribblare le difficoltà e vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. Se riuscisse anche a fare il serio quando serve, e imparasse finalmente a usare i contraccettivi, sarebbe il ragazzo perfetto. Ma perché sforzarsi se a Cate va già benissimo così com'è.

CATE - Cate ha diciott'anni come Ferro, ma è dovuta crescere più in fretta. Da un paio d’anni la madre è tornata in Romania per trovare un lavoro. Il padre l'ha sballottata da una casa all'altra senza riuscire a tenersi una donna per più di qualche anno. È normale che abbia fretta di farsi la sua vita. Pensava di andare all'università e di girare il mondo con Ferro, ma è difficile che possa rimanere incinta un'altra volta e se il destino la vuole madre così presto, vorrà dire che l'università la inizierà con un po' di ritardo, e che insieme allo zaino metterà in spalla anche un passeggino.

Coraggiosa e leggera come solo a quell'età si può essere, Cate si lancia a occhi chiusi in questa avventura più grande di lei. Ma sono molte le cose che non aveva previsto e più va avanti, più sente la terra mancarle sotto i piedi. Anche Ferro ci mette del suo per mandarla in crisi ma se è vero che una paperella di plastica è in grado di solcare gli oceani, allora forse anche due ragazzi come loro possono fare i genitori di una Piuma che volerà sopra questo mondo incasinato.

FRANCO -  Dopo aver passato tutta la vita a installare condizionatori a Roma e provincia, alle soglie della pensione, il padre di Ferro ha un solo desiderio: tornare a vivere in Toscana, dove è nato, in una casa in campagna. Ma a un passo dal realizzare il suo sogno, con l’appartamento di Roma già in vendita e un rustico nelle colline del Chianti che aspetta solo di essere acquistato e ristrutturato, l’avvento di un nipote scompagina tutti i suoi piani.

Franco è uno di quei toscani ironici e iracondi che per un niente vanno in escandescenza. È un candelotto di dinamite e Ferro, da sempre, è la sua miccia. Convinto di essere un padre razionale e autoritario, in realtà è poco credibile nei suoi attacchi d’ira e non può mai contare sull’appoggio della moglie, nemmeno adesso che l’arrivo di un nipote metterà a dura prova il loro matrimonio.

CARLA - Carla è tutto il contrario di suo marito: dolce e accondiscendente, un po’ per carattere e un po’ perché il mestiere di professoressa l’ha resa molto paziente e sempre aperta al dialogo. È lei che cerca di convincere i ragazzi a cambiare idea quando sono ancora in tempo, ma è anche la prima che accetta la loro decisione e si rassegna di buon grado a diventare nonna con dieci anni d’anticipo.

Ha una scorta inesauribile di senso pratico e abnegazione a cui attinge per aiutare Ferro e Cate in quella prova di cui all'inizio non riescono nemmeno a immaginare i contorni. Anche nel tentativo, vano, di mantenere la calma in famiglia mentre un'esilarante marea di problemi, ansie e incomprensioni li travolge.

ALFREDO - Alfredo è il padre di Cate. È un uomo sui quarantacinque anni che passa da un lavoro a un altro senza avere mai un soldo in tasca. Ha cresciuto a singhiozzo la figlia, sballottandola  da una casa a un’altra a seguito dei continui casini in cui si infila.

Alfredo ci prova a tenere testa alla figlia ma poi finisce sempre che la più matura dei due è proprio lei, e sarà ancora lei a dargli un posto dove stare dopo che sarà lasciato dall’ennesima donna e avrà tentato un altro finto suicidio. La gravidanza di Cate servirà, forse, a far diventare grande anche lui e a guardare in faccia le sue responsabilità.

LINO - Ha superato gli ottant'anni in una forma invidiabile, a parte i problemi di pressione bassa e un animo impressionabile che esalta la sua propensione allo svenimento. Motivi per perdere i sensi Ferro gliene ha sempre forniti con generosità e adesso ecco un bisnipote di cui il ragazzo dice saprà prendersi cura, nonostante l'unico essere che ha accudito sia stato un criceto che ha fatto morire in due settimane.

Sornione e ruspante, sempre con la battuta pronta e con una capacità innata di far imbestialire Franco, nonno Lino se ne rimarrebbe volentieri ai margini di questa nuova follia del nipote, ma al suo solito svenimento segue un leggero ictus che lo costringe temporaneamente in sedia a rotelle. Per rimetterlo in sesto Franco porta in casa Stella, una cugina sciroccata ed estroversa che terrorizza il povero Lino con le sue teorie strampalate e i suoi metodi alternativi.

STELLA - Stella è una ragazza sui trentacinque anni che approda in casa Pardini per rimettere in sesto nonno Lino. Grazie ad una specializzazione presa in Kerala, Stella mescola la sua preparazione da fisioterapista con le filosofie e le pratiche orientali e, grazie anche a una visione assai new age della vita, è l’unica che pensa che Ferro e Cate abbiano preso la decisione giusta e che la visione occidentale del fare i figli il più tardi possibile sia completamente da rivedere.

Ottimista, fricchettona ma anche un po’ sbandata, Stella rimane inaspettatamente incinta e scopre di volere quella gravidanza molto di più di quanto lei stessa si aspetterebbe.

PATEMA - Marco, detto Patema per le sue continue paure frutto di un’ansia incontrollabile, è il miglior amico di Ferro. Quanto Ferro è sicuro di sé, espansivo ed esplosivo, tanto Patema è insicuro, timido e chiuso in se stesso. Ferro rappresenta per Patema una guida, una sorta di fratello maggiore che lo protegge ma che lo spinge anche nel casino della vita. E anche questa volta, nonostante le mille paure, Ferro lo convincerà a fare il viaggio del dopo maturità che gli cambierà la vita.

Patema tornerà dal viaggio completamente trasformato. Vinta la paura delle ragazze, dell'avventura e perfino dell'aereo, Patema tornerà a Roma insieme a una fidanzata e a un gruppetto di amici stranieri. Persa ogni forma di timore, Patema non è più quel ragazzo smarrito che Ferro aveva dovuto convincere a partire, ma addirittura uno che Ferro si ritroverà ad invidiare.

Tutti gli aggiornamenti sulla programmazione sono disponibili su skycinema.it, sulle pagine Facebook e Instagram di Sky Cinema e su Twitter con #Piuma.

PIUMA – in prima tv esclusiva a Pasqua, domenica 16 aprile alle 21.15 su Sky Cinema Uno HD e Sky Uno HD. Disponibile anche su Sky Go e Sky On Demand.

Ultimi Palinsesti