TV8 Game of Talents, game show con Alessandro Borghese, Mara Maionchi, Frank Matano

TV8 Game of Talents, game show con Alessandro Borghese, Mara Maionchi, Frank Matano

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

S
Sky Italia
  martedì, 26 ottobre 2021
 06:00

TV8 Game of Talents, game show con Alessandro Borghese, Mara Maionchi, Frank MatanoGame of Talents è il nuovo prime time show diTV8 in cui si fondono il guessing game e il talent show, in un crescendo di tensione e divertimento, con Alessandro Borghese alla conduzione e Mara Maionchi e Frank Matano nei panni dei capitani delle due squadre in sfida. Sei puntate prodotte da Fremantle in prima tv assoluta, al via dal 26 ottobre, ogni martedì in prima serata su TV8.

Alessandro Borghese si toglie questa volta i panni dello chef per indossare quelli inediti del conduttore a tutto tondo, diventando il mattatore di un format che sbarca per la prima volta in Italia dopo aver esordito in Spagna nel 2019 e aver girato il mondo. Al suo fianco, Mara Maionchi e Frank Matano, una coppia consolidata dietro il tavolo di Italia’s Got Talent, capace di cogliere e valorizzare il talento in ogni sua forma.

In ogni puntata, due squadre capitanate da Mara e Frank, si sfideranno a indovinare, prima che si esibiscano sul palco, le doti di dieci “talenti nascosti”, ovvero di dieci misteriosi quanto straordinari performer. Ad ogni risposta esatta la squadra di mano guadagnerà una somma in denaro che andrà a formare un personale montepremi. Ad ogni risposta sbagliata, invece, la somma andrà nel montepremi dell’avversario.

Il gioco si articola in otto manche agguerrite e divertenti, alle quali si aggiunge un tiratissimo “Testa a Testa”, che decreta quale delle due squadre viene eliminata, e l’avvincente manche finale – il “Chi dei Quattro” - per aggiudicarsi il montepremi accumulato.

Per aiutare la squadra di mano a farsi un’idea più chiara di ciascun talento da indovinare, in ogni manche viene fornito un indizio: un parente o un amico, oppure un personaggio famoso, una ricetta “particolare” o un comico potranno rivelare delle informazioni decisive. Dopo aver scoperto l’indizio, il concorrente di turno può decidere se provare a giocare o se “passare”, lasciando così alla squadra avversaria l’onere - ed il rischio di errore – di indovinare il talento nascosto in gioco. Indovinare fa accumulare denaro, sbagliare obbliga a cedere agli avversari il montepremi contenuto nelle sfere-premio, ossia le sfere presenti in studio che custodiscono somme di denaro di diverso valore.

Per scoprire se la risposta dei concorrenti è corretta non resta che alzare il sipario: inizia l’esibizione del performer che, in un crescendo di tensione e suspense, è anche il momento della verità in cui la squadra e i telespettatori realizzano se il talento è stato indovinato o meno.

Nel penultimo gioco, il “Testa a Testa”, le due squadre giocano simultaneamente contendendosi l’accesso esclusivo al gioco finale: la sfida del “Chi dei Quattro”. In questa ultima manche il concorrente rimasto in gioco ha la possibilità di aggiudicarsi il montepremi accumulato fino a quel momento. Davanti a lui si presentano quattro ‘talenti nascosti’: tre di loro sono degli “impostori” e soltanto uno possiede l’ultimo talento rimasto sul tabellone. Può osare e giocarsi l’intero montepremi scommettendo su un solo performer - con il rischio, però, di perdere tutto - oppure può dividere il rischio, assegnando a ognuno dei quattro una percentuale del montepremi accumulato - 50%, 25%, 15% e 10% - vincendo in ogni caso una parte del montepremi.

«Questo gioco - spiega Borghese durante la presentazione alla stampa - dopo tanti anni di programmi legati alla cucina mi consente di utilizzare la mia chiave ironica. E, comunque, un pizzico me la sono portata dietro per sentirmi nella mia comfort zone in trasmissione abbiamo il menu dei talenti e il plateau delle sfere, piccoli 'ricordi gastronomici' Ma soprattutto avere Frank e Mara mi ha facilitato il compito, con entrambi è nata subito una grande empatia, mi hanno coccolato, dato anche ottimi consigli con la loro esperienza, sono entrambi super competitivi, divertendosi e divertendo il pubblico, mentre cercano di aiutare i concorrenti».

Mara Maionchi ha spiegato:

«Matano mi è molto simpatico ma il gioco è il gioco. Ci siamo amati, odiati, ma in realtà ci siamo soprattutto divertiti. Mai nemici davvero, all'inizio non ne indovinavo una perchè il gioco va capito, poi ti appassioni perchè è ricco di sfumature, bello davvero». Poi replica a chi lo chiede: «non mi sono stancata, dei talent, ho vinto ho perso, ma sempre per qualcuno, il talent non mi annoia mai, mi tiene viva, anche perché non concorri mai in proprio, concorri per gli altri». E se avesse dovuto partecipare come concorrente quale show avrebbe scelto? «Cosa avrei fatto in alternativa, il Milionario».

Per Frank Matano:

«Mara è un'amica, una compagna di scuola, come andare in gita. Ma confesso che a sorprendermi è stato Alessandro, un grande presentatore, confesso non me lo aspettavo, spero che continui su questa strada. Anche se durante le prove è venuto a casa mia e mi ha preparato una pasta e patate...non so descrivere... unica. Ecco se c'è una cosa che gli invidio oltre al saper cucinare, è il gusto ha delle papille gustative che noi comuni mortali non possiamo apprezzare. E poi il suo look, nudo è la pietanza, vestito è l'impiattamento».

Per Gabriele Immirzi, CEO di Fremantle, Game of Talents è il format di maggior successo tra quelli prodotti dalla società inglese:

«Nato in Spagna 2 anni fa, Game of Talents è stato adattato in 13 paesi, in 6 è stato o è ancora in onda mentre in altri 5 paesi è stato già commissionato». A chi chiede a Borghese perchè ci sono tanti programmi talent replica: «Ritengo, che pubblico abbia bisogno di leggerezza, di divertirsi, di guardare qualcosa in tv, con il nucleo familiare chi lo ha, e in questo caso di giocare tutti insieme».  Sull'eventualità che «Game of talents» sia il punto di partenza per lo chef per altre conduzioni non solo legate alla cucina, risponde: « Perchè no, vedremo, certo è stata un'esprienza divertente e formativa».

Antonella d'Errico, Evp Programming Sky sottolinea infine:

«Questo è il primo programma di questo tipo per Alessandro, molto amato e abbiamo deciso di lanciare questo nuovo show su un canale come TV8 che è molto focalizzato sull'entertainment e che ha un vasto pubblico giovanile. Mara e Frank sono volti consolidati e super amati dal pubblico di Sky unirli, tutti e tre insime è una scelta importante».

Game of Talents è scritto da Amato Pennasilico, Fabio Pastrello, Riccardo Favato, Giorgia Sonnino e Alessandro Borghese; regia di Luigi Antonini.

Palinsesti TV