Macalli: 'Serie C meglio di A e B per mutualitŗ diritti tv'

News inserita da:

Fonte: ASCA

S
Sport
  gioved√¨, 09 agosto 2007
 00:00
Mario MacalliAver escluso la Serie C dalla Coppa Italia ''è grave errore'' che le squadre di A e B ''pagheranno, visto che non riescono a vendere neanche il prodotto televisivo''. E' il duro attacco che il presidente della Serie C, Mario Macalli, rivolge alla Lega Nazionale Professionisti.
√ā¬†
Secondo Macalli, presente oggi ai sorteggi dei calendari della stagione 2007/08, via Rossellini perdera' sopratutto in termini di diritti tv: ''L'anno scorso in Coppa Italia solo la Serie C ha fruttato parecchi milioni di euro. E quest'anno c'√ɬ® stata un'impennata: ancora non √ɬ® iniziato il campionato e gi√ɬ† abbiamo firmato una decina di contratti con varie televisioni, soprattutto per quanto riguarda le squadre che giocheranno in trasferta. Le offerte - aggiunge Macalli - sono pervenute sia dalla Rai che dalle Tv private. E noi non abbiamo bisogno di una legge che ci indichi come vendere i diritti delle partite di calcio: √ɬ® la lega di serie C che ha sempre deciso, per di pi√ɬĻ attraverso un sistema mutualistico''.
√ā¬†
Macalli spiega come vengono ripartiti i proventi: ''Per quanto riguarda Sky, il 50% va alla squadra che ha prodotto i diritti, il resto alle altre 17 società. Con la Rai, invece, la distribuzione è paritetica: 50% alla C1 e 50% alla C2. Se invece viene venduta la differita della partita, l'incasso va tutto alla squadra che ha prodotto i diritti''. Il presidente della Lega di C, però, auspica che in futuro ci sia una ''apertura'' alla Coppa Italia Maggiore per la serie C.

Ultimi Video

Palinsesti TV