Matarrese convincerà Sky e Telecom a prendere la Serie B?

News inserita da:

Fonte: Tuttosport

S
Sport
  mercoledì, 22 agosto 2007
 00:00
La prima giornata si giocherà tutta alle 16, di sabato. Poi, invece, alla seconda, ecco un anticipo al venerdì e un posticipo al lunedì, ovviamente in notturna. Si alza un piccolo velo di chiarezza sul campionato di serie B anche se non c'è ancora nulla di sicuro, per quanto riguarda la televisione. Di qui la necessità di definire comunque alcuni paletti, perché non si poteva procedere oltre senza sapere con precisione quando si sarebbe giocata la prima, ma al tempo stesso si è già voluto impostare un programma tale che, se nei prossimi giorni dovesse arrivare la svolta, il campionato cadetto sarebbe già pronto per accoglierla.
 
La svolta, in realtà, sembra abbastanza vicina. Il problema è convincere a percorrere strade diverse rispetto al passato. Perché è ovvio che non ci potrà più essere una copertura televisiva totale dell'evento, ma servirà capire che è fondamentale un lavoro di qualità, di selezione. Anche ieri il presidente della Lega, Antonio Matarrese, ha avuto una lunga serie di colloqui con i presidenti delle società cadette. Nessuna riunione in via Rosellini, in realtà, ma diversi contatti per cercare di tastare il polso dei dirigenti. Come si sa, c'è chi, in assenza di un accordo economicamente vantaggioso, puntava a tornare alla domenica, in modo da rientrare, almeno in parte, dei soldi non incassati dalla vendita dei diritti tv grazie ad un maggior numero di spettatori paganti. Perché una cosa è certa: il sabato porta via spettatori alla serie B. Ma su questo punto c'è una precisa delibera della Lega nella primavera del 2006 che costerebbe un sacco di quattrini, legati alla mutualità garantita dai club di A. Mutualità che, spostando la serie B alla domenica, verrebbe appunto a cadere.
 
La strada da seguire dovrà quindi, per forza di cose, essere diversa. E verrà affrontata con calma nell'assemblea straordinaria che Matarrese ha convocato per il prossimo martedì 4 settembre. Anche in questo caso, una scelta strategica e logica: definite le prime due di campionato (tutte alle 16 sabato prossimo, con anticipi e posticipi nel turno successivo) si potrà poi arrivare alla riunione generale con le idee molto più chiare. E assai probabilmente anche con un accordo, visto che la richiesta di "mutuo soccorso" fatta da Matarrese ad alcune emittenti sembrerebbe aver trovato una soluzione.
 
Dovrebbero essere Sky e Telecom, in una sorta di consorzio, a prendersi carico della trasmissione di anticipi e posticipi. Ma sarà appunto la Lega a garantire il livello delle partite da trasmettere: perché solo con un prodotto di qualità, anche dal punto di vista tecnico, la serie B potrà continuare ad essere un campionato appetibile dalle tv e dal pubblico, anche senza le corazzate di un anno fa: Juventus, Napoli e Genoa.
 
Alberto Pastanella
per "Tuttosport"

Ultimi Video

Palinsesti TV