Caressa a Euro 2008? La rete si mobilita con petizioni e appelli

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original)

S
Sport
  giovedì, 29 maggio 2008
 00:00
Gli Europei sono ormai alle porte e, come ormai tutti sanno, tutte le partite saranno trasmesse in esclusiva sui canali generalisti Rai. Su questo torneremo a ridosso dell'evento proponendovi anche una lista di canali in chiaro dove seguire gli incontri.
 
Rimane quindi a bocca asciutta Sky che aveva coperto, in modo egregio, i trionfali Mondiali di Germania 2006, che per moltissime persone hanno avuto il cuore e la voce di Fabio Caressa, divenuto un vero e proprio idolo su internet, tra i giovanissimi utenti di YouTube e non solo.
 
Quello che vogliamo segnalare oggi riguarda l'iniziativa di un gruppo di giovani, capeggiati da Alberto G., che hanno aperto una petizione pubblica online per chiedere a gran voce che le gesta degli azzurri possano avere anche la cronaca "partecipata" di Caressa, oltre quella istituzionale di Marco Civoli.
 
«Pochi giorni fa - si legge nella pagina di presentazione della petizione -, una nota dell'agenzia ANSA ci ha preoccupati non poco: "Agli Europei 2008 non avremo cronisti tifosi, la Rai non segue questa linea" dichiarato per l'appunto dal rispettabilissimo Dir. RaiSport Massimo de Luca. Noi non ci stiamo... perchè è vero che quelle che contano sono le immagini, ma, specialmente per eventi di questo tipo, anche il commento vuole la sua parte».
 
A riprova di ciò vengono citate due delle frasi rimaste celebri dalla copertura Sky del Mondiale tedesco, vale a dire l'urlato "Kannavaro" ad ogni intervento decisivo del capitano azzurro e l'ormai storico "Chiudete le valigie, andiamo a Berlino", divenuto poi anche il titolo di un libro scritto dallo stesso Caressa.
 
Non sappiamo quante speranze questa petizione abbia di raggiungere il suo scopo, ma il fatto che qualcuno rimpianga lo stile Caressa deve far riflettere sulla necessità, ormai divenuta irrinunciabile, di avere le cronache se non tifose, almeno partecipate emozionalmente. Un concetto che finora sia Sky che Mediaset hanno colto in pieno, offrendo in alternativa al commento neutrale una seconda traccia audio con i commenti "faziosi" delle maggiori squadre di club italiane.
 
Qui si parla di Nazionale, di cui tutti siamo non solo appassionati o simpatizzanti, ma veri e propri tifosi, e di una richiesta - a mio parere - legittima in nome di una "pluralità" ormai divenuta una prassi.
 
Giorgio Scorsone
per "Digital-Sat.it"

Ultimi Video

Palinsesti TV