Schermaglie - Le tre volte di Nesti, campione di scongiuri

News inserita da:

Fonte: La Repubblica

S
Sport
  mercoledì, 18 giugno 2008
 00:00

Cronache Rai dal biscotto mancato. Tiziana Ferrano chiude il Tg1 dicendo «incrociamo le dita» e le incrocia davvero.

Per fortuna non c'era Attilio Romita, ma a quanto pare funziona. Segnali di buonauspicio:

«Guardate questo arcobaleno sopra il cielo di Zurigo» (Civoli. Funziona anche questa).

«Oggi è l'anniversario di Italia Germania 4-3 ma è anche l'anniversario della vigilia di Waterloo» (Bartoletti. Perdonata anche questa).

 «Nasri è un giocatore completo, ha due piedi» (Bagni).

«Godiamoci questo primo piano di Van Basten» (Nesti, e godiamocelo).

«Buongiorno da Zurigo sotto questa pioggia beffarda come un gol di Cassano» (Goria. Questa no, è imperdonabile).

«La Francia gioca con Gallas e Tullallò» (Montingelli. Sarebbe Toulalan, ma va benissimo).

«Domenech ci sta talmente sugli zebedei che ormai ci sta simpatico» (Bartoletti. Esatto).

Striscioni su Cassano allo stadio: «Metti a Cassano» ma soprattutto l'esplicito: «Va', Tonn', scatt'o cui».

La telecronaca davvero indimenticabile è quella di Nesti e Dossena su Olanda-Romania. Guardano il campo ma soprattutto guardano il monitor sull'Italia. Con immagine straziante Nesti precisa di essere «con il cuore a Zurigo e con la testa qui a Berna».

Il primo tempo è terrificante, sembra biscotto autentico, l'Olanda sbaglia tutto e sembra farlo apposta. Nesti urla: «La testa di Van Persieeeee» e prolunga l'urlo per tre minuti su un'occasione incredibile fallita, si capisce che vorrebbe precisare di più sul concetto di testa.

A inizio secondo tempo Nesti apre un dizionario che ha portato con sé e legge le definizioni di Biscotto, partendo da «piccola preparazione culinaria» e aggiungendo, «anche voi telespettatori avrete mangiato tanti biscotti a colazione in vita vostra». A tre minuti dalla fine: «Tocchiamo ferro, tocchiamo ferro, tocchiamo ferro. Lo dico tre volte come Martellini con i campioni del mondo».

***

La Rai aveva fatto sapere in giornata tramite il capo della concessionaria di pubblicità che i conti erano grandiosi e che si sarebbe avuto un più 2 per cento. «Ma solo se la Nazionale passerà il turno». Van Basten ha così salvato anche i conti della derelitta azienda di stato.

***

A Saint Moritz Luciana Littizzetto ha intrattenuto quelli della convention Rai durante la partita. AI direttore di Raisport De Luca: «Lei che è esperto, nell'intervallo rifanno la convergenza ai piedi di Toni?». Poi: «Guardate che Donadoni ha detto c.zo molte più volte di me». Quindi esagera sui telecronisti Rai «Ma chi sono quei due decerebrati?». Dopodiché, per fortuna, parte il collegamento in diretta con Bartoletti, in studio a Milano, che esordisce cosi: «Ho seguito la partita con le mani sulla parte più nobile di Mazzola. Che non sono i baffi».

Antonio Dipollina
per "La Repubblica"

Palinsesti TV