Vista in Tv - Rossi ha una soluzione: ''Zrate o Zarte? Io lo chiamo Mauro''

News inserita da:

Fonte: Il Corriere dello Sport

S
Sport
  lunedì, 27 ottobre 2008
 00:00
Perplessità - L’ introduzione di Fabio Caressa per Juventus-Torino su Sky, sabato sera: «Stasera di Olimpico c’è solo lo stadio... Chis­senefrega di De Coubertin... ». E sarà pure soddisfatto...

Pubblicità occulta - Ancora Caressa durante il derby di Torino: « C’è un assembra­mento che neanche a un centro commerciale ».

I consigli di Mauro -  Siamo in chiusura di collegamento per il derby, Alessandro Bonan, ricorda un programma della notte e Massimo Mauro gli fa: « Datti all’ippica ». Bonan: « E’ un invito a noi stessi, vi sa­luto».

Com’è finita? - Ancora sabato sera, campionato portoghese su SportItalia, Porto-Leixoes. Finale di gara, gli ospiti sono in vantaggio 3-­2 ma la grafica continua a segnare 2-2. E ci resterà anche al 90°, a vittoria già archiviata... Saranno contenti i telespettatori.

Gli aggettivi di Serafini - Uno da non perdere, Luca Serafini che a Guida al campionato su Italia 1 si occupa di anticipi. Ieri ha commentato così il derby di Torino: « Se il bianconero aveva un risentimento al glu­teo, il granata era freddo e involuto, un derby di frustrazioni ».

L’oroscopo di Bartolomucci - Da Milano, sempre per Guida, Antonio Bartolomucci presen­ta Inter-Genoa: « Gasperini e Mourinho sono nati tutti e due sotto il segno dell’Acquario, dicono, particolarmente fortunato in questo periodo ». Alla fine 0-0, acquario a chi?

I sacchi o i pacchi? - Marco Mazzocchi introduce le partite della domenica alla Ventura in Quelli che aspettano su Rai2. Dalla tribunetta fa: « Un sacco di partite interessanti... ». Solo un sacco?

Mercato degli ospiti - A Quelli che l’ospite sportivo è Walter Novellino. Inevitabile parlare di Toro dopo il derby perso. Simona Ventura lo pre­senta: « E’ stato sulla panchina granata e chissà che non ci ritor­ni». Lui confessa: « Ho sbagliato il rapporto con i tifosi. Un erro­re così non lo rifarei ». La Ventura saluta: « Troviamo una panchi­na a Novellino ».

Bergamo come New York - Da Tutto il calcio su Radio Rai: « La coreografia della curva dell’Atalanta ricorda la skyline di Bergamo alta ». Che, come noto, è densa di grattacieli.

I siparietti di Biscardi - Il ritorno in cuffia non deve essere immediato ma i suoi inseri­menti a Quelli che ( Rai2) sembrano siparietti e non collega­menti. Si canticchia, si ironizza, si balla e ride, alla fine poco (la moviola in campo) o nulla sulla partita. Quella di ieri era Inter­- Genoa con tanto di intervista iniziale alla sorella del presidente Moratti che - sopraffatta dalle domande di Biscardi - gli ha det­to: « Sembra Marzullo ». E lui: « Lui è di notte, io di giorno ». An­cora Biscardi alla Ventura: « Dài Simo, facciamo morire un po’ di gente... ».

Scambi d’identità - Peschiamo a caso da Diretta Gol, su Sky. Riccardo Trevisani da Udine: « La soddisfazione di Vittorio Pozzo in tribuna ». Magari è Giampaolo Pozzo, Vittorio faceva il giornalista e il ct della Nazionale. Marco Cattaneo da Bergamo: « Tocco dentro per Gilardino ». Era Ronaldinho.

Che tempismo - Finale di Diretta Gol. Triplice fischio a Milano, Marco Foroni manda il «superspot». Peccato che a Roma stiano giocando gli ultimi emozionanti minuti di Lazio-Napoli. Il pubblico ringrazia per la fretta.

«Quelli che» o «l’Isola»? - Siamo a fine programma ( Rai2, Quelli che), gare tutte finite, tranne Lazio-Napoli e Inter-Genoa, Biscardi vuole - stavolta giustamente - intervenire ma da interrompere c’è una ghiotta classifica di fondoschiena e quanto altro dell’«Isola dei famosi».

Altruismo - Da Milano, Sky Calcio Show, c’è Josè Mourinho. Mentre par­la si sentono le urla di gioia dallo spogliatoio genoano. Il tec­nico sorride: « Sono felice per loro ». Quando si dice l’altruismo.

I libri di Moccia - Non è stato fortunato Federico Moccia dall’Olimpico con tan­to di maglia della Lazio indosso. A fine puntata ha salutato Quelli che con una battuta... libresca: « Per dirla in tema con la puntata e i libri, mi sento tre metri sotto un treno dopo questo gol del Napoli alla Lazio ».

L’avvelenata - Da Roma, Sky Calcio Show, c’è Edy Reja, inquadrato appena dopo Carlo Ancelotti. Massimo Mauro stuzzica il napoleta­no - che una volta aveva chiesto il rispetto dell’ordine di appari­zione - con questa battuta: « Dite a Reja che è arrivato prima An­celotti...». Risata generale. 

Stadio Sprint e i fuori onda - Microfoni da sistemare in apertura di puntata a Stadio Sprint su Rai2. Enrico Varriale manda il servizio con l’intervista registrata a Kakà e dopo un po’ si sente: «Ma quanto dura... ».

I paragoni/1 - Bruno Gentili sempre a Stadio Sprint parla di Mourinho: « Mette dentro attaccanti come se fossero coriandoli, invece, la classe operaia - Napoli e Udinese - va in paradiso ». A Lazio­Napoli c’è Saverio Montingelli che chiede al presidente del Na­poli, De Laurentiis un titolo per questo momento d’oro: « Continuiamo così ».

La faccia di Spalletti - Francesca Sanipoli ancora a Stadio Sprint in Udinese-Roma, è con Spalletti e gli fa notare la faccia scura. Lui risponde: « Dipende lei come mi guarda, si metta da un’altra parte la pros­sima volta ».

Ma che dice? - Collegato da Reggio Calabria, per Sky Calcio Show c’è Ber­nando Corradi. Fuori onda si sente « non ho mai avuto nien­te in vita mia, brufoli, herpes... mannaggia... ». Ma che diceva?

Numeri - Su Sky Calcio Show, Mario Sconcerti esalta i « 47 gol in A » di Bernardo Corradi. Che risponde: « Dovrebbero essere un po’ di più, già ne segno pochi, se poi me li togliete pure... ». Sconcer­ti si corregge: « Ho letto male, sono 48 ». In realtà sono 49. Ma a questo punto non ci sono più certezze.

Television man - Da Bergamo compare su Sky Calcio Show l’ad rossonero, Adriano Galliani: « Siccome sono un uomo di televisione vi propongo uno scambio, esce Galliani ed entra Borriello».

«Propio» un errore - Leggiamo le scritte in sovraimpressione durante Sky Calcio Show, a proposito del Genoa che non pareggiava fuori casa da molto tempo, l’ultima volta « propio contro l’Inter ». Già, «pro­pio » una bella svista.

Viva la semplicità - Da Roma, Delio Rossi a Sky Calcio Show. Ilaria D’Amico gli chiede: « Lei come lo chiama, Zàrate o Zaràte? ». Il tecnico: « Io lo chiamo Mauro ».

I paragoni/2 - Franco Lauro per Novantesimo minuto ( Rai2) lancia il servi­zio sulla Juve: « Vediamo l’araba fenice, la Juve, dopo il Re­al e il derby col Toro ». Giampiero Galeazzi su Sampdoria-Bolo­gna: « Cassano ha fatto un favore a Mazzarri che stava soffren­do come un cane».

La battuta - Servizio sul Milan a Novantesimo minuto, Galeazzi chiede a Lauro: « Posso fare una battuta? Toglietemi tutto ma non il mio Kakà ».

Segnali di fumo - Pochi minuti al posticipo su Sky, da studio Alessandro Bonan introduce Alessia Tarquinio. Che annuncia, da Palermo: « Io non ti sento, ho letto il tuo labiale e so che vuoi parlare con me ».

Anatomia - Carrellata dei gol di A su Sky SuperCalcio. C’è Stefano De Grandis che descrive un « tocco di panza di Siviglia ».

Nulla osta - Alla Domenica Sportiva, su Rai2, da Palermo c’è Alberto Gi­lardino. Dopo la sua versione dei fatti avvertono che « dobbiamo lasciare Alberto ». Carlo Ancelotti, da studio, “auto­rizza” con un laconico: « E lasciamolo... ». Risata generale.

Il sogno di Prandelli - Il gol delle polemiche di Gilardino non fa stare tranquillo Pran­delli. Ai microfoni di Controcampo ( Rete4), l'allenatore viola sogna un « calcio diverso, magari senza arbitri e con chi sbaglia che ammette l'errore ».

Andrea Fanì e Francesca Fanelli
per "Il Corriere dello Sport"

Ultimi Video

Palinsesti TV