Serie A 15a giornata: Lecce-Juventus, Milan-Catania, Napoli-Siena e Samp-Genoa

Serie A 15a giornata: Lecce-Juventus, Milan-Catania, Napoli-Siena e Samp-Genoa

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original)

S
Sport
  domenica, 07 dicembre 2008
 00:00
Prima fuga stagionale per l'Inter che in attesa di vedere cosa faranno negli incontri odierni Juventus e Milan, consolida la prima posizione in classifica superando la Lazio con un tris di gol che consente ai nerazzurri di Mourinho di guardare i diretti inseguitori con ben nove punti di vantaggio. La gara dell'Olimpico è stata subito in discesa per i meneghini in vantaggio dopo pochi minuti con Samuel, nel finale di tempo l'autorete di Diakitè portava i Campioni d'Italia sul 2-0, a concludere la festa la deviazione di testa di Ibrahimovic su calcio di punizione.

Soffre più del previsto la Roma a Verona contro il Chievo nella gara delle 18: giallorossi sempre propositivi in avanti non riescono a trovare la via della rete fin quando nella parte finale della seconda frazione lo splendido gol di Menes toglie le castagne dal fuoco e consente ai giallorossi di portarsi a casa l'intera posta.

LECCE - JUVENTUS (BIG MATCH DEL POMERIGGIO)

Nuovo impegno proibitivo per i ragazzi di Mario Beretta che dopo essere usciti sconfitti dalla sfida di due settimana fa al Via del Mare contro la Roma tornano a giocare tra le mura amiche disputando l'atteso dalla tifoseria match con la Juventus.

Berretta"Sono indeciso su quale schieramento affrontare la Juve - ammette il tecnico dei salentini - Ogni squadra ha le sue caratteristiche, quella bianconera lavora molto sugli esterni, danno pochi punti di riferimento con Del Piero che svaria parecchio. Però si parla sempre di campioni, a prescindere dalla tipologia di gioco che si pratica. Credo che giustamente la Juve abbia l’obiettivo di rimanere agganciata alle prime posizioni e per mantenersi in corsa dovra` cercare di fare risultato pieno contro di noi". 
 
Ranieri«Per il secondo posto non firmo - ribatte Ranieri - la voglio giocare, fino in fondo, perchè  il calcio è emozione, Se perdessimo punti l’Inter scapperebbe via, quindi dobbiamo fare del nostro meglio, sapendo che andremo a incontrare una squadra difficile da superare; lottano tutti dietro la linea della palla e ripartono in contropiede. Noi non possiamo pensare agli altri. Noi non ci dobbiamo rimproverare nulla. Dobbiamo sempre essere la Juventus perchè gli altri giocheranno sempre al massimo delle potenzialità, non dimentichiamoci che l’anno scorso perdemmo a Siena e non vogliamo che risucceda."

Le statistiche del match: Il Lecce è, attualmente, la formazione di Serie A 2008/09 che non vince da più tempo: nove partite con 6 pareggi e 3 sconfitte. Quella salentina è inoltre rimasta l'unica squadra della Serie A 2008/09 a non aver ancora beneficiato di un calcio di rigore a favore, l'ultimo risalente al 26 aprile scorso, in Serie B, Ravenna-Lecce 1-3, con trasformazione di Valdes. Quasi un terzo dei gol del Lecce 2008/09, 4 su 13 totali, arriva da giocatori subentranti a partita in corso, che fanno dei pugliesi la seconda squadra dopo la Lazio (6 marcature) che ha il maggior apporto in zona-gol dai panchinari. La Juventus non segna in trasferta da 216', ovvero dal 54' di Chievo-Juventus 0-2 del 9 novembre scorso, centro di Iaquinta. Da allora si sommano i restanti 36' di quel match e le intere partite in casa di Inter (0-1 in campionato) e Zenit (0-0 in Champions League).

L'arbitro della gara: Pierpaoli di Firenze. Perfetta parità nei 5 precedenti con il Lecce, che 1 volta ha vinto, 3 pareggiato ed 1 perso, con già un incrocio stagionale: Lazio-Lecce 1-1 del 4 ottobre scorso. La Juventus è imbattuta su 2 incroci, entrambi casalinghi, di cui uno in questa stagione: Juventus-Catania 1-1 del 24 settembre scorso.

Le probabili formazioni di Lecce - Juventus:

LECCE (4-4-2): 99 Benussi, 3 Polenghi, 2 Stendardo, 14 Fabiano, 16 Esposito, 8 Munari, 18 Giacomazzi, 7 Zanchetta, 19 Ariatti, 11 Castillo, 90 Tiribocchi. (1 Rosati, 5 Diamoutene, 23 Schiavi, 30 Antunes, 10 Caserta, 21 Ardito, 9 Cacia). All. Beretta

JUVENTUS (4-4-2): 13 Manninger, 21 Grygera, 33 Legrottaglie, 3 Chiellini, 28 Molinaro, 32 Marchionni, 22 Sissoko, 19 Marchisio, 11 Nedved, 8 Amauri, 10 Del Piero. (12 Chimenti, 4 Mellberg, 29 De Ceglie, 6 Zanetti, 27 Ekdal, 20 Giovinco, 9 Iaquinta). All. Ranieri.

MILAN - CATANIA

Doppio stop per il Milan che dopo essere uscito con le ossa rotte dalla trasferta di Palermo, a metà settimana ha subito la rimonta della Lazio negli ottavi di finali di Coppa Italia a San Siro che ha decretato l'uscita dalla competizione nazionale della truppa di Carletto Ancelotti; oggi al Meazza arriva il Catania di Zenga.

Ancelotti"Vogliamo fare bene contro una squadra molto pericolosa. Dobbiamo farlo per noi stessi e anche per preparare al meglio la sfida con la Juventus e la partita col Catania è una verifica molto importante. Dobbiamo cercare di riprendere il cammino di 15 giorni fa, abbiamo preso un bel colpo, ma c'è tempo per rimediare. Il Catania, è una squadra molto particolare, che sta facendo molto bene in questo inizio di stagione. Noi dobbiamo cercare di cancellare questo momento e vivere con carica e serenità la settimana verso la prossima sfida, quella con la Juve»

Pino Irrera, allenatore in seconda del Catania, 47 anni ieri, debutterà in serie A per la squalifica di Zenga. L'esordio non spaventare il tecnico che scherza: "Zenga si e' fatto squalificare per "evitare qualche fischio dai milanisti'. Sulla partita, Irrera dice: "Sappiamo di affrontare una delle squadre piu' forti al mondo e siamo consapevoli che loro non possono compiere altri passi falsi. Non sara' facile, ma noi vogliamo migliorare il rendimento in trasferta".

Le statistiche del match: In 17 precedenti ufficiali tra le due squadre a Milano, un solo successo siciliano (2-1, nella coppa Italia 2007/08). Nelle ultime 18 partite ufficiali il Milan non ha segnato solo una volta: 0-0 a Cagliari. Il Milan inoltre ha sempre segnato almeno una rete in ciascuna delle ultime 19 partite casalinghe di Serie A: l'ultimo digiuno interno rossonero in campionato risale all'1 dicembre 2007 quando impattò 0-0 contro la Juventus. Il Catania non vince una trasferta di Serie A dal 29 aprile 2007 quando s'impose per 1-0 in casa dell'Udinese: da allora 27 gare, 10 pareggi e 17 sconfitte. Giuseppe Mascara ha in dicembre il suo mese d'oro: 16 i suoi gol in campionati professionistici nell'ultimo mese dell'anno, su un totale di 85.

L'arbitro della gara: Gervasoni di Mantova, che conta 2 precedenti con entrambe. Il Milan non ha mai vinto (bilancio: 1 pareggio ed 1 sconfitta), mentre il Catania è imbattuto (score: 1 successo ed 1 pareggio). Gervasoni ha diretto anche il Milan-Catania dello scorso campionato, sempre a San Siro: fu 1-1 in data 30 settembre 2007. Nella stagione in corso ha già diretto i siciliani in Catania-Torino 3-2 del 19 novembre scorso, gara della famosa punizione di Mascara in cui Plasmati, in barriera, si abbassò i pantaloncini.

Le probabili formazioni di Milan - Catania

MILAN (4-3-2-1): 12 Abbiati, 15 Zambrotta, 3 Maldini, 4 Kaladze, 18 Jankulovski, 8 Gattuso, 10 Seedorf, 23 Ambrosini, 22 Kakà, 80 Ronaldinho, 7 Pato. (1 Dida, 19 Favalli, 24 Senderos, 77 Antonini, 5 Emerson, 84 Flamini, 76 Shevchenko). All.: Ancelotti.

CataniaCATANIA (4-1-4-1): 1 Bizzarri, 14 Alvarez, 21 Silvestri, 6 Stovini, 3 Sabato, 5 Carboni, 7 Mascara, 8 Ledesma, 27 Biagianti, 19 Gia. Tedesco, 9 Paolucci. (12 Kosicky, 2 Sardo, 13 Izco, 17 Baiocco, 25 Martinez, 15 Morimoto, 16 Plasmati). All.: Zenga.

NAPOLI - SIENA

I sogni di vertice si sono spenti domenica scorsa a San Siro a causa della sconfitta subita in casa dell'Inter in una partita comunque bene interpretata dal Napoli che forse si è svegliata troppo tardi per poter rimontare il risultato; il match di oggi al San Paolo sarà contro il Siena, una squadra seppur inferiore come valori tecnici ma che in questo campionato ha messo in difficoltà anche grandi come Fiorentina e Roma.

«Il nostro obiettivo primario è vincere, è inutile negarlo. - ammette Reja - Da un mese i risultati scarseggiano, anche se come rendimento siamo andati bene. L'unica gara sotto tono è stata quella di Bergamo, per il resto ci hanno condannato soprattutto gli episodi negativi, tipo in casa con il Cagliari, dove c'è stata anche qualche nostra disattenzione. Ora però bisogna riprendere la strada di prima». «Ci sarà da soffrire, loro hanno un'ottima organizzazione di gioco e sono compatti - commenta l'allenatore goriziano - vantano buone individualità, però abbiamo parecchie soluzioni anche noi, sia in mezzo sia sulle fasce»

«Dovremo fare come sempre un'ottima partita a livello collettivo - dice il tecnico bianconero Marco Giampaolo - essere sempre presenti in ogni zona del campo e controllare ogni avversario. Non abbiamo mai riservato trattamenti particolari ad alcuno, così accadrà anche a Napoli. La sconfitta contro l'Inter ci può sempre stare. Il Napoli resta una squadra forte, su cui la società ha investito molto per raggiungere determinati obiettivi. Noi rappresentiamo un altro tipo di realtà, ma troveremo gli stimoli, la voglia, l'amor proprio per giocarcela alla pari con il nostro avversario».

Le statistiche del match: Il Napoli non ha segnato solo in una delle ultime 11 giornate di Serie A: 1-0 in casa del Milan. Tra vecchia e nuova stagione, nelle ultime 15 gare casalinghe, i partenopei non hanno mai perduto: 13 vittorie e 2 pareggi. In 14 di queste 15 partite i campani hanno sempre segnato, per 33 reti totali: unico stop lo 0-0 contro il Siena del 27 aprile scorso, in campionato. Il Siena non subisce gol in campionato da 225', dal 45' di Siena-Bologna 1-1 del 16 novembre scorso, Di Vaio su rigore. Da allora si sommano i restanti 45' di quel match e le intere sfide vinte su Chievo (2-0 esterno) e Torino (1-0 casalingo).

L'arbitro della gara: Damato di Barletta, alla sesta direzione stagionale in serie A dove finora ha sempre vinto la squadra di casa. Il Napoli conta 7 precedenti in cui 3 volte ha vinto, 2 pareggiato e 2 perso. Per il Siena 3 sconfitte su altrettanti incroci, ultimo dei quali il 23 dicembre 2007 (Juventus-Siena 2-0 di campionato).

Le probabili formazioni di Napoli - Siena

NAPOLI (3-5-2): 1 Iezzo, 13 Santacroce, 28 P. Cannavaro, 96 Contini, 11 Maggio, 8 Blasi, 23 Gargano, 17 Hamsik, 77 Mannini, 7 Lavezzi, 25 Zalayeta. (30 Navarro, 6 Aronica, 83 Rinaudo, 5 Pazienza, 3 Vitale, 18 Bogliacino, 9 Denis). All.: Reja.

SIENA (4-3-1-2): 85 Curci, 2 Zuniga, 13 Rossettini, 90 Portanova, 30 Del Grosso, 8 Vergassola, 55 Coppola, 14 Galloppa, 6 Kharja, 18 Ghezzal, 32 Maccarone. (46 Manitta, 16 Moti, 21 Rossi, 6 Barusso, 23 Jarolim, 11 Calaio', 7 Frick). All.: Giampaolo.

TORINO - FIORENTINA

Panchina calda per il Torino di Gianni De Biasi che dopo la sconfitta di Siena è chiamato all'appello decisivo contro la Fiorentina per salvare il suo posto di lavoro, un nuovo risultato negativo e il presidente Cairo che ha già in mente possibili sostituiti lo esonererà.

Continua comunque il silenzio in casa granata, l'unico a parlare ieri è stato proprio Cairo che si è detto dispiaciuto della lettera di contestazione che gli hanno inviato i tifosi dei club organizzati, al culmine di una settimana davvero da dimenticare sulla sponda graanta.

Prandelli"Sono le partite come quella con il Torino che ci servono per capire quali sono i nostri problemi. Loro hanno fantasia e forza fisica e sara' una gara molto dura". Il tecnico della Fiorentina, Cesare Prandelli, vuole rivedere la sua Fiorentina e non crede di trovare un Torino morbido, anzi proprio il contrario. "Quando sei in campo giochi per l'allenatore, per i tifosi e per te stesso. Noi dovremo essere bravi a crearci spazi e a sfruttarli. Penso che sara' una gara diversa rispetto a tutte le altre. Il Toro cerchera' di vincere cosi' come noi. Sara' una gara che si decidera' a favore di chi riuscira' a sfruttare i momenti".

Le statistiche del match:  Settimo confronto ufficiale tra De Biasi e la Fiorentina con l'attuale tecnico granata che non ha mai vinto: 3 pareggi e 3 successi toscani. In tutti i 6 confronti finora disputati, le squadre di De Biasi hanno sempre subito gol, per un totale di 13 reti incassate. Sono invece 15 i precedenti ufficiali tra Prandelli e il Torino, con un bilancio che vede 9 successi dell'attuale tecnico viola, 3 pareggi e 3 vittorie granata. Da notare che le squadre di Prandelli hanno vinto gli ultimi 9 confronti disputati. Il Torino non ha subito gol solo una volta nelle ultime 14 uscite, Torino-Palermo 1-0 dell'8 novembre scorso in campionato. Nelle altre 13 partite i gol al passivo granata sono stati 22. Il Torino è una delle tre squadre della Serie A 2008/09, assieme a Milan e Genoa, ad avere il maggior saldo attivo tra rigori a favore e contro: +4. Sono 5 a favore e 1 contro per i granata, stessa cifra del Genoa; il Milan ha invece avuto 6 rigori a favore e 2 a sfavore. La Fiorentina non ha subito gol solo in una delle ultime 10 sfide ufficiali: 0-0 casalingo contro l'Inter.

L'arbitro della gara: Saccani di Mantova. Il Torino conta 15 precedenti nei quali 7 volte ha vinto, 3 pareggiato e 5 perso. La Fiorentina ha un bilancio di 5 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte, su 12 direzioni totali.

Le probabili formazioni di Torino - Fiorentina:

TorinoTORINO (4-4-2): 1 Sereni, 19 Diana, 22 Di Loreto, 14 Natali, 3 Pisano, 23 Abate, 4 Dzemaili, 27 Zanetti, 22 Rubin, 10 Rosina, 30 Stellone. (99 Calderoni, 50 Pratali, 32 Colombo, 24 Saumel, 8 Barone, 11 Amoruso, 90 Bianchi). All. De Biasi.

FiorentinaFIORENTINA (4-3-1-2): 1 Frey, 21 Comotto, 2 Kroldrup, 5 Gamberini, 6 Vargas, 22 Kuzmanovic, 88 Felipe Melo, 18 Montolivo, 24 Santana, 11 Gilardino, 10 Mutu. (13 Storari, 54 Da Costa, 14 Zauri, 30 Almiron, 4 Donadel, 8 Jovetic, 29 Pazzini). All. Prandelli

LE ALTRE IN CAMPO ALLE 15:

Chiudono l'inteso programma di questo turno di campionato: Atalanta - Udinese, Cagliari - Palermo e Reggina - Bologna

SAMPDORIA - GENOA (IL POSTICIPO)

Dopo le tre sberle prese mercoledì a Liegi, non c'e’ tempo di rifiatare per la Sampdoria di Walter Mazzarri che nel sempre senito derby della Lanterna contro il Genoa dovrà farsi perdonare dai propri tifosi la pessima prestazione in Coppa Uefa.

“C’e’ poco tempo per preparare la partita, ma come sempre prepareremo quest’impegno al meglio delle nostre possibilita’. Vorrei avere il tempo di stare insieme ai ragazzi - spiega Mazzarri - e di far digerire i miei meccanismi, ma se questo tempo manca e’ anche perche’ l’anno scorso siamo stati capaci di conquistare un grande piazzamento: e allora e’ giusto che la squadra faccia un ulteriore salto di qualita’ e riesca a recepire velocemente quello che le propongo”.

Gasperini«Spero e desidero che sia innanzitutto una festa, la festa della città - ha spiegato l’allenatore del Genoa Gasperini -. Nei derby precedenti ho visto famiglie divise per fede ma unite nella voglia di divertirsi allo stadio.

Papà con una sciarpa e mamme con l'altra seduti vicini ai figli. Spero di godermi analoghe scene anche questa domenica. Sarà sicuramente una grande festa».

Le statistiche del match: L'ultima volta che il derby della Lanterna si è giocato il 7 dicembre finì 1-1: era 1980, partita valida per il campionato di Serie B. Le reti vennero messe a segno da Gigi Del Neri per la Sampdoria, al 35', e da Tiziano Manfrin, su rigore, al 38' per il Genoa. La Sampdoria è imbattuta nel derby sotto la gestione Garrone: 4 successi sampdoriani e 2 pareggi (entrambi per 0-0). La Sampdoria non segna in partite ufficiali da 231': ultima rete di Sammarco, al 39' di Sampdoria-Stoccarda 1-1 del 27 novembre scorso (Coppa Uefa). I blucerchiati hanno perso solo una delle ultime 26 sfide casalinghe ufficiali: è accaduto lo scorso 4 maggio quando, la Roma s'impose per 3-0. Nelle altre 25 partite interne, 15 vittorie e 10 pareggi. Il Genoa è una delle tre squadre, assieme a Milan e Torino, ad aver il maggior saldo attivo tra rigori a favore e contro: +4. Sono 5 a favore e 1 contro per il Genoa, stessa cifra del Torino; il Milan ha invece avuto 6 rigori a favore e 2 a sfavore. Il Genoa ha perduto solo una delle ultime 10 sfide ufficiali: 4-1 in casa della Juventus. Nelle altre 9 partite prese in esame lo score rossoblu è di 5 vittorie e 4 pareggi. Nelle stesse ultime 10 partite ufficiali giocate, i rossoblu non hanno segnato solo una volta: 0-0 in casa dell'Inter.

L'arbitro della gara: Farina di Novi Ligure, ma nativo di Genova. Un simile precedente esiste datato 27 marzo 1977, quando il mestrino di nascita Casarin, ma appartenente alla sezione Aia di Milano, diresse la stracittadina milanese che si chiuse 0-0. La Sampdoria conta 4 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte in 14 precedenti, con ultima direzione l'11 dicembre 2005, Parma-Sampdoria 1-1 di campionato. L'ultimo successo doriano con Farina risale al 2 novembre 2003, 1-0 a Bologna in A: poi 5 incroci con 2 pareggi e 3 sconfitte blucerchiate. Il Genoa conta 4 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte su 8 precedenti, con ultimo incrocio l'1 dicembre 2006 in Genoa-Juventus 1-1 quando venne espulso Nedved, che si beccò 5 turni di squalifica.

Le probabili formazioni di Sampdoria - Genoa:

SAMPDORIA (3-5-2): 1 Castellazzi, 16 Campagnaro, 28 Gastaldello, 5 Accardi, 20 Padalino, 40 Delvecchio, 21 Sammarco,19 Franceschini, 46 Pieri, 99 Cassano, 11 Bellucci. (83 Mirante, 6 Lucchini, 3 Ziegler, 23 Stankevicius, 88 Dessena, 18 Bonazzoli, 9 Fornaroli). All. Mazzarri.

GenoaGENOA (4-3-3): 83 Rubinho, 15 Sokratis, 13 Ferrari, 25 Biava,4 Criscito, 7 Rossi, 88 Thiago Motta, 28 Juric, 14 Sculli, 22 Milito, 10 Palladino. (73 Scarpi, 26 Bocchetti, 77 Milanetto, 17 Jankovic, 29 Brivio, 23Modesto, 11 Olivera). All. Gasperini.

Per maggiori dettagli sui canali e sui telecronisti delle varie partite vi rimando alle news pubblicate IN ANTEPRIMA sulle pagine di Digital-Sat.it

Sky Sport - Programma e telecronisti 15° Giornata

Mediaset Premium Calcio - Programma e telecronisti 15° Giornata

Domenica 7 Dicembre 2008

ore 15.00:

Atalanta vs Udinese - Bergamo, Atleti Azzurri d'Italia
Satellite: SKY Calcio 5
Digitale Terrestre: Mediaset Premium Diretta Calcio 5

Cagliari vs Palermo - Cagliari, Sant'Elia
Satellite: SKY Calcio 6 e SKY Sport 1
Digitale Terrestre: La7 Cartapiù E

Lecce vs Juventus - Lecce, Via del Mare
Satellite: SKY Calcio 1, SKY Sport 16:9 e SKY Sport HD1
Digitale Terrestre: Mediaset Premium Diretta Calcio 2 e La7 Cartapiu B

Milan vs Catania - Milano, Giuseppe Meazza
Satellite: SKY Calcio 3, SKY Sport HD2
Digitale Terrestre: Mediaset Premium Diretta Calcio 1 e La7 Cartapiu D

Napoli vs Siena - Napoli, San Paolo
Satellite: SKY Calcio 2
Digitale Terrestre: Mediaset Premium Diretta Calcio 3

Reggina vs Bologna - Reggio Calabria, Granillo
Satellite: SKY Calcio 7
Digitale Terrestre: Mediaset Premium Diretta Calcio 6

Torino vs Fiorentina - Torino, Olimpico
Satellite: SKY Calcio 4
Digitale Terrestre: Mediaset Diretta Calcio 4 e La7 Cartapiu A

Diretta Gol Serie A - Collegamenti da tutti i campi di gara
Satellite: SKY Supercalcio
Digitale Terrestre: Mediaset Premium Calcio 24

ore 20.30:

Sampdoria vs Genoa - Genova, Stadio Luigi Ferraris
Satellite: SKY Calcio 1, SKY Sport 1, SKY Sport 16:9 e SKY Sport HD1
Digitale Terrestre: La7 Cartapiu C

Simone Rossi
per "Digital-Sat.it"

Ultimi Video

Palinsesti TV