Pallonet (Messaggero) - Quando il pallone riesce a commuovere

News inserita da:

Fonte: Il Messaggero Sport

S
Sport
  lunedì, 15 dicembre 2008
 00:00

L’ovazione a Zola, fratello d’Italia. A volte il calcio commuove e fa niente che la retorica sia in agguato. Così ieri sera, quando la tv ha documentato l’ovazione del pubblico del Chelsea a Gianfranco Zola, oggi alla guida del West Ham, e il doppio abbraccio di Scolari all’inizio della partita e dopo il meritato 1 a 1.

Sacchi striglia Ancelotti. «Le distrazioni non sono soltanto distrazioni, ma frutto di giocatori malposizionati». Arrigo Sacchi lo dice in faccia ad Ancelotti, a ”Controcampo”.

E Conti gli consiglia un altro cappellino. Bruno, ospite da casa della ”Domenica Sportiva”, si rivolge a Teo Teocoli: «Tu che vivi a Milano, puoi regalare per Natale a Carletto un cappellino un po’ più carino?» Ancelotti indossa in panchina uno zucchetto con risvolto, stile grandi magazzini. Poi parla del figlio. «Se Daniele ci segna, la Roma vince, è già la seconda volta. Va bene così».

Le ”fintettine” di Bruno. Luciano Spalletti a ”Stadio Sprint". «E’ più bravo Daniele di Bruno. Il papà sapeva solo saltare l’uomo e fare quelle due fintettine, il figlio è da grande squadra».

Il veleno di Ranieri. Sky ricostruisce il labiale di un discorso fatto dall’allenatore della Juve ai giocatori il 20 ottobre, dopo la sconfitta di Napoli. «Rispetto alle squadre che vedete alla tv voi sputate veleno. Dovete tornare ad essere una provinciale». Detto fatto.

Blitz a “Controcampo”. Irruzione negli studi di Cologno Monzese di un gruppo di tifosi milanisti al grido di «dove sono i biglietti». Un provvidenziale spot pubblicitario ha oscurato la protesta contro i divieti alle trasferte.

Le pulizie di Adriano. Josè Mourinho a ”Sky Calcio Show”. «Io al posto di Adriano avrei fatto un’altra scelta professionale piuttosto che restare in Italia, dove ha un’immagine molto difficile da pulire».

Lo sturbo di Stankovic.
Massimo Mauro chiede a Dejan Stankovic, come si sentisse quest’estate, tra i tifosi della Juve che non lo volevano e i sospetti di essere troppo amico del Mancio, a Milano. Risposta: «Sì, effettivamente ero un po’ sturbato quest’estate» (Sky Calcio Show).

Gli improperi di Caressa. Prima di Juve-Milan, Fabio Caressa chiede che gli si apra il microfono, che però è già aperto. Per fortuna gli esce solo un «Porco Giuda».

Palle di neve.
«Manuela Moelgg dovrà sciare sempre all’attacco, ma cercando il grande risultato» (che c’azzecca il ”ma”?), Davide Novelli, Rai Tre, telecronaca dello slalom gigante di La Molina, sabato mattina. E poco dopo: «Nicole Hosp ha sentito l’odore della neve di casa» (la Hosp è austriaca, La Molina è in Spagna). Ieri mattina lo slalom speciale, ed ecco che scende l’azzurra Nicole Gius. Novelli: «La visibilità è ottima» (sta nevicando). Scende Manuela Moelgg, ma l’immagine via satellite si blocca. Ivana Vaccari da studio: «Davide raccontaci tu la discesa di Manuela». Risposta di Novelli. «Preferisco che la racconti Luciano Zannier». Ma Zannier è in collegamento telefonico da Tarvisio e, ovviamente, non vede nulla.

Corrado Giustinani
per "Il Messaggero Sport"

Ultimi Video

Palinsesti TV