La tv nel pallone - Il normalizzatore Lotito e le rasoiate di Gillet

News inserita da:

Fonte: AA.VV.

S
Sport
  lunedì, 26 settembre 2011
 12:55

A margine del weekend calcistico e sportivo appena concluso, ripercorriamo brevemente i migliori (ma anche i peggiori) momenti televisivi così come li raccontano oggi con grande attenzione alcuni tra i principali quotidiani nazionali. Gli estratti di questo lunedì 26 settembre 2011 arrivano da "La Repubblica" (Antonio Dipollina - Schermaglie), "La Gazzetta dello Sport" (Vincenzo Cito - Zupping), "Tiri a Rete" (Aldo Vitali - Il Messaggero), "Il Mattino" (Antonio Sacco - Visto in Tv)


La Tv nel pallone - Claudio LotitoIL NORMALIZZATORE - Claudio Lotito si presenta alle tv dopo Lazio-Palermo ed è in veste di normalizzatore, come nemmeno Ranieri. Acqua sul fuoco, va tutto bene. Più un colpo spettacolare, riservato alle telecamere di Stadio Sprint: parlando delle polemiche innescate da stampa e ambiente, Lotito dice che «bisogna risalire agli Aitia, cioè alle cause». Varriale e gli altri lasciano cadere tutto nel vuoto. E pensare che bastava avere Wikipedia sottomano per cogliere la finissima citazione, che pertiene al poeta e filologo greco Callimaco. Non è escluso che Lotito fosse ancora sotto l'influsso del portiere del Palermo Tzorvas, greco, che gli aveva appena negato almeno tre gol sicuri. [Schermaglie]

LA DECISIONE DECISIVA - Dopo il rigore alla Juve Stabia contro il Pescara: «La decisione di Velotto potrebbe essere una decisione decisiva» (Andrea Calogero, Sky). [Zupping]

MANGIO PIU' TARDI - Stadio Sprint, Saverio Montingelli intervista Mangia e l'occasione è, come dire, ghiotta: «Mangia ci ha appena detto che è l'unico che non mangia dopo la gara». Da studio, un affranto Bruno Gentili: «Diciamo che non è una grande battuta». [Schermaglie]

LA TELEFONATA NOTTURNA - A differenza dei telespettatori nottambuli educati e ossequiosi (e ben filtrati) di Mario Sconcerti, quelli di «Controcampo-linea notte» sono fin troppo svegli. Uno di Pozzuoli, per esempio, se la prende con Giuseppe Cruciani, che ha criticato Mazzarri: «Cruciani, tu sei un pezzo di m.». La regia interrompe la telefonata. Diego Abatantuono: «Peccato, era un inizio di conversazione promettente». [Tiri a Rete]

LINGUA A VARRIALE - La Cabello alla seconda puntata di Quelli che esordisce con una ricca gag su Varriale che la settimana prima aveva severamente ammonita a dare in tempo la linea a Stadio Sprint. Com'è, come non è, a Victoria esce la seguente frase: «Tranquillo, Enrico, saremo  prontissimi a darti la lingua». Poi fugge via imbarazzata tra le risate, e forse è una gag o forse un tragico errore. [Schermaglie]

LA GRAFICA SBAGLIATA - Il puntuale aggiornamento grafico di «Quelli che il calcio e...» (Rai Due) durante le partite. «Catania-Juventus 1-1, gol di Bonucci». Era in panchina. Cinque minuti dopo, i tifosi bianconeri saltano sulle sedie: «Catania-Juventus 1-2». Non era vero niente. [Zupping]

LE DOMANDE DI ALCIATO - Alessandro Alciato: «Stavo ridendo perché in studio parlavate del concetto di stupidaggine e mi avete dato subito la linea... » Marco Cattaneo: «Eh, fatti delle domande» (Sky Sport) [Schermaglie]

ORO COLATO - Turno infrasettimanale, in collegamento doppio a Sky ci sono Buffon e Abbiati. Ilaria D'Amico: «Buffon, vuole consolare Abbiati?» Buffon: «Beh, forse è lui che deve consolare me» Abbiati: «Veramente stasera ho fatto una bella cagata» Ilaria: «Ehm, va bene Abbiati. Noi comunque prendiamo le sue parole come oro colato» [Schermaglie]

RASOIATE IN AREA - «Gillet non ama le rasoiate». (Panucci sul gol di Pazzini al Bologna). [Tiri a Rete]

MARTINA IN ARRIVO - Nicola Roggero (Torino-Brescia, Sky). «Dovrebbe entrare Martina». Un'amica? Una majorette? Una tifosa? Una bordocampista? Semplicemente Marco Martina Rini, centrocampista del Brescia. [Zupping]

DISCREZIONE - «Conte, lo so che non ti piace parlare di uomini». (Massimo Mauro). [Tiri a Rete]

BALOTELLI CANDIDATO - A «Quelli che il calcio» il Trio Medusa inaugura una rubrica dedicata a Balotelli, tornato al gol con il Manchester City. Con tanto di raccolta di firme perproporre l'attaccante al... Nobel per la pace. Mentre sullo schermo, naturalmente, passano le varie «balotellate». [Visto in Tv]

PALLE A GIRARE - Lo studio Sky a Seedorf: «era un cross o un tiro?» Risposta: «Che rompipalle che siete!». [Zupping]

KARAOKE - Momento imperdibile a «Sky in campo». Parte «Io, vagabondo che son io» dei Nomadi e Sconcerti comincia titubante prima di farsi, prendere in toto  dal karaoke e cantare. Novellino e Bergomi con le palette: 10. Bonan: «Il karaoke è una brutta bestia». [Visto in Tv]

GASP, CHE PREOCCUPAZIONE! - «Quello che mi preoccupo è continuare a preoccuparsi di lavorare al meglio per questa squadra». (Gasperini dopo Novara-Inter). [Tiri a Rete]

SALA D'ASPETTO Ilaria D'Amico vede Montella un po' abbattuto e pensa che sia per il pareggio con la Juve. Sincero il tecnico del Catania: «No, vi aspettavo e mi stavo annoiando». [Visto in Tv]

GOBBI A NAPOLI - Marco Cattaneo (Sky) a Walter Mazzarri dopo Napoli-Fiorentina: «Non lo ha detto lei, lo diciamo noi, ma c'era un rigore a vostro favore per fallo di mano in area di Gobbi». Che gioca nel Parma. [Zupping]

Ultimi Video

Palinsesti TV