La tv nel pallone - Il biografo Pistocchi e le paludi napoletane di De Laurentiis

News inserita da:

Fonte: AA.VV.

S
Sport
  lunedì, 28 novembre 2011
 17:24

A margine del weekend calcistico e sportivo appena concluso, ripercorriamo brevemente i migliori (ma anche i peggiori) momenti televisivi così come li raccontano oggi con grande attenzione alcuni tra i principali quotidiani nazionali. Gli estratti di questo lunedì 28 Novembre 2011 arrivano da "La Repubblica" (Antonio Dipollina - Schermaglie), "Occhio di Triglia" (La Stampa - Zupping), "Tiri a Rete" (Aldo Vitali - Il Messaggero), "Makaroni" (Luca Bottura - Il Corriere della Sera), "Visto in Tv" (Antonio Sacco - Il Mattino)


La tv nel pallone - Il biografo Pistocchi e le paludi napoletane di De LaurentiisSPIRITO DI SQUADRA - Su Premium Calcio tutti elogiano la Roma per la decisione di sospendere Osvaldo dopo la rissa con Lamela. «È giusto che lo spirito di squadra venga prima di tutto», dicono. Pochi secondi e lo spirito di squadra di Premium Calcio va in vacca. Pistocchi dice: «Il Cagliari nel primo tempo non ha fatto vedere la palla al Bologna». Allora il conduttore Massimo Callegari, ridendo, gli fa: «Eh già, tu sei il biografo ufficiale di Ballardini...». Non l'avesse mai detto: il Pistocchi, incacchiatissimo come se avesse ricevuto chissà quale offesa, ringhia: «Massimo, se lo dici un'altra volta mi alzo e me ne vado!». L'ingenuo Callegari crede alla minaccia e abbozza: «Ma dai, stavo scherzando». Pistocchi, alimentando lo spirito di squadra, ricorda di essere un professionista (che c'entra?), che Callegari non sta scherzando, che anzi è già la seconda volta che dice 'sta cosa, che è ora di smetterla, eccetera eccetera (e chissà poi nei camerini...). [Tiri a Rete]

SOTTO IL TERRENO - «Sbagliano anche i migliori, sotto al terreno del Sant'Elia deve esserci qualcosa», Carlo Muraro [Occhio di Triglia]

MALPANCISTI - «È il momento dell'attacco di Diarra» (Massimo Tecca, Real Madrid-Genk, Sky). [Makaroni]

PALUDI - "Ormai nel calcio siamo impaludati in una specie di palude" (Aurelio De Laurentiis, Stadio Sprint, Raidue). [Schermaglie]

EI FU - «Non ci aspettavamo un avvio di stagione così esilarante» (Ciro Immobile, Sky: intendeva dire «esaltante»). [Makaroni]

TAUTOLOGIE - «La Roma non deve adeguarsi al gioco dell'avversario, ma deve andare a vedere come giocano gli avversari e comportarsi di conseguenza» (Jacopo Volpi, «Novantesimo Minuto», Raidue). [Makaroni]

INVERSIONE A «U» - «Straordinario gol di Mutu al trentacinquesimu minutu» (Dario Di Gennaro, «Novantesimu minutu», Raidue). [Makaroni]

L'ETA CHE AVANZA - «Non dimentichiamo  che siamo andati in Turchia martedì e siamo tornati alle 6 di mattina» (Claudio Ranieri riapre una vecchia questione sugli impegni un po' gravosi per la sua età. Sky). [Schermaglie]

COLPI DI TESTA - «Da segnalare una traversa colpita dal presidente della Cremonese» (Livio Forma, «Tutto il calcio minuto per minuto»). [Makaroni]

BUONANOTTE - Post-partita Atalanta-Napoli. «Buona sera Mazzarri», «Buona notte», «No, che buonanotte, resti, resti, buona sera», «Resto, resto, buona notte...». A notte fonda: «Buona sera», «Buona sera». Buonanotte. [Occhio di Triglia]

FAME ROSSONERA - «L'indicazione di Allegri a Boateng: torna in mezzo, torna a mangiare le caviglie avversarie». Marco Nosotti di Sky a bordocampo di Milan-Barcellona. [Tiri a Rete]

GLI APPUNTI - «Onofri, come vedi Tevez al Milan?», «Potrebbe rappresentare un problema di abbondanza rivelandosi come valore aggiunto», Sara Benci: «Che dire, noi abbiamo preso appunti», Sabatini: «E sappiate che Onofri è il mito del nostro Camicioli». [Occhio di Triglia]

PANCHINA - A ora di pranzo va in scena il posticipo di B tra Vicenza e Pescara. Di Marzio chiede al tecnico del Pescara Zeman: «Come spiega le alterne prestazioni di Verratti che ora va in campo, ora va in panchina?». Il boemo gela tutti: «Perché io lo mando ora in campo, ora in panchina». [Visto in Tv]

SCIOGLILINGUA - «Entra in campo Paul Gato Cepellini, adesso con Gato e Canini siamo a posto», Rizzica, cronaca di Cagliari-Bologna. [Occhio di Triglia]

IL DISPREZZO - «La panchina dell'Inter ha una rosa un po' meno disapprezzata di quanto sia stata considerata all'inizio di stagione». Ilaria D'Amico, Sky [Tiri a Rete]

LO VORREI FARE IO - «Quando si vince rubando c'è sempre un sorriso», «Perché, l'Inter ha rubato?», «No, sono io che vorrei rubare», Sannino (Siena). [Occhio di Triglia]

GIOCHI SPORCHI - Stadio sprint il tecnico del Genoa Malesani cerca di spiegare le sue dichiarazioni di insofferenza rese in settimana. «Il presidente non c'entra nulla. C'è qualcuno che fa pressioni, evidentemente ha voglia di tornare a lavorare e fa i giochetti sporchi». [Visto in Tv]

ME NE LAVO LE MANI - Ilaria D'Amico, raffreddata, chiede a Cambiasso una valutazione della rissa che ha visto protagonisti sabato a Udine i romanisti Osvaldo e Lamela. Saggio l'interista: «Con l'esperienza che ho è meglio restare fuori da queste vicende». [Visto in Tv]

IL PARA....- "E adesso devo ringraziare il presidente Zamparini, anche se diranno che sono paraculo". (Devis Mangia su Sky si espone parecchio. Ilaria D'Amico lo congeda così: "E ora salutiamo l'auto-definito Devis Mangia") [Schermaglie]

RINCORSA DIFFICILE? «Ranieri, l'ipotetica rincorsa-scudetto come la definirebbe oggi, difficile o difficilissima?». Bruno Gentili, Stadio Sprint, Rai. [Tiri a Rete]

SCHERMAGLIE COMPILATION

  • "Sapevamo bene che loro potevano colpirci con le palle inattive" (Claudio Ranieri, Stadio Sprint).
  • "Antonio, io ti seguo da Arezzo" (Billy Costacurta ad Antonio Conte, Sky).
  • "Non dimentichiamo che quelli hanno vinto la Coppa Liberatores" (Alberto Malesani, La Domenica Sportiva).
  • "Caracciolo è un paracarro sulla via Emilia" (Emanuele Dotto, Radiouno).
  • "Per la prima volta dopo vent'anni in questa rubrica qui a Milanello abbiamo due ospiti invece di uno" (Carlo Pellegatti invita il pubblico a condividere un momento storico. Guida al Campionato, Italia 1)
  • "Per queste squadre ci vuole il grande impegno che motiva. E' come amarsi alle Maldive: che non è come amarsi a Rogoredo" (Mario Sconcerti confessa in pubblico che dalle parti della sede di Sky è difficile coltivare sentimenti. Sky).
  • "Massimo rispetto per il Catania e le altre, ma le squadre forti sono forti: anch'io quando ero giovane ero carino, manonmi è mai venuto in mente di fare il modello" (Mario Sconcerti, Sky)
  • "Pato attento, Papi è tornato a casa" (Striscione a San Siro)

Ultimi Video

Palinsesti TV