Rino Gaetano, il cielo Ŕ sempre pi¨ blu [Raiuno domenica e lunedý] (con video)

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  domenica, 11 novembre 2007
 00:00

Rino GaetanoBreve la vita del cantautore solitario e tormentato, ma intensa per la creativit├â┬á controcorrente delle sue composizioni tra paradosso e sarcasmo. Claudio Santamaria interpreta Gaetano e canta le sue canzoni pi├â┬╣ belle nel film in cui ├â┬Ę affiancato da Laura Chiatti e Kasia Smutniak.

Due puntate per la regia di Marco Turco, che oltre a raccontare la vita del cantante autore scomparso precocemente nel 1981, cercano di penetrare nei segreti della sua anima, di portare alla luce il suo talento nel fare musica. Raiuno, domenica 11 e luned├â┬Č 12 novembre in prima serata.

LA STORIA:

Gli Anni Settanta tumultuosi, confusi, ambiziosi, creativi fanno da scenario alla figura di un antieroe, un giovane che della musica ha fatto la sua motivazione esistenziale e che di quell’epoca ha voluto a suo modo interpretare lo spirito.

Lo rievoca la miniserie Rino Gaetano. Ma il cielo ├â┬Ę sempre pi├â┬╣ blu, una produzione Rai Fiction realizzata da Claudia Mori per la societ├â┬á Ciao Ragazzi. Il film, presentato con successo al Fiction Fest di Roma, arriva ora su Raiuno domenica 11 e luned├â┬Č 12 novembre in prima serata.

A interpretare il cantautore solitario e tormentato, autore di composizioni ├ó┬Ç┬ťcontro├ó┬Ç┬Ł per i paradossi sorprendenti e il sarcasmo graffiante che le caratterizzano, ├â┬Ę stato chiamato
Claudio Santamaria in una doppia veste.

Infatti non solo presta il volto a Rino ma canta anche le sue canzoni (la voce
di Santamaria ├â┬Ę stata sovraincisa sulle basi originali di Gaetano registrate in studio negli anni ├ó┬Ç┬Ö70). Gli sono accanto Laura Chiatti e Kasia Smutniak nei ruoli delle due donne della sua vita: rispettivamente Chiara, la ragazza perdutamente innamorata di lui, e Irene, il suo vero amore. Alla regia Marco Turco, che firma il soggetto e la sceneggiatura con Marco Alessi, Umberto Contarello, Mario Falcone e Filippo Gravino.

L├ó┬Ç┬Öinteresse per Rino Gaetano e per la sua musica si ├â┬Ę riacceso negli ultimi anni, soprattutto tra i giovani, al punto di farne una figura di culto che ha superato i confini della sua epoca. Il lavoro di preparazione della miniserie ├â┬Ęstato molto lungo e minuzioso, data la mole del materiale di ricerca: sono stati frugati gli archivi, consultati fasci di documenti, ascoltati i ricordi personali di parenti, amici e colleghi.

Alla fine gli autori hanno dovuto fare una sintesi degli elementi raccolti per dare vita non tanto a una ricostruzione realistica della sua vicenda quanto piuttosto per cogliere le ragioni del suo fare musica, i segreti della sua ispirazione, i risvolti della sua anima.

La storia comincia quando Rino, nato a Crotone nel 1950, ├â┬Ę un adolescente cos├â┬Č indisciplinato e disubbidiente che il padre lo manda in collegio perch├â┬ę impari a rigare dritto. Ed ├â┬Ę proprio in collegio che Rino scopre una particolare passione per la musica e per la scrittura e decide quale strada deve imboccare. Da quel momento la successione degli eventi procede a un ritmo sempre pi├â┬╣ accelerato.

Le diverse strade si incrociano e si accavallano: le liti con il padre, la bella e contrastata storia d├ó┬Ç┬Öamore con una ragazza di buona famiglia, Irene, il tremendo flop del primo disco, l├ó┬Ç┬Öinatteso successo della canzone Il cielo ├â┬Ę sempre pi├â┬╣ blu, la rischiosa partecipazione al Festival di Sanremo.

L’attrazione di Rino per Chiara, dapprima sua fanatica ammiratrice, poi sua manager designata dalla casa discografica, ma sempre innamoratissima, provoca la gelosia di Irene. Rino la rassicura ma durante un viaggio a Stromboli la crisi si accentua e, al ritorno, la situazione si fa ancora più complicata sia dal punto di vista sentimentale che da quello professionale.

Però, dopo una brutta sbandata notturna, il giovane cantautore chiede aiuto al padre che lo soccorre amorevolmente e questa riconciliazione apre uno spiraglio a nuove speranze.
Ma il tempo di Rino Gaetano ├â┬Ę ormai finito: al primo sole del 2 giugno 1981 un incidente d├ó┬Ç┬Öauto spezza la sua vita. Aveva trent├ó┬Ç┬Öanni.

Ultimi Video

Palinsesti TV