Fiorello & Baldini, due per 22 minuti... in diretta?

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original)

T
Televisione
  martedì, 22 gennaio 2008
 00:00
Tanto si scrive oggi nelle pagine Spettacoli dei giornali italiani sull'esordio di Fiorello e Baldini e del loro "Viva Radio 2... minuti". Tutti commenti positivi e lo show - per chi lo ha visto - è stato sicuramente piacevole, pur nella sua lunghezza anziché brevità.
 
Anziché gli annunciati 120 secondi, il programma è iniziato alle 20.35 ed è andato avanti fino alle 20.57, per ben ventidue minuti. Ma il gioco di Fiorello era chiaro: i due minuti erano solo di varietà, tutto il resto non si calcola. E così lo sforamento è stato "automatico", come aveva già annunciato scherzosamente in diretta al Tg1 con l'inviato Vincenzo Mollica.
 
Il programma è partito con l'annuncio di Nicoletta Orsomando (quella vera) che si è rifiutata di fare «quella cosa col dito». Poi, dopo un breve monologo di introduzione, per non contravvenire alla quintessenza del varietà, non è mancato lo spazio della cultura, affidato ad «Alessandro Gassman, che leggerà Benigni, che legge Dante, che aveva già letto suo padre Vittorio...», e parte la parodia di Benigni, tagliata di colpo proprio come la cultura in tv. Segue poi la finta chiamata del Papa, invitato da Fiorello che vuole fargli avere il «santo pass» per l'accesso in studio. Poi ancora sketch, balletti in stile Studio Uno con citazione di Carosello con un Baldini in versione Merendero.
 
E prima della conclusione non poteva mancare la parodia più attesa, quella di Carla Bruni che si è esibita nel suo solito stile in una surreale intervista con Baldini, che può essere sintetizzata nell'ultima domanda: «Ma lei come lo chiama il presidente Sarkozy nell'intimità?», «Grankozy» (risate), «E.. perché?». E via alla risate grasse con cui si chiude il programma negli ultimi 8 secondi di varietà in cui i due (conduttori, non minuti) improvvisano un coretto alla Carrà.
 
Ma anche dopo lo stacchetto finale, non mancano le risate con la parodia dei "Soliti Ignoti", che inizierà di lì a poco (alle 21.03): Fiorello in doppia versione Frizzi/Morandi si prende beffe del concorrente Baldini che ha appena sbagliato l'identità misteriosa. Azzeccatissimo, come e forse più del programma stesso.
 
Dopo l'ottimo dato di ascolti di ieri (10 milioni 616 mila spettatori con uno share del 37.47%), nella puntata di oggi, al posto della Orsomando ci sarà Laura Pausini e l'intenzione di Fiore è di coinvolgere ogni sera un personaggio diverso, anche Del Noce (che ride scuotendo la testa) e Vespa, che ha già detto che non se ne parla nemmeno. Confermato per l'ultima puntata Mike Bongiorno nei panni della storica annunciatrice.
 
Ospite speciale questa sera Teo Teocoli che canterà (si presume un pezzettino, visto che il canto è varietà) una canzone esclusa dal Festival di Sanremo. Per stasera l'intenzione è quella di durare meno, intorno a 10-13 minuti, quando il programma troverà la sua dimensione.
 
Vedremo se le aspettative saranno rispettate, anche se non ci vorrebbe molto dato che il programma non è andato in onda in diretta, a differenza degli annunci ufficiali, ma - come rivela anche il Corriere della Sera e come avevamo tutti notato ieri sera - è stato registrato poco prima delle 19, quando Mastella annunciava di togliere l'appoggio al governo Prodi. Infatti, a precisa domanda della giornalista, Fiore risponde così: «Proprio oggi, ma soprattutto proprio alle sette meno un quarto? Avevamo appena finito di registrare...». Ecco perché è mancato ogni riferimento alla nuova situazione politica... A questo punto potrebbe arrivare oggi, registrato ovviamente.
 
Giorgio Scorsone
per "Digital-Sat.it"
 

Un momento dell'intervista a Carla Bruni

Ultimi Video

Palinsesti TV