Cugino e cugino con Giulio Scarpati e Nino Frassica, nuova fiction su Rai 1

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (com.stampa)

T
Televisione
  martedì, 22 febbraio 2011
 00:00
Una commedia dai toni frizzanti che racconta amori, incomprensioni, progetti e contrattempi della “strana coppia” di cugini interpretata da Giulio Scarpati e Nino Frassica. Una serie ideata e diretta da Vittorio Sindoni con Euridice Evita Axen, Edy Angelillo, Denny Mendez, Massimo Corvo, Toni Garrani, Andrea Lolli, Ugo Fangareggi e Gabriele Caprio. Sei puntate, in onda in prima serata, da martedì 22 febbraio su Rai1.

PRESENTAZIONE

Cugino e cugino con Giulio Scarpati e Nino Frassica, nuova fiction su Rai 1Le vicende quotidiane di una famiglia non convenzionale: due uomini e un bambino. Sono Filippo Raimondi (Giulio Scarpati) e suo figlio Marco (Gabriele Caprio) ai quali si unisce, inaspettatamente, Carmelo Mancuso (Nino Frassica), un cugino cuoco che, in cerca di fortuna, lascia la Sicilia e piomba a Roma, direttamente in casa Raimondi.

“Cucino & Cugino”, una produzione LDM Comunicazione in coproduzione con Rai Fiction. Una serie ideata e diretta da Vittorio Sindoni con Giulio Scarpati e Nino Frassica. Nel cast Euridice Evita Axen, Edy Angelillo, Denny Mendez, Massimo Corvo, Toni Garrani, Andrea Lolli, Ugo Fangareggi e Gabriele Caprio per la prima volta sullo schermo. In onda da martedì 22 febbraio, in prima serata su Rai1.

Filippo, vedovo affascinante e intelligente, si è sempre occupato del piccolo Marco dopo la morte della moglie e con grande difficoltà si è destreggiato tra i gravosi impegni di lavoro e quelli di casa. La sua è una vita da “single” decisamente impegnativa: da una parte l’organizzazione delle giornate di Marco, la scuola, lo sport, gli amichetti, insomma tutti i piccoli e grandi problemi che solitamente gestiscono i “due” genitori e, dall’altra, la sua professione di educatore carcerario, un lavoro stressante, difficile anche perché Filippo lo svolge con grande senso di umanità e responsabilità. Le persone con le quali ha a che fare si trovano in cella perché hanno commesso uno sbaglio, ma in carcere ogni cosa viene esasperata, soprattutto quando a peggiorare la situazione e ad aumentare la “pressione” ci si mette proprio Galasso (Toni Garrani), il Direttore del carcere, quel Direttore che, per dovere, dovrebbe invece aiutare al meglio chi vive rinchiuso dietro alle sbarre. E Filippo è un uomo che crede davvero alla rieducazione, che pensa sia doveroso concedere ai detenuti una nuova possibilità e per ridare dignità a chi appare averla perduta si batte con tutte le sue forze insieme al suo braccio destro, la guardia carceraria Quinto Vitella (Massimo Corvo).

Ecco perché  Filippo non ha accanto una donna. Gli manca il tempo! Ma tutto cambia, tutto si trasforma e con l’arrivo inaspettato del cugino siciliano Carmelo, così come si viene a creare un nuovo nucleo famigliare “sui generis”, si distrugge anche quel poco di tranquillità che regnava a casa Raimondi. Carmelo, infatti, non è giunto a Roma per fermarsi solo qualche giorno, come aveva garantito al suo arrivo, anzi. Così, un giorno dopo l’altro, il tempo passa e Carmelo resta. Ingombrante e pasticcione il cugino siciliano riesce però, tra cannoli e ricette succulente, a trasformarsi in una “tata” perfetta che non solo conquista il cuore di Marco ma anche quello di Anna Fiore (Edy Angelillo), una piacevole vedova vicina di casa.

Ed ecco arrivare a casa Raimondi anche una nuova stagione, quella degli amori e dei sentimenti che, come un uragano, scuote e travolge, a più riprese, anche l’impacciato Filippo che si ritrova attratto addirittura da due donne.

Si tratta del nuovo magistrato di sorveglianza Monica Fontana (Euridice Evita Axen), una bella e preparata collega con la quale Filippo si trova a lavorare gomito a gomito, e l’affascinante Eleonora (Denny Mendez), la mamma di Margherita, una nuova compagna di scuola del piccolo Marco. La situazione a casa e in carcere man mano si complica tra mille contrattempi, piccole e grandi bugie, storie parallele destinate a  lasciare il segno, ma alla fine tutti i conti tornano e come nelle favole più belle si termina con un “e vissero felici e contenti”.

PRIMA PUNTATA

CUGINI E SEGRETI
Filippo Raimondi (Giulio Scarpati) è un educatore carcerario dalla vita difficile: innamorato del proprio lavoro, cerca di difendere i “ suoi” detenuti dalla burocratica durezza del direttore. Ma una volta tornato a casa, lo aspetta una situazione ancor più complicata: il nostro Filippo ha un bambino di otto anni, Marco (Gabriele Caprio), di cui si occupa con l’aiuto della cognata Vittoria (Monica Dugo) e della domestica magrebina Jasmina (Mary Asiride). Già, Filippo è vedovo, e Marco è il primo dei suoi pensieri. Peccato che zia Vittoria debba partire all’improvviso per il Canada, dove il suo fidanzato biologo è caduto in un crepaccio, “rompendosi” tutto. Affannata, preoccupata di non riuscire a contattare Filippo, che ha spento il telefonino per affrontare uno dei suoi “testa a testa” con il direttore Galasso (Toni Garrani), Vittoria corre alla stazione per prendere il trenino per l’aeroporto, e lì incontra Carmelo Mancuso (Nino Frassica), un cugino di Filippo. Carmelo è un cuoco siciliano, che le racconta (ma sarà vero?) di essere “salito” a Roma per un viaggetto e di non aver ancora trovato un alloggio. Vittoria, messa alle strette, gli dà le chiavi della casa di Filippo e lo incarica di spiegare a lui e al piccolo le ragioni della sua partenza repentina. Dopo aver sfidato l’occhiuta sorveglianza di una vicina di casa di Filippo, Anna Fissore (Edy Angelillo), Carmelo si insedia nella cucina dell’appartamento a preparare cannoli siciliani per “addolcire” la notizia della partenza della zia. Filippo, per parte sua, in carcere si trova a fronteggiare l’arrivo di un nuovo magistrato di sorveglianza, la bella Monica Fontana (Euridice Evita Axen), che rischia di far naufragare il suo tentativo di far incontrare un detenuto in punizione con il proprio bambino. Quando Filippo, trafelato e in ritardo come sempre, arriva a casa, trova un’atmosfera di tregenda: la domestica Jasmina ha scambiato Carmelo per un ladro, il piccolo Marco non capisce come zia Vittoria sia potuta partire senza salutarlo… Ma Carmelo, con una felice intuizione, acchiappa una notifica di sfratto e la legge al piccolo come fosse una lettera della zia… Marco si consola e così Carmelo, che racconta a Filippo di essere a Roma per sbrigare una pratica all’Inps, ottiene di fermarsi a dormire da lui. Solo per una notte. Non di più…

BENVENUTO ZIO CARMELO
Dopo ore d’insonnia (Carmelo, nella stanza a fianco russa come un mantice) all’alba Filippo riesce finalmente a parlare al telefono con Vittoria, giunta al capezzale del suo malandatissimo fidanzato. Viene così a sapere che si fermerà in Canada per almeno due mesi… Come se la caverà Filippo senza il suo aiuto? Quando, dopo un’ora di sonno inquieto, si sveglia in ritardo, Filippo trova Marco vestito, che sta mangiando di gusto una buonissima colazione preparata da Carmelo… Vestendosi in tutta fretta per accompagnare Marco a scuola e correre al lavoro, Filippo fa il duro: la colazione era perfetta ma… Carmelo può restare altri due giorni. Non di più! Carmelo lo rassicura: appena risolto il problema con l’INPS, lui se ne torna in Sicilia, dove lo aspetta il suo ristorante, momentaneamente chiuso per ferie. Mentre Filippo, ormai al lavoro, cerca di convincere il magistrato Monica Fontana a dare un permesso al detenuto Delgado (Maximiliano Hernando Bruno), che da mesi ha chiesto di assistere al matrimonio della sorella, Carmelo… non va all’INPS, ma cerca un posto come cuoco in un ristorante della capitale. In verità Carmelo è stato costretto a chiudere il suo locale in Sicilia, è disoccupato, non ha una lira… ma non rinuncia al suo orgoglio di cuoco coi fiocchi. Per lui niente pesce surgelato, niente arancini precotti, niente carne se non di prima qualità… Morale: non riesce a trovare un ristorante che lo prenda. La giornata è difficile anche per Filippo: il colloquio che ha avuto con la maestra del piccolo Marco lo ha rassicurato. Il bambino è sereno, si sente molto amato dal papà… Ma in carcere è scoppiata una grana: il detenuto Delgado non è rientrato all’ora stabilita e il magistrato Monica Fontana lo considera il diretto responsabile… Al termine di un rocambolesco inseguimento Monica e Filippo riescono a rintracciare Delgado, che stava fuggendo. Anche Jasmina incorre in un guaio: mentre sta andando a prendere il piccolo Marco a scuola, viene ingiustamente accusata di borseggio e portata al commissariato. Marco, solo davanti alla scuola aspetta la sua tata che non arriva… Il piccolo trova rifugio a casa di una sua nuova compagna, Margherita (Pierpaola Janvier), e della sua mamma Eleonora (Denny Mendez). Quando Filippo, finalmente avvisato da Jasmina, si precipita a ritirare il piccolo, Eleonora lo accusa di essere un padre sbadato e assente. Come se non bastasse, Jasmina annuncia che ha deciso di tornare al suo paese. È stufa di come gli italiani trattano gli stranieri. Così Filippo, sempre più alle corde, è costretto a chiedere al cugino Carmelo di accompagnare “per il momento” Marco a scuola. Carmelo accetta di buon grado: fino a quando non risolverà la grana dell’INPS… è disponibile. Peccato che Filippo abbia chiesto al suo fido aiutante, la guardia carceraria Quinto Vitella (Massimo Corvo), la cui nuora lavora all’INPS, di interessarsi della pratica di Carmelo… Scoprendo che non è una pratica, ma una denuncia! Carmelo ha incassato per un anno la pensione della madre ormai defunta e deve all’INPS dodicimila euro!

Ultimi Video

Palinsesti TV