Il giudice ordina lo stop alla messa in onda stasera di ''Baila!''

News inserita da:

Fonte: Ansa

T
Televisione
  lunedì, 26 settembre 2011
 10:04

Il giudice ordina lo stop alla messa in onda stasera di ''Baila!Stop alla messa in onda di 'Baila!', il nuovo show di Canale 5 condotto da Barbara D'Urso che avrebbe dovuto debuttare questa sera.

Il giudice Gabrielle Muscolo del tribunale civile di Roma ha accolto l'istanza presentata da Milly Carlucci, assistita dall'avvocato Giorgio Assumma, per sospetto plagio ai danni di 'Ballando con le stelle', richiesta alla quale si e' poi associata anche la Rai, inibendo la trasmissione del programma.

Nell'ordinanza, pubblicata oggi, il giudice ''inibisce a Rti (Mediaset) a Endemol Italia, a Roberto Cenci (regista e direttore artistico) e a tutte le parti resistenti la trasmissione dello spettacolo con titolo 'Baila!' o con qualunque altro titolo'' che abbia alcune caratteristiche descritte nella memoria presentata da Mediaset.

Cologno Monzese ha sempre sostenuto che 'Baila!' e 'Ballando con le stelle' sono due programmi completamente diversi. Lo show di Raiuno e' tratto dal format della Bbc 'Strictly come dancing'; 'Baila!' e' ispirato al format messicano 'Bailando por un sueno'.

"E’ una decisione storica perché servirà a mettere ordine nel settore della concorrenza televisiva, ove spesso si verificano casi di concomitante messa in onda, da parte di emittenti, diverse, di programmi simili, se non addirittura identici”. Così l’avvocato Giorgio Assumma, legale di Milly Carlucci e autore del ricorso contro ‘Baila! accolto oggi dal giudice del tribunale di Roma, che ha inibito la messa in onda.

"La decisione, sotto il profilo giuridico, è tecnicamente corretta - aggiunge Assumma - ed a mio avviso inappellabile, perché applica il principio della legge sul diritto d’autore, poco conosciuto e perciò poco adottato, secondo cui ben può essere inibita da un giudice la diffusione di un programma prima della sua messa in onda quando nel frattempo siano stati conosciuti all’esterno della redazione elementi che ne provino la illiceità sotto il profilo della tutela della proprietà intellettuale”.

Ultimi Video

Palinsesti TV