Confermato Maccari a direzione Tg1. Lei: "Contratto può essere rescisso"

News inserita da:

Fonte: Repubblica.it

T
Televisione
  lunedì, 30 gennaio 2012
 20:45

La scelta di confermare nel ruolo di direttore del Tg1 Alberto Maccari, il direttore generale, Lorenza Lei, l'ha definita rispettosa, "molto più dei criteri utilizzati finora", ha detto durante l'audizione di oggi in commissione di Vigilanza.

La proposta di nomina di Maccari, pensionato richiamato in servizio dopo l'allontanamento di Minzolini, sarà portata al Cda domani e avalla l'accordo politico tra Lega e Pdl ignorando le proteste di una parte del consiglio d'amministrazione e soprattutto del presidente, Paolo Garimberti, che sul punto ha minacciato anche le dimissioni.

Lorenza Lei nei minuti finali dell'audizione, ha toccato l'argomento che più di altri era nell'interesse dei commissari, pur non essendo all'ordine del giorno. Il dg di viale Mazzini ha spiegato di aver riflettuto "fino alla fine" per la direzione del Tg1 sulle due uniche opzioni percorribili: "Quella di una candidatura esterna di un profilo autorevole o quella di confermare la fiducia ad Alberto Maccari che vanta una lunga esperienza anche all'interno del Tg1 che nessuno ha mai messo in discussione neanche in questi giorni", ha spiegato. Senza per questo trascurare di valutare anche altre ipotesi di candidature interne che però, ha aggiunto, "non hanno trovato una ampia condivisione. Si tratta di scelte fatte in coscienza, correttezza, e nel rispetto dell'azienda, e porterei mia madre a testimoniarlo".

"Sulla scelta di Maccari al Tg1 ho deciso in piena autonomia", ha spiegato il dg. "Ho ritenuto, e ne sono sempre più convinta, che la scelta più rispettosa dei criteri e del metodo che ho sempre finora utilizzato, fosse quella di Maccari", ha chiarito il direttore generale della Rai.

Ma il dg ha anche puntualizzato che il contratto che legherebbe Alberto Maccari alla Rai come direttore del Tg1 fino al prossimo 31 dicembre potrà essere rescisso senza alcuna penale e oneri aggiuntivi per l'azienda. Maccari ha accettato questa clausola - ha spiegato Lorenza Lei - "da vero uomo d'azienda Rai". "Questo elemento - ha aggiunto - non ha precedenti in Rai". Toccherà comunque domani al consiglio di amministrazione pronunciarsi per l'allungamento della direzione del giornalista alla testata ammiraglia.

Quanto poi a Alessandro Casarin, proposto come direttore della testata giornalistica regionale
che finora era affidata allo stesso Maccari, il direttore generale ha detto che si tratta di un dirigente aziendale che da tempo svolge il ruolo di condirettore alla Tgr, "è apprezzato da me, dai suoi direttori e dall'azienda. La sua nomina rappresenta una continuità di una direzione che si è distinta per risultati e apprezzamenti. Una carriera tutta interna alla testata Regionale", ha spiegato Lorenza Lei. Casarin attualmente è condirettore della testata regionale e vicino al Carroccio. Significa che il Pdl avrà il controllo del tg della rete ammiraglia sia per le amministrative di primavera che per le politiche del prossimo anno.

Sergio Zavoli, presidente della Commissione di vigilanza Rai
, ha però lanciato un allarme sul rischio di una spaccatura del Cda sulla nomina del direttore del Tg1 che verrà decisa domani. "Non è mai accaduto che il direttore della principale testata del servizio pubblico venga nominato da una parte soltanto del consiglio - ha detto - e forse come scambio per altri incarichi". "Ho difficoltà a pensare che tra i suoi circa 1.500 giornalisti la Rai non ne abbia uno in grado di dirigere una testata importante con il consenso unanime del consiglio di amministrazione", ha aggiunto Zavoli.

Ultimi Palinsesti