Lorenza Lei contro l'intervento di Celentano a Sanremo. Il Clan si ribella

News inserita da:

Fonte: TMNews / Adnkronos

T
Televisione
  mercoledì, 29 febbraio 2012
 19:50

Secondo il Dg della Rai, Lorenza Lei, "certe affermazioni fatte da Celentano durante il festival di Sanremo sono state un sermone inopportuno e inutile".

Interrogata in materia dai parlamentari in commissione di Vigilanza, Lei ha comunque sottolineato che "quest'anno gli introiti pubblicitari di Sanremo sono stati superiori alla precedente edizione. Il dato ufficioso, non citato da Lei in audizione, parla di un +7% rispetto all'anno scorso.

"Questa - ha aggiunto Lei parlando ancora del contratto del 'molleggiato' - é la prima volta che c'é un artista di questo calibro che accetta l'inserimento della clausola del codice etico. L'esame commissione etica è ancora in corso".

Sull'inutilita' e inopportunita' dei monologhi di Adriano Celentano,
"definiti cosi' dal direttore generale della Rai Lorenza Lei, l'espressione non e' completa in quanto lo stesso dg considerava, sin dal primo momento della trattativa, 'inutile e inopportuna' la stessa presenza di Adriano Celentano al Festival, come e' stato poi dimostrato con le azioni che lo stesso dg ha messo e sta mettendo in atto. Stravagante e comica e' la ricostruzione che sembra considerare deplorevole la partecipazione di Adriano Celentano al Festival e meritevole l'aumento degli introiti pubblicitari, facendo intendere che si tratti di due aspetti non collegati tra loro. Riteniamo comunque tale comportamento molto grave e lesivo".

Lo scrive in una nota il clan Celentano commentando le dichiarazioni fatte oggi in Vigilanza Rai dal direttore generale Lorenza Lei.

Ultimi Palinsesti