Maurizio Costanzo: ''La mia non è una tv (generalista) per giovani''

Maurizio Costanzo: ''La mia non è una tv (generalista) per giovani''

News inserita da:

Fonte: Ansa

T
Televisione
  lunedì, 10 agosto 2015
 06:00

Maurizio Costanzo: ''La mia non è una tv (generalista) per giovani''«La sfida? È sempre la stessa, realizzare programmi che la gente veda. Può sembrare la cosa più banale del mondo, ma serve a raccogliere pubblicità, il resto sono bubbole».

Inventore del talk show all'italiana, papà di Buona domenica, Maurizio Costanzo si prepara a debuttare come capo progetto della nuova Domenica in di Rai1, che dal 27 settembre sarà condotta da Paola Perego e Salvo Sottile. E sgombra subito il campo dai possibili equivoci:

«La concorrenza del web e delle altre piattaforme riguarda soprattutto le nuove generazioni: il pubblico della tv generalista ha un'età media alta, è questo il target di riferimento. Quando sento qualcuno dire 'facciamo un programma per i giovanì, lo arresterei».

Un messaggio chiaro e netto, idealmente rivolto anche alla nuova Rai del tandem Dall'Orto-Maggioni, che promuove con il cda: per Costanzo «sono addetti ai lavori», chiamati finalmente a dirigere un'azienda affidata spesso in passato a persone «che neanche guardavano la tv».

Prima di accettare la proposta di Domenica in, racconta il conduttore, 77 anni il prossimo 28 agosto, «ho consultato i dati del marketing: l'età media dei telespettatori del programma è di 64-65 anni: è su di loro che dovremo costruire il progetto, giocando in primo luogo sulla memoria». Linfa vitale sarà «lo straordinario materiale delle Teche Rai - spiega - ma vogliamo anche ricostruire fatti di cronaca di ieri e di oggi, in grado di interessare il pubblico. Sto cercando anche volti comici, perchè il divertimento non ha età». Ci sarà spazio probabilmente per lo sport, in un segmento che dovrebbe essere affidato a Giampiero Galeazzi, ma «non per il talent: non ci interessa scimmiottare altri tipi di proposta».

«A grande richiesta» il conduttore tornerà anche su Retequattro, a novembre, con quattro nuovi appuntamenti in prima serata del Maurizio Costanzo show, riportato in auge la scorsa primavera:

«Non mi aspettavo che riscuotesse tanta attenzione da parte del pubblico, tornare è quasi una scelta obbligata».

Sempre in autunno riprenderà il suo appuntamento bisettimanale su Rtl 102.5 con Radio Costanzo show, il lunedì e il martedì in diretta alle 19 con Pierluigi Diaco e Federica Gentile:

«La radio è il mio primo amore: ho debuttato nel 1963 come autore di Canzoni e nuvole, condotto da Nunzio Filogamo. È un mezzo trasversale, capace ancora di parlare al pubblico: basti pensare ai tanti messaggi che arrivano alla redazione».

Ultimi Palinsesti