8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna: i programmi che la celebrano in tv

8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna: i programmi che la celebrano in tv

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

T
Televisione
  martedì, 08 marzo 2016
 06:00

8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna: i programmi che la celebrano in tv

L'8 marzo si celebra la Giornata Internazionale della Donna per non dimenticare le conquiste sociali, politiche ed economiche ottenute delle donne in tanti anni di lotte, ma anche per accendere i riflettori sulle discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto - e sono ancora - in tutte le parti del mondo.

RAI1 -  Oltre alla diretta dal Quirinale (ore 10:55-12:00) Rai1 ricorderà l’8 marzo attraverso la promozione della campagna di raccolta fondi della Fondazione WeWorld, associata alla Giornata ed incentrata sul tema delle donne e della violenza di genere. "Uno Mattina Storie Vere" (10:00) riserverà una pagina di approfondimento con storie e testimonial. "La Vita in diretta" (14:05) dedicherà uno spazio di approfondimento con rappresentati della Fondazione We World. "La Prova del Cuoco" (12:00) e "L’Eredità" (18:45) ricorderanno  la Giornata e promuoveranno la campagna. "Tg1/Fa’ la cosa giusta" (9:08) dedica la puntata alla “voce delle donne di Scampia", iniziativa per la giornata internazionale delle donne nello spazio delle buone pratiche del Tg1. Mercoledì 9 marzo "UnoMattina" (06:45-10:00) sosterrà la campagna con uno spazio dedicato. Il Tg1 celebrerà la ricorrenza con servizi all’interno delle diverse edizioni del Tg.

RAI2 - Martedì 8 marzo "I Fatti Vostri" (11:00) riserverà uno spazio alla ricorrenza. "Cronache Animali" (10:30) dedicherà uno spazio alle donne che si sono distinte nella difesa dei diritti degli animali. Il Tg2 dedicherà un approfondimento nell’edizione delle ore 20:30 di lunedì 7 marzo, mentre martedì 8 marzo, saranno seguite le manifestazioni dedicate alla ricorrenza con la rubrica "TG2 Insieme" (10:00) e con servizi all’interno delle principali edizioni del Tg.
 
RAI3 - Martedì 8 marzo nella trasmissione ‘’Pane quotidiano’’ (12:45) Concita De Gregorio presenterà i libri di Francesca Fornario, La banda della culla, e di Vittoria Baruffaldi, Esercizi di meraviglia. La maternità (voluta, sofferta, mancata) è sempre più al centro della nostra società. In occasione della festa della donna, Pane Quotidiano racconta il rapporto tra la figura femminile e il ruolo materno attraverso i nuovi libri di Francesca Fornario e Vittoria Baruffaldi. Nel primo, La banda della culla, sei donne scoprono come sia difficile avere figli in una società che dice di amare la famiglia ma di fatto la ostacola in ogni modo. Nel secondo, Esercizi di meraviglia, la crescita di un bambino diventa occasione di crescita anche per la donna che l'ha messo al mondo. In entrambi i casi, la riprova che la femminilità è sempre una scoperta.   ‘’Geo’’ (16:40) trasmetterà il  documentario “L'aquila e le sue donne coraggio” di Luigi Ceccarelli. Oggi il centro storico dell'Aquila sta lentamente e faticosamente rinascendo. Ma nelle pieghe di questa rinascita, si nascondono tante rinunce, e la fine di tante attività commerciali, artigianali, di ristorazione... Sotto le macerie sono insomma rimaste anche le tradizioni che facevano parte dell'identità degli aquilani. Ci sono state delle donne che alla prospettiva della scomparsa delle loro attività, costate una vita di sacrifici, si sono ribellate, e armate di solo coraggio, rischiando tutto per tutto, hanno voluto dimostrare di essere più forti del terremoto. Sono tornate a lavorare in città avendo per compagnia solo macerie e case spettrali. Le eccellenze alimentari, e non solo, diventano strumento di una riscossa impensabile, che giorno dopo giorno sta donando a queste donne di nuovo un sorriso, quello che sei anni fa credevano perso per sempre.  Parte da lunedì 7 marzo in tutti i Tg e Gr regionali, oltre che nelle rubriche, sul sito Web e sui profili social delle varie redazioni, la nuova campagna sociale della Testata Giornalistica Regionale della Rai, che si protrarrà per l’intera settimana, dedicata alle donne.  Con servizi, collegamenti in diretta, spazi di approfondimento, le 24 redazioni regionali della Rai (una per ogni regione, oltre quelle dedicate ai notiziari per le minoranze linguistiche) racconteranno l’Italia al femminile soprattutto attraverso storie di eccellenza. Storie di donne protagoniste in tutti i settori della società, dalla famiglia alle istituzioni, dal mondo dell’associazionismo a quello delle imprese, dalla scuola alle università, dal mondo dello spettacolo a quello della ricerca scientifica. Anche la rubrica "Buongiorno Regione", da lunedì a venerdì, proporrà l’informazione di servizio dedicata all’universo femminile: la salute, la prevenzione, i servizi sul territorio, i centri antiviolenza, le opportunità di studio e di lavoro. Nella giornata del 10 marzo, poi, a settant’anni dal primo voto delle donne in Italia (le elezioni amministrative del 10 marzo 1946), in molte regioni i giornalisti della Tgr raccoglieranno le testimonianze di donne protagoniste di quella storica giornata. Sarà possibile seguire la campagna anche attraverso i numerosi profili social delle redazioni regionali della Tgr: L’hashtag è #LadonnaLedonne.
 
RAINEWS24 -  Rainews24 trasmetterà, nel corso della Giornata, una serie di interviste (in diretta e registrate) a donne di successo del mondo della cultura e dello spettacolo per illuminare la condizione della donna oggi in Italia.

RAI MOVIE - Per la Giornata internazionale della Donna, Rai Movie dedica il palinsesto di martedì 8 marzo alle dive del cinema italiano e hollywoodiano, con una programmazione che spazia da La Ciociara con il premio Oscar Sophia Loren a Io ti salverò con Ingrid Bergman per la prima volta diretta da Alfred Hitchcock; da Qui comincia l'avventura interpretato da Monica Vitti e Claudia Cardinale a Pomodori verdi fritti (alla fermata del treno) con Mary Stuart Masterson e i premi Oscar Kathy Bates e Jessica Tandy in prima serata alle ore 21.15. In seconda serata, con Due partite, di scena la femminilità vissuta negli anni Sessanta da Margherita Buy, Paola Cortellesi, Marina Massironi e Isabella Ferrari e 30 anni dopo dalle loro figlie Alba Rohrwacher, Claudia Pandolfi, Carolina Crescentini e Valeria Milillo.

Ad aprire la giornata, alle ore 7.40, Amore, film in due episodi (Una voce umana e Il miracolo), diretto da Roberto Rossellini con Anna Magnani; a seguire (ore 09.00) La spiaggia, dove Martine Carol è un’ex prostituta in lotta contro il perbenismo della società. Alle 10.45 è la volta de La Ciociara di Vittorio De Sica, versione cinematografica del romanzo di Alberto Moravia con Sofia Loren, mentre alle 12.30 Gianna Maria Canale interpreta Teodora, schiava che sposò l’imperatore Giustiniano diventando imperatrice di Bisanzio. Si prosegue alle 14.10 conIngrid Bergman in Io ti salverò, con il trio Ellen Burstyn-Olympia Dukakis-Diane Ladd in Il club delle vedove (ore 16.05) e con Gena Rowlands nel film di Woody Allen, Un’altra donna (ore 18.05).    

Dirette da Carlo Di Palma, Monica Vitti e Claudia Cardinale fanno coppia in Qui comincia l'avventura alle 19.30, interpretando una bella motociclista e una stiratrice pugliese. Prima serata (21.15) all’insegna dei classici moderni con Pomodori verdi fritti (alla fermata del treno), adattamento cinematografico del romanzo di Fannie Flagg. E’ tratto invece dall’omonima pièce di Cristina Comencini il film di Enzo Monteleone, Due partite, in onda alle 23.30. La programmazione di Rai Movie per la Festa della Donna si chiude con La felicità porta fortuna(ore 01.15), Loverboy (ore 03.10) e Il profondo mare azzurro (ore 04.35).   

RAI STORIA - Ventiquattro ore per celebrare la donna e le sue battaglie per la conquista dei diritti politici e civili, a partire dal riconoscimento del suffragio universale, settant'anni fa. Così martedì 8 marzo 2016 su Rai Storia celebra la Giornata Internazionale della Donna, con un palinsesto ricco di approfondimenti, storie, ritratti al femminile di personaggi che, in Italia e nel mondo, si sono impegnate nella difesa dei diritti civili.

A simboleggiarle tutte è Anna Magnani, alla quale è dedicata il documentario inedito di Simona Fasulo proposto da "Italiani", il programma con Paolo Mieli, alle 21.30. Anna Magnani, nata nel 1908 e morta nel 1973, ha cominciato a vent'anni e fino alla fine dei suoi giorni non ha mai smesso di lavorare, in teatro e nel cinema, nell'Italia fascista e in quella del dopoguerra, dando testimonianza del sostanziale cambiamento del Paese. Ha dato voce e volto alle donne italiane, in patria e negli Stati Uniti, incarnando la popolana e la ribelle, la sciantosa, la prostituta e la madre di famiglia. Nella vita - come dice suo figlio Luca - "ha combattuto come un maschio in un mondo maschilista come quello del cinema di allora", restando fedele a se stessa, coraggiosa e anticonformista.

Jurij Gagarin, il primo cosmonauta russo, le dedicò un saluto speciale dallo spazio, a conferma che lei, e solo lei, in tutto il mondo, aveva diritto ad essere ricordata in un viaggio tra le stelle. Era il 1961, e Anna Magnani aveva già vinto l'Oscar come miglior attrice nel 1956 con "La rosa tatuata", scritto per lei da Tennessee Williams, che l'aveva vista al cinema in "Roma città aperta" e nel "Miracolo", due film di Rossellini esportati oltreoceano, come molti lavori del neorealismo all'epoca. Il documentario ripercorre la sua vita professionale attraverso spezzoni di film e interviste televisive e radiofoniche dell'epoca e con le voci e i volti dei suoi compagni d'arte, da Visconti a Rossellini, da Eduardo a Pasolini, da Totò a Gassman. Parole che si mescolano alle voci e ai volti di chi la ricorda oggi: il figlio Luca, la giornalista Patrizia Carrano, che racconta i momenti salienti della sua carriera; Osvaldo Ruggieri, che le fu compagno di vita e di teatro negli anni sessanta, mentre la storica Silvia Salvatici e lo sceneggiatore Morando Morandini jr, guardano il percorso di vita della Magnani dalla loro angolazione,  quella della storia delle donne e quella del cinema.

L'omaggio alle donne punteggia, però, tutta la giornata, a partire da "Il giorno e la Storia", in onda alle 00.10 con repliche successive, che punta i riflettori  sull' 8 marzo 1972 quando ventimila donne manifestano a Roma a piazza Campo de' Fiori, gridano slogan fino ad allora inconsueti, esigendo di gestire liberamente il proprio corpo e la scelta della maternità. "Il Tempo e la Storia", inoltre, si sofferma su tre pagine al femminile: le origini della festa della donne, alle 8.50; la conquista del voto, alle 14.50; e il 1945 delle donne, alle 20.50.

Tra gli altri appuntamenti su Rai Storia per la Giornata Internazionale della Donna, lo speciale sulle donne della Costituente, alle 10.30; la storia del movimento femminile negli anni '70 attraverso le testimonianze di Dacia Maraini e Adele Cambria; alle 12.00. Nel pomeriggio, poi,  dalle 13.00, una lunga galleria di ritratti di donne di ieri e di oggi: Giuliana Saladino, scrittrice e giornalista d'inchiesta palermitana; Marie Curie, unica donna a ricevere due premi Nobel; Giuseppina Croci, una semplice "filandina" diventata viaggiatrice in Estremo Oriente; la direttrice del Cern, Fabiola Gianotti; le premio Nobel Rita Levi Montalcini e Aung San Suu Kyi. Infine, storie di persone "normali" come le donne delle scorte a uomini delle istituzioni e magistrati impegnati contro la criminalità.

La giornata di Rai Storia si chiude, alle 23.30, con "Marisa Della Magliana", un film-intervista del 1976 sulla vita di Marisa Canavesi, una ragazza-madre che vive la sua difficile condizione sociale nel popolare quartiere della Magliana, a sud di Roma.

TV8 - Tv8 (al canale 8 del digitale terrestre o al n. 121 del telecomando Sky) nella giornata dedicata alle donne festeggia la figura femminile con una programmazione speciale per ricordare quanto essere donna sia un compito complesso e arduo, ancor di più ai giorni nostri.

#tv8marzo – la maratona in rosa – si apre alle 21.15 con Dear John di Lasse Hallström che racconta una storia d’amore epistolare, intensa e commovente, ricca di colpi di scena. In seconda serata alle ore 23.15 una grande prima visione tv con il film Come una donna, una storia di amicizia e di rivendicazione che vede protagonista la splendida Sienna Miller. Due amiche si liberano dalle pressioni di mariti, famiglia, lavoro, per intraprendere un viaggio alla ricerca di se stesse. Un viaggio on the road iniziato con la speranza di realizzare un sogno e di essere finalmente felici.

La programmazione continua per tutta la notte cambiando però genere: non solo storie, ma anche documentari che entrano nel vivo della questione femminile, sfatando alcuni tabù e luoghi comune. Si inizia con un documentario che tratta di un tema alquanto discusso, il punto g esiste? E quanto ne sappiamo sull’argomento? In questo reportage Punto G: Una storia di piacere e di promesse, partendo da primissime testimonianze risalenti agli anni ’60 e ’70, si indaga sulla sua comparsa, gli studi e l’evoluzione, fino a sottolineare come l’argomento sia diventato un vero e proprio chiodo fisso.

Si prosegue con Time Warpswives – vivere come donne di altri tempi di Sally Hewitt. È la storia di alcune donne che decidono di rivivere il passato, con tutte le contraddizioni del caso: tra queste Joanne che cerca di essere la perfetta casalinga e Sammi che tenta di impersonare quotidianamente la starlet ‘vintage’, incapaci però di abbandonare alcune comodità del mondo contemporaneo come internet!

#tv8marzo si chiude con La vera vita di Doris Payne, pluripremiato documentario di Kirk Marcolina e Matthew Pond, che racconta le avventure di una donna afro-americana, ladra per necessità. Doris Payne nella sua carriera da ladra ha derubato gioiellerie Tiffany, Cartier, è evasa di prigione più volte con eleganza e intelligenza, mettendo da parte un bottino di due milioni di dollari. Una vita al limite, una storia di segregazione razziale e di scelte che non lascerà indifferenti.

PARAMOUNT CHANNEL - Paramount Channel, il nuovo canale di intrattenimento di Viacom International media Networks Italia on air sul 27 del digitale terrestre e sui canali 27 e 127 di Tivùsat, dedica una programmazione speciale a due grandi donne e scrittrici che hanno fatto delle loro protagoniste delle icone indimenticabili nella storia della letteratura.

Si parte alle 21.10 con “Emma”, il capolavoro di Douglas McGrath, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Jane Austen. Emma Woodhouse, interpretata dalla bellissima Gwyneth Paltrow, è una giovane molto intelligente che si diletta a intromettersi negli affari altrui. Nonostante sia perennemente impegnata nel cercare di mettere insieme uomini e donne assolutamente sbagliati gli uni per le altre e coltivi un particolare interesse per le storie d’amore, Emma è all’oscuro dei suoi sentimenti per il dolce Mr Knightly (Jeremy Northman). La pellicola, molto amata dal pubblico, ha vinto il premio Oscar per la miglior colonna sonora, composta da Rachel Portman.

In seconda serata, “Cime tempestosedi Peter Kosminsky. Il racconto senza tempo di amore e passione di Emily Bronte si anima in questa pellicola, grazie all’interpretazione di Juliette Binoche e Ralph Fiennes. Girato nello Yorkshire, il film è il primo adattamento cinematografico che porta in scena la storia completa descritta dalla Bronte: quella di due generazioni di famiglie, gli Earnshaw e i Linton, con le loro vite e fortune intrecciate in una complessa rete dominata dalla passione tra Heathcliff e Cathy.

SKY ARTE - Partirà l’8 marzo su Sky Arte HD (canali 120 e 400) Artists in Love, programma in 10 episodi che racconterà le storie d’amore più romantiche, originali, appassionate, tormentate e anticonvenzionali tra pittori, musicisti, cantanti, ballerini e le loro muse. Con la guida della star di fama internazionale, Samantha Morton, ogni episodio sarà un viaggio attraverso i luoghi in cui sono nati e hanno vissuto e che hanno fatto da sfondo al loro amore. Le sconfitte, i successi e l'amore spesso travagliato saranno raccontati anche grazie a materiali di repertorio, inediti o privati, foto e filmati originali. Il programma sarà diretto da Piero Messina, Fabio Mollo e Luca Granato e arricchito con interviste ad esperti e storici. 

In una mescolanza di emozioni forti e a volte contrastanti, Artists in Love si focalizzerà su coppie come Johnny Cash & June Carter, Salvador Dalì & Gala, Pablo Picasso & Dora Maar, Amedeo Modigliani & Jeanne Hébuterne, Maria Callas & Aristotele Onassis, Richard Wagner & Cosima Liszt, Arthur Miller & Marilyn Monroe, Frida Kahlo & Diego Rivera, Federico Fellini & Giulietta Masina e Rudolf Nureyev & Erik Bruhn.

Di seguito l’ordine esatto delle puntate:

  • 8 Marzo    Artists In Love Ep.01 - Johnny Cash & June Carter
  • 15 Marzo  Artists In Love Ep.02 - Salvador Dalì & Gala
  • 22 Marzo  Artists In Love Ep.03 - Pablo Picasso & Dora Maar
  • 29 Marzo  Artists In Love Ep.04 - Amedeo Modigliani & Jeanne Hébuterne
  • 5 Aprile    Artists In Love Ep.05 - Maria Callas & Aristotele Onassis
  • 12 Aprile  Artists In Love Ep.06 - Richard Wagner & Cosima Liszt
  • 19 Aprile   Artists In Love Ep.07 - Arthur Miller & Marilyn Monroe
  • 26 Aprile   Artists In Love Ep.08 - Frida Kahlo & Diego Rivera
  • 3 Maggio   Artists In Love Ep.09 - Federico Fellini & Giulietta Masina
  • 10 Maggio  Artists In Love Ep.10 - Rudolf Nureyev & Erik Bruhn

Artistin Love è nuova produzione Sky Arts Production Hub, centro d’eccellenza europeo per la realizzazione di programmi sull’arte distribuiti a livello internazionale in tutti i Paesi in cui opera Sky, per una platea potenziale di 21 milioni di famiglie abbonate. Sky Arts Production Hub è focalizzato sulla produzione di eventi paneuropei rivolti a tutti i territori in cui opera Sky e che andranno ad aggiungersi a quelli commissionati e prodotti in ciascun paese. Rappresenta uno dei primi grandi progetti sviluppati dalla nuova Sky ed è una prova tangibile dell’opportunità di lanciare nuovi servizi a una platea più vasta di clienti. Grazie all’integrazione, le tre Sky europee hanno messo a fattor comune le proprie forze e le proprie competenze per rafforzare la leadership di Sky nel campo dei contenuti e accelerare l’innovazione in tutti i mercati in cui opera.

SKY CINEMA - "W LE DONNE”, su Sky Cinema Passion HD, martedì 8 marzo dalle 6.20, omaggia la forza e la bellezza delle donne con una rassegna di film a tema. Si parte alle 6.20 con l’incredibile viaggio in solitario della venticinquenne Robyn Davidson  in TRACKS – ATTRAVERSO IL DESERTO e a seguire andrà in onda A MIGHTY HEART – UN CUORE GRANDE, dove Angelina Jolie è la coraggiosa moglie di un giornalista, sparito dopo un incontro con un leader del fondamentalismo islamico, disposta a tutto pur di scoprire la verità. Alle 10.05 troveremo Meryl Streep nei panni di un’appassionata e tenace insegnante di violino nel film LA MUSICA DEL CUORE e a seguire il premio Oscar Julia Roberts in quelli di una docente di arte dalle idee anticonformiste in MONA LISA SMILE. Alle 14.10 l’appuntamento prosegue con IL CLUB DELLE PRIME MOGLI, dove tre donne tradite e poi abbandonate dai rispettivi mariti decidono di unire le forze per vendicarsi e alle 15.55 con COME UNA DONNA, dove due ragazze, in fuga dalla loro vita, viaggiano verso il New Mexico per partecipare ad un concorso di danza del ventre Alle 17.25 è di scena la meravigliosa Michelle Pfeiffer in PENSIERI PERICOLOSI, dove interpreta un ex militare dedita all’insegnamento, che si trova a dover fare i conti con una classe molto problematica. In preserale verrà programmata TUTTE CONTRO LUI - THE OTHER WOMAN, una frizzante commedia al femminile dove la moglie, l’amante e la fidanzata dello stesso uomo decidono di allearsi per mettere in atto una perfida vendetta e in prima serata andrà in onda NATA IERI, con Melanie Griffith nei panni di una bella e frivola subrette fidanzata con un losco affarista e Don Johnson in quelli di un colto giornalista, assoldato per insegnare alla donna l’etichetta e le buone maniere. Chiude la giornata SCUSATE SE ESISTO! con Paola Cortellesi nel ruolo di un architetto dal ricco curriculum che si trova a dover fare i conti con le difficili condizioni lavorative dell’Italia. Inoltre da non perdere l’appuntamento Donne Raccontate Da Donne, su Sky Cinema Cult, ogni martedì di marzo in prima serata.

COMEDY CENTRAL - Martedì 8 marzo, Comedy Central, il canale di VIMNI dedicato alla comicità in esclusiva su Sky al canale 124, celebrerà la festa della donna con la serata “ROBA DA DONNE”. A partire dalle 21.00, infatti, partirà una lunga serata all’insegna della comicità e della risata per tutti i gusti, con i migliori spettacoli femminili in circolazione.

Alle 21.00 si comincia, infatti, con lo spettacolo dell’irresistibile Barbara Foria dal ciclo di grande successo di Comedy Central, “Palco Doppio Palco”. Alle 23.15, poi, il film “Top model per caso” mentre, a chiudere la serata, ci penseranno gli show delle due comedian più apprezzate al mondo, ovvero “Amy Schumer Live At The Apollo” e “Ellen DeGeneres The Beginning”.

La festa della donna non è mai stata così esilarante! Appuntamento domani sera, martedì 8 marzo, su Comedy Central (in esclusica su Sky al canale 124) a partire dalle 21.00 con “Roba da donne”! Segui e commenta il programma sui portali web social ufficiali di Comedy Central: www.comedycentral.it, Facebook.com/ComedyItalia, su Twitter @COMEDYITALIA esu Instagram @ComedyItalia.

NAT GEO PEOPLE - Per milioni di persone Malala è una figura capace di trasformare il mondo, un modello d’ispirazione. Una giovane donna che ha avuto il coraggio di sfidare gli estremisti che l’hanno perseguitata, diventando, a soli 18 anni, il simbolo della lotta per la libertà e per il diritto all’istruzione. MALALA è un film importante, necessario, dedicato alla giovane studentessa pakistana, che Nat Geo People (canale 411 di Sky) porta in tv martedì 8 marzo alle 21:00 in anteprima assoluta. Un potente ritratto diretto dal Premio Oscar Davis Guggenheim (Una scomoda verità, 2007), e ispirato al libro autobiografico Io sono Malala (best seller da 15 edizioni e 250.000 copie), che esprime un messaggio di libertà e tolleranza attraverso la straordinaria forza e il coraggioso esempio di questa giovane donna.

Il documentario ci mostra Malala Yousafzai, la più giovane Premio Nobel per la Pace della storia, come una ragazza comune, coraggiosa, in costante pericolo ma che ama divertirsi come tutte le sue coetanee, e che semplicemente continua a lottare per il diritto universale di vivere e studiare. Realizzato in 18 mesi, che Guggenheim ha trascorso con tutta la famiglia Yousafzai in Inghilterra e sulle strade di Nigeria, Kenya, Abu Dhabi e Giordania, il film è l’occasione intima e confidenziale di conoscere Malala, suo padre Ziauddin, sua madre Toor Pekai e i fratelli Khushal e Atal.

Il documentario è il racconto dell’infanzia di Malala, della sua crescita personale e culturale, è la storia di una famiglia che ha detto no alla tirannia e all’integralismo religioso e delle conseguenze di un evento sconvolgente e doloroso che ha trasformato una scolara coraggiosa in una paladina dell’istruzione conosciuta in tutto il mondo.

Sempre l’8 marzo, a seguire alle 22:30, Nat Geo People propone DONNE STRAORDINARIE:I AM A GIRL. Cosa significa oggi essere donna? Spesso, in molti luoghi del mondo il solo fatto di essere donna implica una condizione di violenza, di disagio e pregiudizio. Questo documentario racconta con straordinaria lucidità le storie di sei ragazze che, a un passo dalla maggiore età, si raccontano e ci raccontano il ventunesimo secolo attraverso uno sguardo esclusivamente femminile. Incontreremo la cambogiana Kimsey, 14 anni, costretta a vendere la propria verginità; Aziza, giovane afgana, pronta a morire pur di ricevere un’istruzione; Breani, newyorkese, con la speranza di diventare famosa; l’australiana Katie, a, in convalescenza dopo l’ennesimo tentato suicidio; Habiba, camerunense, promessa sposa a un uomo anziano; e infine, Manu, 14 anni dalla Papua Nuova Guinea, pronta a diventare madre dopo il suo primo incontro sessuale.

Ultimi Video

Palinsesti TV