Formula 1, missione giovani: il nuovo modo di raccontarla in tv su Sky

Inserito da:

Simone Rossi (Satred)

S
Sky
  domenica, 07 aprile 2019
 15:30

Formula 1, missione giovani: il nuovo modo di raccontarla in tv su Sky

Federica Masolin è il volto della Formula Uno di Sky. La giornalista, 33 anni, milanese ma radici friulane, al Festival di giornalismo di Perugia ha incontrato appassionati e tanti giovani, per spiegare il suo modo di raccontare le monoposto, insieme a Davide Valsecchi con cui fa coppia fissa ogni weekend di gara. Non è certo la prima donna che si affaccia nel mondo delle quattro ruote, ma è una realtà in cui le presenze femminili sono nettamente minoritarie.

«Come mi trovo tra tutti questi maschi? Bene, molto bene - spiega all'ANSA -. Quando faccio il mio lavoro penso sempre di essere come un maschio. Maschio o femmina non fa molta differenza nel nostro lavoro, se sei appassionato o determinato, se sei cosciente di quello che puoi dare, secondo me, se sei maschio o femmina è un cliché che non esiste quasi più».

Il tentativo di Sky è avvicinare sempre più i giovani alle monoposto.

«L'idea è di svecchiare un pò un'idea legata alla Formula 1 come mondo elitario - spiega -. Quello che ci è stato chiesto è di essere curiosi, di farci guidare dalla nostra passione. I social sono un bel mezzo, abbiamo una trasmissione dedicata proprio agli utenti a casa che si chiama #skymotori. È una bella possibilità anche per la nostra professione: è un modo per conoscere il feeling, le sensazioni della gente che ci guarda da casa».

In pista la sfida è tra Ferrari e Mercedes, ma anche tutta interna alle Rosse.

«Ferrari-Mercedes è una sfida ormai bellissima da qualche anno e siamo certi che lo sarà anche quest'anno - commenta -. Leclerc ha fatto vedere di avere un grandissimo talento, è un ragazzo per bene, che va molto veloce. In termini di esperienza ha molto da imparare da Vettel, che deve forse un pò ritrovarsi, magari una vittoria potrebbe dargli un pò di morale e coraggio per tirar fuori quello che ha».

Secondo una recente ricerca condotta dall'Università del Michigan, le donne possono competere con gli uomini nella Formula Uno. Hanno le stesse reazioni allo stress e la stessa resistenza.

«A me piacerebbe che si innalzasse il livello di preparazione delle donne, prima che si possano sfidare con gli uomini - afferma la giornalista -. Il bacino di utenza è diverso, la preparazione è diversa, l'attenzione degli sponsor è diversa, quindi è normale che si parta da una posizione sfavorevole. Quando si inizierà ad investire nel mondo femminile, poi vedremo una lotta alla pari anche in termini di sfide».

Masolin parla anche di donne nei media, commentando il sondaggio della Fnsi secondo cui l'85% delle giornaliste denuncia di aver subito molestie.

«A me non è mai capitato - afferma -, è difficile ricordare anche episodi di sessismo legati alla mia professione. Sono stata sempre molto ben trattata dai miei colleghi. In generale, penso sia difficile difendersi, forse il modo che noi donne abbiamo è denunciare, non minacciare ma farsi severamente sentire».

Ultimi Video

Palinsesti TV