Serie A 2010/11 Review - Caressa, Compagnoni e Ferrero sono i principi della telecronaca

Serie A 2010/11 Review - Caressa, Compagnoni e Ferrero sono i principi della telecronaca

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original, exclusive)

S
Sport
  venerdì, 26 agosto 2011
 06:00

In attesa di capire se e come il campionato 2011/12 prenderà finalmente il via, noi ci rituffiamo per un'ultima volta nella stagione 2010/11 per il nostro consueto report con le classifiche dei telecronisti più stacanovisti dello scorsa Serie A sugli schermi di Sky, Mediaset Premium e (in parte) anche di Dahlia Tv.

Iniziamo dal ricordare il precedente vincitore, Pierluigi Pardo, che nel 2009/10 con Sky segnò il record di 48 partite commentate in 38 giornate, primato che - preannunciamo - rimarrà imbattuto. Quest'anno infatti si segnala più equilibrio nella gestione delle risorse giornalistiche anche se di tipo diverso se guardiamo Sky e Premium: il primo punta forte sulle voci più affermate (i vari Caressa, Compagnoni, Gentile, Tecca e tutti gli altri), il secondo invece sfrutta di più quelli un po' meno noti (per dirne due Ferrero e Mastria anziché i ‘big' Piccinini e Longhi) affidando loro anche partite di un certo spessore.

Serie A 2010/11 Review - Caressa, Compagnoni e Ferrero sono i principi della telecronacaFatta questa premessa non ci stupirà notare tre uomini in testa a pari merito: sono Fabio Caressa (nella foto) e Maurizio Compagnoni di Sky e Fabrizio Ferrero di Mediaset Premium, tutti e tre con 40 telecronache a testa in 38 giornate.

Segue Riccardo Gentile a quota 39, poi Massimo Tecca e Federico Mastria a 38 (con la media di 1 partita a giornata). Un equilibrio quindi che sorprende dopo il dominio dello scorso anno di Pardo (quest'anno "fermo" a quota 37), ma che è ben spiegato da alcuni fattori determinanti che esamineremo dopo il riassunto grafico con le "torte" di Sky e Mediaset.

Serie

Serie A 2010/11 Review - Caressa, Compagnoni e Ferrero sono i principi della telecronaca

Serie A 2010/11 Review - Caressa, Compagnoni e Ferrero sono i principi della telecronacaInutile notare che i due grafici si rassomigliano: a Sky è tornato in alto Caressa (+17) che l'anno prima era stato costretto a sostituire Ilaria D'Amico al timone di Sky Calcio Show rinunciando a quasi tutto il girone di ritorno. L'assenza di Pardo, passato a Cologno, e in misura inferiore anche quella di Foroni sono state rimpiazzate da un aumento delle telecronache affidate a Zancan (+8, nella foto), Trevisani (+7), Barone e Ruggero (+2 a testa) e Tecca (+1), a fronte però di una forte riduzione per Ciarravano (-25) e Massara (-13), impiegati spesso e volentieri sul calcio estero e sulla Serie B. Pressoché stabili gli altri pezzi pregiati dell'organico: Compagnoni (-4), Gentile (-7 rispetto alla stagione in cui aveva sostituito spesso e volentieri Caressa) e Di Marzio (=).

SeriePer Mediaset il discorso è più o meno sulla stessa linea: l'equilibrio è dato anche dal maggior numero di eventi trattati (ha influito anche l'acquisto in corsa della Serie B) ma con la volontà di premiare i giovani, non solo sui campi ma anche in studio (pensiamo alle conduzioni di Massimo Callegari e Mikaela Calcagno). In più gli impegni fissi di Bruno Longhi (-7, ospite ogni domenica a Controcampo) e quello di Sandro Piccinini (-2) che ha seguito l'Inter campione d'Europa a Dubai per il Mondiale per Club hanno rilanciato giornalisti come Ferrero (+2, nella foto) e Mastria (+5) a prime firme del calcio Premium. Importante anche l'ampliamento dell'organico che nel 2009/10 contava solo nove voci: ecco dunque che l'arrivo di gente nuova (Foroni e le sue 20 telecronache su tutti) ha portato quel maggiore equilibrio che quest'anno ha caratterizzato le nostre classifiche.

In chiusura un breve cenno a Dahlia Tv, emittente che ha chiuso i battenti dopo la 26esima giornata di campionato: fino a quel momento, come lo scorso anno era in testa Raniero Altavilla (31 telecronache in 26 giornate) seguito da Santarelli (21) e Mizzoni (20). Con la procedura fallimentare della società e lo stop alle trasmissioni, molti dei suoi giornalisti hanno già trovato una nuova sistemazione per la stagione che si appresta a prendere il via: Altavilla è passato a Sky, insieme a Mizzoni, Costa e Polizzi, tutti già impiegati nelle amichevoli estive e nei ‘Diretta Gol' dei turni preliminari di Champions League.

Giorgio Scorsone
per "Digital-Sat.it"
 
Ricerche e statistiche
a cura di
Simone Rossi

Serie A 2010/11 Review - Caressa, Compagnoni e Ferrero sono i principi della telecronaca

Ultimi Video

Palinsesti TV