Christian Recalcati in esclusiva: 'Amici interisti, tifiamo insieme su Premium!'

Christian Recalcati in esclusiva: 'Amici interisti, tifiamo insieme su Premium!'

News inserita da:

Fonte: Digital-Sat (original, exclusive)

D
Digitale Terrestre
  venerdì, 10 agosto 2007
 00:00

La grande novità della stagione di calcio targata Mediaset Premium sarà la presenza - per la prima volta - del commento tifoso per tutte le partite di Serie A e Champions League delle sei big, Inter, Milan, Juve, Roma, Lazio e Napoli. Telecronisti come Pellegatti, Brosio, Zampa, De Angelis, Auriemma saranno chiamati a raccontare in modo concitato le gesta della loro squadra del cuore.

Christian RecalcatiPer l'Inter campione d'Italia questo 'arduo' compito spetterà a Christian Recalcati, trentaseienne monzese, ex-commentatore del wrestling su Italia 1 e già telecronista dell'Inter per l'emittente lombarda Telenova.

Proprio al neo telecronista Premium abbiamo rivolto qualche domanda:

Christian, già pronto per il debutto fissato per domenica 26 Agosto alle 15 con Inter-Udinese?
S
i, ho aspettato l’ufficialità e la firma del contratto, ma è tutto vero. A San Siro, domenica 26 agosto debutterò sul digitale terrestre in qualità di telecronista tifoso nerazzurro. Non vedo l’ora di cominciare e di urlare Zlataaaaaaaaaaaaaaaaan Ibraaaahimoviiiiiic!!! 
 
Ci assale la curiosità di sapere com’è nata l’iniziativa: anche a te – come a Zampa – ha telefonato Piccinini proponendoti l’offerta?
No, mi ha chiamato l’amico Alberto Brandi e mi ha anticipato la chiamata di Nicola Calathopoulos, il quale mi ha fatto la proposta di commentare per loro la mia squadra del cuore in campionato e in Champions League. 
 
Cosa pensi della squadra di commentatori tifosi messa in campo da Mediaset Premium?
Non si possono certo giudicare persone del calibro di Pellegatti o tifosi come Zampa, Brosio o De Angelis… Faremo un grande lavoro, ne sono convinto.  

Sul nostro Digital-forum sono stati in tanti ad esprimere dubbi sul tuo nome, quando si sarebbe preferito il ben più conosciuto Scarpini.
Vuoi rispondere?

Roberto è un caro amico, una persona eccezionale. Fanno bene a riconoscere quale prima voce tifosa la sua, ma cercherò di stupirli e prometto di dare il massimo per la squadra e per i tifosi. Ho tatuato sulla spalla destra il logo della beneamata…l’amore è forte!
 
Finora hai commentato l’Inter per Telenova. Continueremo a vederti su quelle frequenze?
Vorrei cominciare ringraziando Gianni Visnadi e tutta la redazione di Telenova per gli ultimi due anni stupendi. Il Direttore è un grande giornalista, un numero uno. Al momento non so se sarò ancora ospite a Telenova. Mi piacerebbe tantissimo, vedremo cosa succederà in questi giorni. 

Non c’è solo il calcio tra i tuoi interessi: moltissimi ti ricordano come commentatore del wrestling su Italia 1.
Un’avventura durata 5 meravigliosi anni. Nel 2002 quale spalla di Dan Peterson, e poi co-commentatore prima con lo stesso “coach” poi con “Ciccio” Valenti. 
 
Un’esperienza che si è conclusa in malo modo dopo il caso Benoit: come hai preso la decisione del direttore Tiraboschi di toglierlo definitivamente dai palinsesti?
La decisione di Luca Tiraboschi va accettata. Dirige da anni la rete con ottimi risultati. Smackdown mi mancherà. 
 
Tutto nasce dalla decisione di considerare il wrestling un prodotto per bambini, contrariamente alle scelte di Sky (dai 14-20 anni in su) e a quanto accade negli USA: com’è nata questa scelta e ne avete mai dubitato?
Una scelta che ha portato un boom del wrestling a livelli mai visti in precedenza. Non lo dico io, non è stata una mia decisione, lo dicono i risultati. Ricordo gli oltre 3 milioni di ascolto medio nelle prime serate di un paio di anni fa o videogiochi e zaini esauriti in un lampo, per non parlare dei primi tour. Sky ha contribuito al successo avendo due telecronisti bravi e competenti, ma la TV in chiaro, anche se alcuni hanno difficoltà ad ammetterlo, ha ascolti decisamente diversi. 
 
Nella tua biografia, presente sul tuo sito ilreca.it, figura una breve apparizione come telecronista di slamball per GXT, proprio lo sport che ha rimpiazzato il wrestling su Italia 1. Stefania Carini su Europa lo ha definito un prodotto più entertainment che sport, sei d’accordo?
Ho commentato diverse puntate di Slamball per GXT.
Lo considero uno sport e non solo e sempre entertainment o “americanata”. C’è una lega, ci sono squadre, ci sono gare, nulla è deciso a tavolino, ci sono atleti di grande spessore e non lo consideriamo sport? Non scherziamo. Ho avuto la possibilità, commentando precedentemente a Valenti e Peterson, di conoscere uno dei promotori di questo sport in Italia, Carlton Myers. Nella conferenza stampa che abbiamo fatto a Milano un paio d’anni fa per promuovere questo sport, lo stesso grande cestista ha dichiarato quasi impossibile se non con mesi di allenamento saltare sui trampolini posizionati sotto canestro. Voci dagli USA dicono che il grande Shaquille O’Neill, presente più volte alle partite dello Slamball, non sia riuscito a giocare… Allenamento, tanto allenamento. Capacità di tiro, visuale di gioco, acrobazie, perché non sarebbe sport???  
 
In conclusione torniamo al calcio e alla tua Inter: come la vedi quest’anno? In queste prime uscite estive c’è qualche giocatore che ti ha colpito particolarmente?
Sarà un campionato avvincente e l’Inter con Milan e Roma si giocherà lo scudetto. La Juventus? Se rimarrà così farà fatica ad entrare nelle quattro. Mi ha impressionato Suazo, ma sono rimasto colpito dal giovane Bolzoni.
 
Infine, vuoi lasciare un saluto a tutti i tuoi 'tifosi' ascoltatori?
Cari tifosi campioni d’Italia l’appuntamento è fissato per domenica 26 agosto sul digitale terrestre!!! Ci divertiremo …..e gli altri: TUTTI A CASA!!!!

Giorgio Scorsone
per "Digital-Sat.it"

 

Ultimi Video

Palinsesti TV