DIGITAL-NEWS

Si informa che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al fine di inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l’informativa. Se si vuole negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Chiudendo questo banner si acconsente all’utilizzo dei cookie.

Digital-Forum

Orfeo: «Per evitare criptaggio sat ci auguriamo un accordo Rai / Sky».

News inserita da:

Fonte: Ansa

Economia

Il processo di passaggio ad un sistema senza banda 700, la conferma di quote preponderanti di generi di servizio nella programmazione, lo sviluppo di un nuovo canale istituzionale per avvicinare i cittadini al loro funzionamento, il lancio di un nuovo canale in lingua inglese, maggiori servizi per le persone con disabilità, l'ampliamento della tutela delle minoranze linguistiche.

Sono questi i «punti salienti» dello schema di contratto di servizio, sottolineati dal direttore generale della Rai, Mario Orfeo, nel corso dell'audizione in commissione di Vigilanza. Il contrato, ha ricordato Orfeo, prevede «la definizione dei passaggi operativi necessari a sviluppare il processo che vede il passaggio - a livello europeo - delle frequenze inserite della banda 700 dalla televisione alle telecomunicazioni e che attribuisce alla Rai il ruolo di capofila del sistema»; «la conferma dell'impostazione editoriale incentrata sulla necessità di avere una quota preponderante di programmazione dedicata ai generi più tipicamente di servizio (informazione, minori, sport, ecc.): 70% per la TV, 90% per la radio»; «lo sviluppo del nuovo canale istituzionale, per avvicinare i cittadini ai temi del funzionamento dei vari organismi (non solo il Governo e il Parlamento, ma anche quelli europei, la Presidenza della Repubblica, le Autorità, la Corte dei Conti, ecc.) e per accrescerne il senso di partecipazione dei cittadini alla vita e alla conoscenza di questi organismi». E ancora «il lancio di un nuovo canale in lingua inglese che, sul modello di quello che già fanno i principali servizi pubblici europei, vuole sviluppare una offerta destinata agli stranieri interessati a conoscere il nostro Paese; la previsione di nuove misure finalizzate ad accrescere l'attenzione della Rai verso le persone con disabilità, al fine di rendere il servizio pubblico sempre più inclusivo verso tutti i cittadini».

«Su questo aspetto vorrei sin da subito mettere in evidenza come - anche indipendentemente dalle previsioni del Contratto - abbiamo costituito un Gruppo di lavoro che già sta elaborando delle proposte operative di intervento da mettere in campo in tempi brevi per migliorare in termini non solo quantitativi ma anche qualitativi l'offerta dedicata alle persone con disabilità, nella certezza che si tratti di un'area strategica per il servizio pubblico. In tale ambito, contiamo entro il 2018 di sottotitolare le edizioni dei TG a oggi non ancora sottotitolate (TG1 delle 13.30, TG3 delle 19, e TG2 delle 20.30), di portare la sottotitolazione ai canali tematici (Rai Yo Yo, Rai Movie, Rai Premium, Rai 4), di ampliare l'offerta sottotitolata su Rai Play (che ha già una sezione apposita) e, possibilmente, di internalizzare parte delle attività oggi realizzate in appalto; da ultimo aggiungo che da dicembre riprenderemo il tavolo di confronto con le varie associazioni di tutela dei disabili. Per chiudere su questo tema, segnalo che l'attività di Responsabilità Sociale della Rai ottiene il miglior valore in termini di gradimento del pubblico (7,2) nell'ambito della ricerca periodica che facciamo sulla corporate reputation». Infine, c'è un altro punto importante sottolineato da Orfeo, ovvero «l'individuazione degli interventi per ampliare la tutela delle minoranze linguistiche da quelle storiche (previste dalla legge n. 103 del 1975), a quelle introdotte dalla Convenzione (friulano e sardo) a quelle stabilite nella legge n. 482 del 1999»

«Nei primi sei mesi dell'anno c'è stata una contrazione della raccolta pubblicitaria, ma da settembre a novembre 2017 c'è una crescita di 2 milioni di euro rispetto all'anno precedente, non c'è alcun calo». Lo ha detto il dg Rai, Mario Orfeo, rispondendo in commissione di Vigilanza alle osservazioni dei parlamentari sull'andamento di Che tempo che fa di Fabio Fazio su Rai1. «Non lego a Fazio - ha precisato il dg - né la crescita della pubblicità, né la discesa». Sulla pubblicità Orfeo ha aggiunto: «Non riscontriamo nel comportamento della Rai alcuna anomalia, rispettiamo gli affollamenti in maniera pedissequa e non siamo mai fuori dai limiti previsti dalla legge».

In merito alla trasmissione dei canali Rai sulla piattaforma satellitare, il dg ha puntualizzato che «Sky potrà trasmettere i programmi della Rai previ accordi equi e non discriminatori e in caso di controversia è previsto l'intervento di Agcom. Ci auguriamo di raggiungere un accordo utile sia a Rai che a Sky». Orfeo ha risposto anche a una domanda sul precariato in Rai, affermando che «è un tema molto presente e lo sarà ancor di più di fronte agli impegni previsti nel contratto di servizio. C'è, inoltre, un impegno formale a dedicare una riunione del consiglio di amministrazione proprio alla situazione del precariato in Rai».

«In merito agli ennesimi articoli di giornale contenenti fake news sulla trasmissione condotta da Fabio Fazio», la Rai «precisa ancora una volta che i dati di ascolto di Che tempo che fa sono assolutamente in linea con le previsioni, anche quelle degli inserzionisti pubblicitari. Confrontando i risultati complessivi del prime time domenicale di Rai1 dell'autunno 2017 rispetto all'identico periodo dello scorso anno Che tempo che fa guadagna anzi complessivamente un +1,83% di share con un costo di 410 mila euro a puntata, ovvero un terzo di un episodio di una fiction». L'azienda «ribadisce inoltre con 'grande soddisfazionè che Rai1 è la rete che guadagna di più (2 per cento) nell'attuale periodo di garanzia (dall'11 settembre a oggi). Tutte le illazioni riguardo ad un fantomatico 'panicò contenute nei predetti articoli - conclude la nota di Viale Mazzini - sono dunque destituite di ogni fondamento»

Vuoi inserire le nostre News nel tuo sito? Clicca Qui.

Elephone S7
Prova Tecnica Telefonia

Elephone S7

Smartphone
Minix Neo U1
Prova Tecnica High Tech

Minix Neo U1

Multimedia Player - Tv Box
Umidigi G
Prova Tecnica Telefonia

Umidigi G

Smartphone
Ulefone Vienna
Prova Tecnica Telefonia

Ulefone Vienna

Smartphone

Ultimi Video

  • Il bello di diventare cliente Sky con uno speciale benvenuto

    Il bello di diventare cliente Sky con uno speciale benvenuto

    Immaginatevi di esservi abbonati da pochi giorni a Sky e di non conoscere ancora la ricchezza dei contenuti e le potenzialità della tecnologia che avete in dotazione. Immaginatevi di ricevere u...

    Sky

      mercoledì, 20 settembre 2017
  • NOW TV - Be a woman, be what you want

    NOW TV - Be a woman, be what you want

    NOW TV ha realizzato una campagna composta da un video e da alcune card iconografiche con l’obiettivo di celebrare alcune icone del cinema, e non solo, in tutte le loro sfaccettature. Il claim d...

    Sky

      mercoledì, 08 marzo 2017
  • NOW TV lancia la sua offerta in HD con un divertente spot

    NOW TV lancia la sua offerta in HD con un divertente spot

    Sulla piattaforma di streaming di Sky, NOW TV, i film, le serie tv, le produzioni originali Sky, compresi gli show, sono disponibili anche in alta definizione. Si potrà così vivere al me...

    Sky

      venerdì, 24 febbraio 2017

Palinsesti TV