Mediaset verso dividendo, presto vendita piattaforma tecnologica Premium a Sky

Mediaset verso dividendo, presto vendita piattaforma tecnologica Premium a Sky

News inserita da:

Fonte: Ansa

E
Economia
  domenica, 04 novembre 2018
 06:00

Mediaset verso dividendo, presto vendita piattaforma tecnologica Premium a SkyRitorno al dividendo, dopo tre anni senza remunerazione agli azionisti. Con questo obiettivo quasi certamente raggiunto si muove Mediaset e tutto serve, a partire dal taglio costi con la cessione a Sky che il mercato ritiene prossima della piattaforma tecnologica e amministrativa di Mediaset Premium. Poi si decideranno le strategie definitive sulla pay tv, ma prima ci si deve vedere in Tribunale con Vivendi proprio sul mancato acquisto di Premium. E qui la Borsa annusa novità. Secondo fonti finanziarie, a fronte di richieste miliardarie da parte del Biscione (sia di Mediaset sia della controllante Fininvest), con la prima vera udienza fissata a Milano per l'inizio di dicembre tra l'altro di fronte a un giudice del tutto nuovo, un accordo potrebbe trovarsi tra i 600 e gli 800 milioni.

Era la cifra che in qualche modo Vivendi l'inverno scorso cercava di generare attraverso Tim con contratti di fornitura al gruppo televisivo. Tutto saltò per le difficoltà del gigante delle tlc di arrivare in Cda con il progetto e ora se i francesi vogliono la pace devono fare da soli. Ma Piazza Affari, come sempre, tifa per lo scontro e nelle ultime cinque sedute positive il titolo Mediaset è salito di oltre il 12%, tra scambi sostenuti. Il trend è iniziato dopo che Simon, la fiduciaria scelta da Vivendi per custodire quasi il 20% delle quote Mediaset a seguito del pronunciamento dell'Agcom, ha impugnato, forse fuori tempo massimo, l'assemblea di giugno dalla quale era stata esclusa. Una novità, unita al fatto che ora Vivendi non ha più il controllo di Tim e che Bolloré è uscito dal patto di Mediobanca, che fa immaginare i francesi con le mani più libere e battaglieri.

E quindi qualcuno si è riposizionato sul Biscione. Ma per ora Mediaset si sta preparando soprattutto a esercitare l'opzione per la cessione del veicolo R2 che contiene il ramo d'azienda di supporto tecnologico e amministrativo di Premium, con oltre un centinaio di dipendenti. Il taglio di questi costi, anche se poi il Biscione dovrà pagare un canone se vorrà restare nel comparto, potrà essere messo a bilancio solo dal 2019 dopo il pronunciamento dell'Antitrust. Ma intanto porta una prospettiva migliore sui conti del gruppo, che già dall'accordo più complessivo con Sky conta su un effetto positivo da 70 milioni l'anno, circa la metà contabilizzabili già sul 2018. Tutto combustibile per il ritorno al dividendo.

Ultimi Video

Palinsesti TV