Cala la pirateria digitale in tutta Europa

Cala la pirateria digitale in tutta Europa

News inserita da:

Fonte: Confindustriaradiotv

E
Economia
  giovedì, 16 dicembre 2021
 11:00

La pirateria – e la perdita di entrare che ne deriva – dopo anni in smisurata crescita, nel 2020 è diminuita del 34% in tutta Europa. A documentare quest’incoraggiante dato è stata l’agenzia dell’Unione Europea per la tutela della proprietà intellettuale (EUIPO), la quale tra il 2017 e il 2020 ha effettuato un’analisi basata su una serie di dati sull’accesso a siti web che offrono musica, film e programmi TV piratati in tutti i 28 paesi.

Grazie a ciò, è stato certificato che la pirateria cinematografica è diminuita del 51%, quella musicale del 41% e quella di contenuti televisivi del 27%. In sostanza, il dato principale che il rapporto ha messo in risalto consiste nel fatto che la pirateria digitale sia in calo per tutti e tre i tipi di contenuti.

In particolare, in Italia l’accesso a contenuti video e audio pirata è diminuito fino alla metà. Nel 2017 l’accesso a siti illegali, per utente, superava le 10 volte mensili, mentre nel 2020 l’accesso si è attestato intorto a 5,5 volte al mese. Lo studio condotto dall’EUIPO ha inoltre evidenziato anche l’impatto che il Covid-19 ha avuto sulla pirateria; durante i mesi di lockdown c’è stato un picco temporaneo di pirateria cinematografica, poi diminuita in concomitanza con la fine delle misure restrittive.

Questo trend favorevole è dovuto sia ad una maggiore disponibilità di piattaforme legali ad un prezzo economicamente più accessibile, sia all’opera di prevenzione e repressione condotta dall’Agcom.

Nonostante i dati incoraggianti la guerra alla pirateria ancora non è vinta, ma la c.d,  “direttiva copyright” recentemente implementata nell’ordinamento nazionale (D.Lgs. 8 novembre 2021 n. 177) rappresenta lo strumento cardine per garantire la tutela dei contenuti legali, dei titolari dei diritti, ponendo in capo alle piattaforme di condivisione la necessaria responsabilità.

Confindustria Radio Tv è da sempre impegnata in prima linea nella lotta alla pirateria, attività che accresce la consapevolezza diffusa su un fenomeno di criminalità organizzata, che danneggia lavoro e industria, oltre a espone a rischio di malware e furto di dati sensibili gli utenti. E’ più che mai necessario continuare con azioni coordinate a livello internazionale delle autorità e interventi di responsabilizzazione degli intermediari.

Per consultare lo studio vai QUI.

Palinsesti TV