Al Symposium internazionale HbbTV Rai pronta a lanciare la TV Rallentata

Al Symposium internazionale HbbTV Rai pronta a lanciare la TV Rallentata

News inserita da:

Fonte: Digital-News (com.stampa)

I
Internet e Tv
  lunedì, 16 ottobre 2017
 19:04

Si svolgerà a Roma, da domani a mercoledì 18 ottobre, il Symposium internazionale HbbTV, l’evento annuale che riunisce le aziende leader nell’evoluzione tecnologica televisiva. Nel corso della due giorni all’Auditorium Antonianum in viale Manzoni 1 saranno presentate grandi novità sul fronte della tv interattiva e delle applicazioni fruibili con i televisori connessi a Internet. Il nuovo standard HbbTV(Hybrid Broadcasting Broadband Tv), infatti, è destinato a sostiruire progressivamente l’MHP (Multimedia Home Platform) e renderà la fruizione televisiva sempre più interattiva, personalizzabilee inclusiva, fondendo organicamente broadband e broadcast.

La Rai, con il Centro di Ricerche di Torino (CRIT) e la Direzione Digital sarà protagonista della manifestazione con nuove applicazioni in grado di rendere più accessibili e più “utili” i televisori e i programmi televisivi. Nel proprio spazio espositivo Rai presenterà agli operatori internazionali i prototipi di nuovi servizi messi a punto per sfruttare al meglio la nuova tecnologia. Oltre all’arricchimento di alcune funzionalità già disponibili per RaiPlay, che con la nuova piattaforma saranno aggiornate e migliorate, verranno presentati - in anteprima e in esclusiva - alcuni nuovi servizi sperimentali prodotti internamente all’Azienda, capaci di migliorare la fruibilità dei contenuti on demand, fra tutti quello denominato “TV Rallentata” o “Stretch tv”, col quale si potrà fruire dell’audio e delle immagini televisive a velocità rallentata.

 Non sarà un semplice rallenty, ma una funzione preziosache consentirà di regolare la velocità delle immagini per venire incontro alle più diverse esigenze di accessibilità. Call Center Rai e associazioni di utenti più volte hanno segnalato che le persone anziane hanno difficoltà a comprendere i testi parlati, soprattutto dei telegiornali, proprio a causa della rapidità con cui vengono letti. Una riduzione di velocità, sia nelle immagini, sia nel parlato, può rivelarsi di grande aiuto anche a chi vuole imparare o migliorare la conoscenza della lingua italiana.

“L’integrazione tra broadcast e broadband è sempre più una realtà: con RaiPlay ci abbiamo investito molto e siamo ben posizionati per coglierne tutti i benefici e offrire agli italiani esperienze non solo ricche dal punto di vista dei contenuti, ma anche realmente aperte e inclusive”, ha dichiarato Gian Paolo Tagliavia, Chief Digital Officer della Rai e Amministratore Delegato di Rai Com, che parteciperà all’evento per presentare i nuovi servizi della Rai. Con questi nuovi servizi Rai va dunque a rafforzare il valore dell’inclusività, che ha particolare rilievo nella sua missione di servizio pubblico.

Ultimi Palinsesti