Serie B, Finale Andata - Cittadella vs Hellas Verona (diretta RAI 3 e DAZN)

News inserita da:

Fonte: Digital-News (original)

S
Sport
  giovedì, 30 maggio 2019
 06:00

Un dato è certo (diretta RAI 3 e DAZN): anche il prossimo anno il Veneto sarà presente nella massima serie di calcio italiana. Ma che ci vada il Verona, che in A ha anche vinto uno scudetto, o il Cittadella non è esattamente la stessa storia. Lo spareggio playoff di B permetterà a una delle due contendenti di prendere il posto del Chievo, retrocesso quest'anno tra i cadetti. Appuntamento per l'andata stasera alle 20:45 al 'Tombolato' di Cittadella, piccolo impianto da 7 mila posti, e domenica al Bentegodi di Verona per il ritorno.

Saranno i cugini dell'Hellas a rimpiazzare la società del presidente Campedelli, oppure un'altra «favola» del calcio moderno, il Cittadella della famiglia Gabrielli? Domanda che avrà la sua risposta in 180 minuti che si annunciano davvero combattuti. Se dovesse passare la formazione allenata da Aglietti, per il Verona il prossimo sarebbe il ventinovesimo campionato nella massima serie, un bottino davvero ricco per una provinciale che, secondo il parametro della tradizione sportiva della Federazione, si trova al tredicesimo posto subito alle spalle dell'Atalanta dei miracoli.

Se invece a trionfare fosse l'undici allenato da Venturato, per il Cittadella l'approdo in A sarebbe un debutto assoluto. E sarebbe un record anche per la serie A: mai un centro abitato così piccolo è approdato alla massima serie a girone unico, se si considera che il Chievo è un quartiere di Verona. Fondata nel 1973 dalla fusione tra Unione sportiva cittadellese e Club Olympia Cittadella, l'Associazione sportiva Cittadella ha al suo attivo finora dieci stagioni tra i cadetti, e quella appena trascorsa è la miglior annata in assoluto vissuta dalla società granata. Ma nella storia del Cittadella c'è un precedente davvero incoraggiante alla vigilia di questa doppia sfida con il Verona. Proprio al Bentegodi, infatti, in un drammatico spareggio contro il Brescello, il Cittadella nel giugno del 2000 conquistò la promozione in serie B. Proprio in quello stadio che ora potrebbe regalare un sogno chiamato serie A.

L'entusiasmo della prima volta contro l'esperienza di chi la serie A la conosce bene e, addirittura, l'ha pure vinta, con lo scudetto storico del 1985 "firmato" Osvaldo Bagnoli.  I granata di Venturato sono stati straordinari in semifinale contro il Benevento, ribaltando la sconfitta interna con un successo 3-0 in Campania che li ha portati ad affrontare in finale una delle formazioni candidate già all'inizio del campionato alla promozione, dopo la retrocessione dello scorso anno, ma che, nel finale di stagione, con tre sconfitte nelle ultime cinque partite, e l'esonero di Fabio Grosso, sostituito dall'ex attaccante gialloblù Alfredo Aglietti, ha rischiato di compicarsi la vita.

L'ULTIMO PRECEDENTE (4/5/2019) - Nel primo tempo partono subito forte i padroni di casa che passano con un bel gol di Diaw al 21′ su assist di Adorni. Passano 11 minuti e arriva il gol di Moncini, sempre più capocannoniere del 2019 che sfrutta al massimo un passaggio preciso di Branca. Prima dell’intervallo arrotonda il punteggio capitan Iori. Nella ripresa gli ospiti ci provano ma l’impresa si fa ancora più difficile dopo l’espulsione di Faraoni per doppia ammonizione. Il match quindi scivola fino al termine con i granata che controllano e portano a casa i 3 punti.

IL REGOLAMENTO - La doppia sfida tra Cittadella ed Hellas Verona stabilirà la terza promossa in Serie A dopo Brescia e Lecce. Il regolamento della finale prevede che si disputino gare di andata e ritorno, quest’ultima in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità di punteggio dopo 180’ si tiene conto della differenza reti nelle due partite, in caso di ulteriore parità viene considerata vincente la squadra meglio posizionata in classifica al termine del campionato. Visto che le due squadre non hanno chiuso il campionato con gli stessi punti in classifica, la gara di ritorno non prevede tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore.

LA DIRETTA TV DELLA PARTITA - Copertura davvero importante per questa finale di andata sia in chiaro (RAI) che a pagamento (DAZN). Per quanto riguarda l'emittente pubblica appuntamento dalle 20:55 su Rai 3 con la telecronaca di Fabrizio Tumbarello e Giuseppe Galati. Interventi e interviste a cura di Angelo Oliveto. Studio pre e post partita condotto da Giovanna Carollo con ospite Roberto Rambaudi. Gli abbonati a DAZN [clicca qui per attivare un mese gratuito] avranno accesso al match con prepartita dedicato in diretta dallo stadio Tombolato a partire dalle 20:45 con Marco Russo e Dario Marcolin. Alle 21 fischio di inizio con la telecronaca di Ricky Buscaglia e Stefan Schwoch. Bordocampo ed interviste di Tommaso Turci

Articolo a cura di Simone Rossi
per "Digital-News.it"
(twitter: @simone__rossi)

Ultimi Video

Palinsesti TV