Tribunale respinge ricorso Rai (contro Sky e Mediaset) per diritti Champions

Tribunale respinge ricorso Rai (contro Sky e Mediaset) per diritti Champions

News inserita da:

Fonte: Ansa / Gazzetta Sport

S
Sport
  venerdì, 16 agosto 2019
 15:46

È stato respinto il nuovo ricorso presentato dalla Rai al Tribunale di Milano per la trasmissione in chiaro delle partite di Champions League nella prossima stagione. La Champions, intesa come il miglior match del mercoledì sera, è dunque confermata su Mediaset,. Rai aveva contestato la decisione di Sky, titolare dei diritti esclusivi della manifestazione, di non dare seguito all’opzione a favore della tv di Stato per le restanti due stagioni del ciclo 2018-21.

Sky era “uscita” dal contratto con la Rai sulla base delle mutate condizioni del mercato, visto l’ingresso sulla scena dei diritti della Serie A di Dazn, che trasmette tre partite a giornata del campionato. Il Tribunale di Milano, già a fine giugno, aveva bocciato il ricorso d’urgenza promosso dalla Rai ritenendo insussistenti i presupposti per un provvedimento urgente. Successivamente è stato sottoscritto l’accordo tra Sky e Mediaset che consentirà a quest’ultima di trasmettere in chiaro una partita del mercoledì. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport con l’ordinanza di oggi il Tribunale ha dichiarato inammissibile il reclamo nei confronti di Mediaset-Rti (che non era stata chiamata nella prima fase cautelare) e ritenuto nuovamente insussistenti i presupposti che avrebbero potuto giustificare l’emissione di un provvedimento urgente.

La Rai non vanta “alcun rilevante interesse ad ottenere in questa sede cautelare una pronuncia di revisione dell’originaria decisione cautelare”, anche considerando che Mediaset aveva già legittimamente acquisito in sublicenza i diritti sulla Champions da Sky. I giudici scrivono inoltre che “l’efficace esercizio da parte di Rai del diritto di opzione concessole nel contratto relativo alla stagione 2018-19, alla luce delle obiezioni che Sky vi ha mosso già in prime cure, è allo stato seriamente revocabile in dubbio”.  La tv pubblica - si apprende ancora - è stata condannata a rifondere 15mila euro di spese legali a Mediaset e 10 mila a Sky (difesa dallo studio Cleary Gottlieb).

Ultimi Video

Palinsesti TV