Felicia Impastato, nella fiction di Rai 1 il suo no alla vendetta, la lotta per la giustizia

Felicia Impastato, nella fiction di Rai 1 il suo no alla vendetta, la lotta per la giustizia

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

T
Televisione
  giovedì, 05 maggio 2016
 16:22

Felicia Impastato, nella fiction di Rai 1 il suo no alla vendetta, la lotta per la giustiziaLe e' stata offerta vendetta. L'ha rifiutata. Ha lottato per ottenere giustizia, impermeabile a ogni rassegnazione, e con tenacia l'ha infine ottenuta. e' Felicia Impastato, la mamma di Peppino Impastato, morta nel 2004 due anni dopo la condanna all'ergastolo del responsabile della  morte di suo figlio, ed ora interpretata davvero con l'anima dall'attrice Lunetta Savino nel tv movie  'Felicia Impastato', in onda martedi' 10 maggio in prima serata su Rai1 e al centro della conferenza stampa di oggi in Viale Mazzini.

Una conferenza, arrivata al termine della visione del film per la stampa, cui hanno preso parte il direttore di Rai Fiction Tinni Andreatta; il regista Gianfranco Albano; la scrittrice Monica Zapelli, che ha lavorato al soggetto e alla sceneggiatura in tandem con Diego De Silva; Barbara Tabita, che nel tv movie ha vestito i panni del giudice Franca Imbergamo, presente anche lei in Rai oggi; Antonio Catania (nella fiction giudice Rocco Chinnici), Matteo Levi  della '11 Marzo Film' che ha prodotto con Rai Fiction 'Felicia Impastato'. Ma c'era anche il fratello  di Peppino, Giovanni Impastato, che questa mattina il Dg Rai Campo Dall'Orto ha voluto incontrare e  che ha svolto un ruolo di consulenza per il tv movie. Ad interpretarlo l'attore Carmelo Galati,  intervenuto oggi in Rai.

«La Rai ha scelto di dedicare racconti di una serata o mini-serie alle  grandi storie civili che appartengono al patrimonio di memoria e identita' del nostro paese - ha detto  Andreatta introducendo il tvmovie - Lo abbiamo fatto con Lea Garofalo e in questo caso ereditiamo il  testimone de 'I cento passi' (film dedicato a Peppino Impastato, ndr), un film che fa parte del  patrimonio di legalita' dell'Italia. Felicia e' una donna ha compiuto una scelta, quella di parlare,  mentre era circondata dalla colpevole indifferenza del paese». «Peppino Impastato - ha sottolineato Andreatta - e' morto nello stesso giorno in cui e' morto Aldo Moro e il fatto di raccontare a distanza di tutti questi anni la storia di Felicia e' un modo per far rivivere la memoria che il Servizio Pubblico e' in grado di riportare alla mente con la potenza narrativa del racconto di una fiction. Felicia ha aperto le porte della sua casa a tutti per far conoscere la storia di sua figlio e la sua lotta alla mafia. Ed ora e' come se noi avessimo in mano il testimone per fare lo stesso, aprendo quella stessa porta agli italiani. La sceneggiatrice Zapelli e il regista Albano sono riusciti a realizzare, senza indulgenze, un racconto di grande forza e rigore; Lunetta Savino ha regalato a questa storia il suo corpo e la sua anima».

E a Lunetta Savino, che ha ricevuto oggi gli applausi di tutti i giornalisti presenti alla visione, sono andati anche i complimenti del regista:

«Lunetta e' stata capace di fare un lavoro raro, quello di vedere e rivedere i documenti su Felicia fino alla nausea non per imitarla ma per trovarne l'essenza. Il film e' in soggettiva - ha evidenziato - e' come se Felicia fosse chiamata a raccontare e la sua storia sfugge alla tentazione di spettacolarizzare il dolore come era nel suo modo di essere. Ci sono, piuttosto, fierezza e rabbia».

La fierezza che esprimono a pieno gli occhi di Lunetta Savino in questo tv movie:

«Ho amato subito Felicia - ha raccontato l'attrice - Ho visto tutte le videointerviste che le sono state fatte per cogliere di lei ogni dettaglio. Ed ho fatto miei atteggiamenti e modi di parlare come il suo personalissimo modo di dire si' e la luce ironica nello sguardo per raccontarla al meglio. Felicia, diversa da ogni siciliana contemporanea a lei, e' - secondo Lunetta Savino - un esempio forte per le giovani donne di oggi perché parlava con chiarezza, senza vergogna. E anche se il suo linguaggio era quello di una donna che aveva fatto la quinta elementare arrivava dritta al punto grazie alla sua grandissima intelligenza».

Felicia Impastato, nella fiction di Rai 1 il suo no alla vendetta, la lotta per la giustizia

Un momento nella sede Rai di viale Mazzini durante la presentazione del Film tv ''Felicia Impastato'

Ultimi Video

Palinsesti TV