DIGITAL-NEWS

Si informa che questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, al fine di inviare servizi e messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate durante la navigazione. Se si desidera saperne di più leggere l’informativa. Se si vuole negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie cliccare qui. Chiudendo questo banner si acconsente all’utilizzo dei cookie.

Digital-Forum

Gabanelli rifiuta Rai News, è scontro: «Non metto faccia in testata non mia».

News inserita da:

Fonte: Ansa

Televisione

Gabanelli rifiuta Rai News, è scontro: «Non metto faccia in testata non mia».Il giorno dopo la proposta della condirezione di Rainews, avanzata dal cda su iniziativa del consigliere Carlo Freccero, arriva il no di Milena Gabanelli che mette seriamente a rischio, dopo anni di successi alla guida di Report, la sua permanenza nella tv pubblica. Anche perché la replica del consiglio non è di quelle morbide, anzi. Il vertice di Viale Mazzini giudica «sorprendente e non comprensibile» la scelta di rifiutare «la condirezione di una delle più importanti testate del servizio pubblico». Insomma, da oggi tutte le strade sembrano aperte e non è detto che il pressing che arriva da più parti per fare in modo che la conduttrice resti in Rai vada a buon fine.

La giornalista, assunta come vicedirettrice per rilanciare il digitale della tv pubblica dal passato dg Antonio Campo Dall'Orto dopo la scelta di lasciare Report, si è autosospesa. La proposta era di occuparsi del rilancio del digitale Rai, con una squadra di quaranta giornalisti. «Non me la sento di mettere la faccia su un prodotto che non firmo (non essendone il direttore responsabile) - afferma -, ho chiesto oggi al dg di concedermi l'aspettativa non retribuita, fino a quando il cda avrà varato il nuovo piano news e deciso quegli accorpamenti che sarebbero il preludio per il varo di una nuova testata. Se a quel punto intenderà affidarmi la direzione troverà la mia disponibilità». Il riferimento è al piano per l'informazione che gli ultimi dg non sono riusciti a realizzare e che l'attuale Mario Orfeo vorrebbe invece mettere a punto entro la scadenza del suo mandato. «Il mio lavoro - spiega l'ex curatrice di Report - è da tempo ultimato, e il piano prevede quasi esclusivamente l'utilizzo di risorse interne. L'ostacolo è questo: le testate sono troppe e finché non se ne accorpa qualcuna non si può varare una nuova testata. L'interpretazione del Cda è stata: non è possibile approvare una nuova testata perché prima c'è qualche testata di troppo da accorpare, e si fa fatica a farlo». «Come certamente anche Gabanelli sa - replica il cda - una nuova Direzione di testata non può essere varata se non nel contesto del nuovo piano dell'informazione che deve essere predisposto secondo le tappe e i criteri imposti dalla convenzione» Stato-Rai. Quindi l'affondo: «non si può governare l'azienda sulla base dei desiderata dei singoli».

«Purtroppo - è la controreplica di Gabanelli - il cda ha preso una decisione senza mai entrare nel merito, se però decidesse di farlo io sono ovviamente sempre disponibile a fornire tutti gli elementi utili. Sono convinta che con una maggiore disponibilità al confronto si possa fare l'interesse dell'azienda, e non 'dei desiderata dei singolì». Prima del no della conduttrice, Freccero aveva invitato la giornalista ad accettare la proposta «quale punto d'avvio di un percorso più ampio». Situazione in stand by, dunque, ma non è detto che lo stallo duri a lungo. Gabanelli ha un contratto con il Corriere della Sera, ma è possibile che altre reti si facciano avanti a questo punto per averla nelle loro fila. «Se fosse a spasso ci penserei - dice ad esempio il direttore de La7 Andrea Salerno -, ma non credo che lasci la Rai». «La scelta della giornalista di autosospendersi dalla Rai è il fallimento di Mario Orfeo, troppo legato a logiche politiche per permettere alla Rai di avere una testata digitale moderna e indipendente», affermano i parlamentari del MoVimento 5 Stelle in commissione di Vigilanza Rai. «La presa di posizione di Gabanelli appare sorprendente e poco comprensibile - sostiene invece il deputato Pd Michele Anzaldi -. Dice di aver deciso di rifiutare la proposta perché non se la sente di mettere la faccia su un prodotto che non firma. Ma se le cose stanno così, perché ha accettato la nomina da vicedirettore?». I colleghi di Rai3 della giornalista, Bianca Berlinguer, Federica Sciarelli e Riccardo Iacona, chiedono all'azienda di fare il possibile per non perdere Gabanelli. «Sarebbe una grave perdita per la Rai se dovesse lasciarsi scappare una risorsa come Milena», afferma, inoltre Sigfrido Ranucci, che dalla giornalista ha raccolto il testimone di Report.

Vuoi inserire le nostre News nel tuo sito? Clicca Qui.

Elephone S7
Prova Tecnica Telefonia

Elephone S7

Smartphone
Minix Neo U1
Prova Tecnica High Tech

Minix Neo U1

Multimedia Player - Tv Box
Umidigi G
Prova Tecnica Telefonia

Umidigi G

Smartphone
Ulefone Vienna
Prova Tecnica Telefonia

Ulefone Vienna

Smartphone

Ultimi Video

  • Il bello di diventare cliente Sky con uno speciale benvenuto

    Il bello di diventare cliente Sky con uno speciale benvenuto

    Immaginatevi di esservi abbonati da pochi giorni a Sky e di non conoscere ancora la ricchezza dei contenuti e le potenzialità della tecnologia che avete in dotazione. Immaginatevi di ricevere u...

    Sky

      mercoledì, 20 settembre 2017
  • NOW TV - Be a woman, be what you want

    NOW TV - Be a woman, be what you want

    NOW TV ha realizzato una campagna composta da un video e da alcune card iconografiche con l’obiettivo di celebrare alcune icone del cinema, e non solo, in tutte le loro sfaccettature. Il claim d...

    Sky

      mercoledì, 08 marzo 2017
  • NOW TV lancia la sua offerta in HD con un divertente spot

    NOW TV lancia la sua offerta in HD con un divertente spot

    Sulla piattaforma di streaming di Sky, NOW TV, i film, le serie tv, le produzioni originali Sky, compresi gli show, sono disponibili anche in alta definizione. Si potrà così vivere al me...

    Sky

      venerdì, 24 febbraio 2017

Palinsesti TV