Cardani (Agcom): «Ci sono emittenti locali che occupano solo frequenze»

Cardani (Agcom): «Ci sono emittenti locali che occupano solo frequenze»

News inserita da:

Fonte: Adnkronos

D
Digitale Terrestre
  mercoledì, 10 ottobre 2018
 16:20

 Cardani (Agcom): «Ci sono emittenti locali che occupano solo frequenze»Nell'attuale ripartizione dello spettro frequenziale ci sono «tv locali che si limitano a trasmettere un 'periscopio's, che - avendo una risorsa preziosa - non la sanno nè la vogliono utilizzare, ma la occupano sperando di poterla utilizzare o di poterla rivendere» in seguito. Ad affermarlo, in audizione al Senato, il presidente dell'Autorità per le comunicazioni, Angelo Marcello Cardani, parlando del tema della ripartizione delle frequenze che vedrà la riduzione dello spettro riservato alle tv, in particolare sulla banda 700 mhz, per far posto agli operatori telefonici per il 5G. «È chiaro che dire 'chi non trasmette ruba risorse alla comunità' è uno statement politico e io voglio astenermi; non capisco perché l'Agcom dovrebbe ergersi a giudice in modo negativo o positivo» precisa Cardani osservando che «questo lo devono fare le autorità politiche». Non spetta quindi ad Agcom pronunciarsi sull'emittenza locale per ciò che attiene l'«occupazione di risorse collettive in un momento in cui lo spazio a disposizione di broadcasters deve ridursi perchè la banda dei 700 mhz viene destinata ad un altro uso per la comunità», anche se «quando le risorse sono poche e la coperta è corta c'è chi dice che ha freddo ai piedi anche se i piedi sono di marmo» conclude il presidente. 

Nel corso dell'audizione Cardani ha spiegato come da parte dell'Agcom sia stata inviata al Mise nel luglio scorso una segnalazione con «alcune possibili direttrici di revisione» in merito alla gestione dello spettro frequenziale. «In particolare, in nome dell'efficienza allocativa abbiamo chiesto una più meditata riflessione sul criterio di riparto delle risorse frequenziali tra operatori nazionali e locali, ricordando - ha spiegato Cardani - come da tempo l'Autorità ritiene non più attuale il vincolo normativo della riserva di 1/3 delle frequenze per l'emittenza locale». «Nel medesimo documento abbiamo altresì sollevato alcune perplessità in ordine ai criteri di conversione dei diritti d'uso delle frequenze degli operatori di rete nazionali in diritti d'uso di capacità trasmissiva in tecnologia DVB-T2 e alle soluzioni per stimolare partnership tra operatori per la realizzazione della rete» ha detto Cardani ricordando infine «che l'Autorità è parte attiva del Tavolo di coordinamento denominato TV 4.0, istituito presso il Mise per assicurare la piena realizzazione dell'importante processo di riassetto richiesto dalla legge e lavora in collaborazione con il Mise per rendere operativo il percorso di liberalizzazione». 

Ultimi Video

  • 65 anni di notizie della RAI

    65 anni di notizie della RAI

    65 anni fa nasceva la televisione italiana. Dopo un annuncio letto da Fulvia Colombo la mattina di domenica 3 gennaio 1954, il primo programma in onda è 'Arrivi e partenze', condott...
    T
    Televisione
      giovedì, 03 gennaio 2019
  • Da sempre insieme, Elena Piacenti canta Sergio Endrigo per lo spot TIM

    Da sempre insieme, Elena Piacenti canta Sergio Endrigo per lo spot TIM

    Ascoltate questo video e chiudete gli occhi. Sicuramente riconoscerete la celebre "Io che Amo Solo Te" di Sergio Endrigo, diventata la colonna sonora di una nota compagnia di telecomunicazioni...
    T
    Televisione
      mercoledì, 02 gennaio 2019
  • Video Tutorial | Calcio Sky sul digitale terrestre

    Video Tutorial | Calcio Sky sul digitale terrestre

    Sky Sport sul digitale terrestre - il meglio del grande sport, anche in HD. 2 canali di sport, Sky Sport Uno e Sky Sport 24. Lo spettacolo unico del calcio europeo con tutte le partite delle squad...
    S
    Sky
      venerdì, 03 agosto 2018

Palinsesti TV