Mediaset, riapre su Spagna e Vivendi. Ipotesi nome Mfe per capogruppo in Olanda.

Mediaset, riapre su Spagna e Vivendi. Ipotesi nome Mfe per capogruppo in Olanda.

News inserita da:

Fonte: Ansa

E
Economia
  martedì, 27 aprile 2021
 19:17

Mediaset, riapre su Spagna e Vivendi. Ipotesi nome Mfe per capogruppo in Olanda.Alla fine con la sede legale in Olanda la capogruppo di Mediaset potrebbe chiamarsi Mfe - MediaforEurope, cioè il nome della holding internazionale nella quale il Biscione intendeva far confluire tutte le sue attività. È quanto sta pensando il Cda del gruppo televisivo fondato da Silvio Berlusconi, anche per spiegare che la strategia di sviluppo europeo non viene abbandonata, anche con il possibile ritorno della fusione con Mediaset Espana.

Ma l'intento è soprattutto quello di creare una piattaforma in un Paese terzo dove Vivendi possa convergere, nel caso si riaprisse dopo tanta guerra il dossier dell'alleanza internazionale. È ovviamente un percorso lungo e accidentato, anche perché le condizioni del mercato in cinque anni sono molto cambiate. E soprattutto perché la fiducia tra i due gruppi resta su un livello bassissimo. Ma appare una strada obbligata o comunque da tentare.

«Vogliamo rinforzare la nostra strategia europea, siamo sempre più convinti della nostra scelta», spiega Marco Giordani, direttore finanziario del Biscione, agli analisti durante la conference call sui conti 2020, aggiungendo che questa strada punta all'abbandono delle cause legali e dovrebbe creare il terreno migliore perché non si ripetano i ricorsi da parte degli azionisti.

I francesi per ora non rispondono e il Biscione spiega che l'ipotesi di «una futura fusione con Mediaset Espana non è sul tavolo per i prossimi mesi. È ora di muoversi e il primo passo è lo spostamento ad Amsterdam», che dovrà essere ratificato dall'assemblea straordinaria del 23 giugno prossimo, conferma Giordani. Il direttore finanziario del Biscione rispondendo a diverse domande, anche molto teoriche, dice inoltre che in astratto «ci piacerebbe comprare la Rai, ma onestamente non è praticabile», mentre sulla manifestazione di interesse per il gruppo francese M6 Giordani conferma che Mediaset «è in corsa», ma vede «poche possibilità».

Il Biscione non si sente per ora di dare stime finanziarie sull'intero 2021, ma è molto ottimista sulla raccolta pubblicitaria, che nel primo trimestre ha segnato una crescita del 6,1%, con il mese di aprile che «è ancora positivo sopra le attese», secondo Matteo Cardani, Publitalia general manager marketing. Che fornisce il dato più apprezzato dalla Borsa: l'intero secondo trimestre «segnerà sicuramente un aumento con una doppia cifra molto elevata ('very high double digit') rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso» segnato dal primo lockdown.

Intanto nella 'galassia Berlusconi' Mondadori ha rinnovato il Cda confermando Marina Berlusconi presidente e nominando Antonio Porro amministratore delegato dopo otto anni di guida parte di Ernesto Mauri.

«È una nomina in una linea di assoluta continuità e coerenza: la Mondadori Libri, di cui Porro era già responsabile, rappresenta infatti il core business della casa editrice e la fonte di gran lunga principale della sua redditività», afferma Marina Berlusconi salutando l'a.d. uscente e confermando che «la missione» affidata a Porro «non può che vedere tra i principali obiettivi la crescita e lo sviluppo, assieme al consolidamento dei risultati raggiunti».

Ultimi Video

Palinsesti TV