Telecomandi senza stress e in armonia

News inserita da:

Fonte: Simone

H
HiTech
  venerdì, 11 maggio 2007
 00:00

Salotto: divano, tv, amplificatore stereo/home cinema, dvd, vcr, computer. Cavi. Tanti cavi. Telecomandi. Già telecomandi, una caterva di telecomandi: uno per ogni apparecchio.

E al buio non li si trova mai. Anzi, per la Legge di Murphy in mano si ha sempre il telecomando sbagliato. La soluzione?

Un telecomando universale, di quelli che magari rimbalzano ma poi fanno impazzire con i codici? No, molto meglio qualcosa di più evoluto, davvero programmabile e capace di gestire non un apparecchio per volta, il dvd player o il televisore per esempio, ma interi sistemi.

E gli impianti audio video moderni sono molto complicati da controllare: se una volta bastava commutare l'ingresso tv/video adesso bisogna smistare segnali analogici e digitali provenienti da ogni sorgente di contenuti.

La riposta all'affollamento dei telecomandi e all'esigenza di controllare tutto, magari anche il climatizzatore, da un unico punto si chiama Logitech Harmony ed è una gamma di telecomandi programmabili.

Ma programmabili davvero, in modo facile e attraverso una sorprendente interfaccia web che guida l'utente passo passo. La gamma Harmony è composta da sei modelli da 100 a 400 euro. I prezzi dunque non sono popolari, ma bisogna considerare che offrono un servizio impareggiabile: la programmazione e l'utilizzo non più per tipo di apparecchio bensì per attività.

Questo vuol dire che il telecomando gestisce contemporaneamente un set di apparecchi deputati a una data funzione quale per esempio guardare un dvd o una trasmissione di Sky. E a questo punto con la pressione di un tasto si accende il televisore, il dvd player, si attiva l'ingresso corretto e si mette in funzione anche l'amplificazione audio.

Tutto in una volta sola ed è una gran comodità evitare di accendere a cascata gli apparecchi, armeggiare con una decina di telecomandi per regolare il volume con uno e andare al capitolo successivo di un film con un altro. E le cose non andrebbero meglio con un comune telecomando universale.

La forza degli Harmony, e dunque la giustificazione del prezzo, sta nel mix di varietà di apparecchi e attività controllabili, nella facilità d'uso e nella programmabilità via internet: si collega il telecomando al pc via Usb e si selezionano gli apparecchi posseduti.

Rispondendo a facili domande poi l'apparecchio sarà programmato in base al tipo di attività desiderata. E nel database di Logitech ci sono quasi 200mila apparati di 4.500 costruttori con 8mila nuove entrare al mese. E così si riesce a gestire anche prodotti di 20 anni fa.

Ma quale Harmony scegliere? Se non si hanno esigenze di controllare decine di dispositivi e apparati in radio frequenza, come il climatizzatore o strumenti domotici, i modelli 525e 555 sono quelli giusti per liberare il divano dalla adunata di telecomandi.

Mario Cianflone
per "Il Sole 24 Ore"

Ultimi Video

Palinsesti TV