Ecco il progetto 'Rai Worldwide' dedicato all'estero

News inserita da:

Fonte: News Press

S
Satellite / Estero
  lunedì, 30 luglio 2007
 00:00
Ufficiosamente si chiama "Progetto Rai Worldwide" e anche se questa é una "denominazione provisoria", AmericaOggi ha avuto occasione di parlarne in esclusiva con il nuovo amministratore delegato, il Professor Carlo Sartori.

La divisione in cui opererebbe Rai Worldwide é ufficialmente chiamata NewCo Rai International, una consociata Rai costituita nel 2003, ma rimasta dormiente fino alla nomina di Sartori.

La parte del leone della NewCo la fa Rai International, definita nel progetto il "canale bandiera". Sono allo studio diverse ipotesi: una definita a "bassa integrazione" ed un'altra ad "alta integrazione".

Entrambe prevedono l'integrazione di varie consociate Rai che operano nel settore internazionale come, ad esempio, RaiTrade (vendita di contenuti), Rai Corp. (servizi), RaiCinema (produzione e distribuzione), oltre a Rai International ed altri canali come Rai News24, ed eventi come PrixItalia (il piú vecchio, in termini di etá, festival Tv del mondo).

Il concetto di Rai Worldwide ricalca il collaudato modello inglese della Bbc Worldwide ma include altre strutture Rai che si occupano di attivitá internazionali come RaiSat (bouquet satellitare), RaiClick e RaiNet (fruizione via Internet tramite computer).

RAILa parte piú interessante del progetto, comunque (almeno per il pubblico italiano in Nord America), sarebbe la monetizzazione delle Reti Rai (come Rai-1, Rai-2 e Rai-3) presenti oggi in Europa sui satelliti Hot Bird di Eutelsat.

Attualmente i canali Rai (esclusa Rai International) sono ricevibili in tutta Europa via satellite, cavo o tramite la tecnologia IpTv, cioé con il protocollo Internet ma fruibile tramite ricevitore Tv tradizionale.

Con il progetto Rai Worldwide anche Rai International dovrebbe essere ricevibile in Europa (Italia inclusa), mentre i canali Rai dovrebbero essere accessibili fuori Europa.

Ultimi Video

Palinsesti TV