La Serie A non si accontenta delle offerte sui diritti tv esteri, parte trattativa privata

La Serie A non si accontenta delle offerte sui diritti tv esteri, parte trattativa privata

News inserita da:

Fonte: ItalPress

S
Satellite / Estero
  venerdì, 22 settembre 2017
 21:41

La Serie A non si accontenta delle offerte sui diritti tv esteri, parte trattativa privataLa Lega Calcio di Serie A non si accontenta dell'offerta pervenuta da una trentina di operatori per la cessione dei diritti televisivi esteri per il triennio 2018/21. Così decide di andare a trattativa privata con gli offerenti, per accrescere il valore dell'offerta. È quanto emerso dall'assemblea straordinaria di oggi, che ha dato mandato al direttore generale della Lega Calcio, Marco Brunelli, e al sub-commissario Paolo Nicoletti di dare il via a una serie di colloqui con i possibili acquirenti, per poter chiudere entro la fine del mese di ottobre.

«Abbiamo ricevuto un numero di offerte così numerose che abbiamo deciso di andare a trattativa privata, auspicandoci che ci sia un'integrazione. Abbiamo indicato il direttore generale Brunelli e l'avvocato Nicoletti che si recheranno a Londra per aprire la trattativa che riguardi alcuni passaggi migliorativi dell'attuale offerta. È un trend positivo e questo è nell'interesse del Paese calcistico. Si chiuderà tutto entro il 31 ottobre», ha detto il commissario straordinario della Lega Calcio, Carlo Tavecchio.

«Sono notevoli queste offerte, a differenza di quanti pensavano che avevamo un Paese non appetibile, si è dimostrato l'opposto». Tavecchio ha anche risposto alle parole del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, che in mattinata aveva richiesto a gran voce la riduzione delle squadre nel massimo campionato italiano e aveva criticato l'operato dell'advisor Infront, in grado di ricevere le offerte per i diritti televisivi esteri notevolmente inferiori rispetto a quanto ottenuto dalla lega spagnola e dalla Premier League inglese 

«Avrei preferito che due Presidenti andassero a negoziare i diritti televisivi per l'estero con la presenza di Infront come advisor e non come negoziatore. Invece sono stati scelti l'avvocato Paolo Nicoletti (commissario della Lega Calcio) e Marco Brunelli (direttore generale Lega Calcio). Nulla in contrario per Nicoletti che stimo professionalmente. Invece trovo completamente inadeguata la figura di Brunelli».

Queste le parole del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis in una nota pubblicata sul sito ufficiale del club azzurro.

Ultimi Video

Palinsesti TV