Audiocoop, Rai Sat Musica per far crescere la musica italiana

News inserita da:

Fonte: Off

S
Satellite / Estero
  venerdì, 15 giugno 2007
 00:00

I primi risultati ottenuti dal "Tavolo della musica" in questi giorni hanno soddisfatto quanti si stanno impegnando per il miglioramento della condizione della musica italiana.

Alla soddisfazione espressa ieri, proprio su queste pagine, dal Presidente della Commissione Cultura Pietro Folena, si aggiunge oggi quella di Giordano Sangiorgi, presidente di Audiocoop, il primo a scendere in campo nell'organizzare un soggetto in grado di far riunire allo stesso tavolo Governo e maggiori associazioni musicali italiane.

Ora Sangiorgi si dice "estremamente soddisfatto" di quanto il "Tavolo della musica" sia riuscito a fare fino ad ora, e chiede che a questo primo passo faccia seguito un lavoro continuo e duratore per riuscire ad arrivare presto ad una nuova legge per la musica.

Ieri Folena ha parlato di una possibilità di inserire la tematica della musica in Rai?
Sarebbe una grande possibilità data alla nostra musica. Il progetto che abbiamo messo sul tavolo noi è quello della creazione di un canale tematico. L'idea è quella di creare "RaiSat Musica", un canale satellitare che preveda anche un grande portale on-line perché non possiamo comunque correre il rischio di rimanere tagliati fuori dal grande mercato digitale e per far si che il grande patrimonio musicale italiano, storico e moderno, possa avere una grande visibilità.
Un portale cliccabile dai siti della Rai di Audiocoop e del Ministero dei beni Culturali per creare un rapporto collaborativo tra pubblico, attraverso l'archivio di Stato, e privato, grazie agli artisti che metterebbero a disposizione la propria opera, A questo tema si è mostrato molto attento anche il ministro Gentiloni e speriamo di riuscire ad arrivare presto alla realizzazione del progetto.

La Musica italiana si aprirebbe così alla multimedialità...
La musica italiana corre il rischio di perdere visibilità se non si trovano soluzioni che tengano conto delle nuove tecnologie e della loro interconnessione. Abbiamo pensato a questo progetto perchè soio con la Tv rischieremmo di essere già vecchi e solo con il web, invece, il rischio è quello di non essere capiti abbastanza e di essere fagocitati dal grande menato.

Intanto Audiocoop è anche impegnata nella giornata di protesta contro i grandi network radiofonici del 21 giugno...
Purtroppo i grandi network non hanno mai voluto partecipare al "Tavolo della musica" e continuano ad essere indifferenti alla produzione di musica italiana indipendente. Gli ultimi dati sono ancora più preoccupanti. All'ultimo convegno organizzato da Audiradio non parteciperà nemmeno "Aeranti Corallo", l'associazione che riunisce delle radio locali e l'ultima chart dei singoli più trasmessi dalle radio parla chiaro; solo sei dischi italiani nei primi 40. I grandi network, purtroppo, continuano ad essere asserviti alle grandi multinazionali e a non collaborare con noi.

Estratto da un articolo
di Gianluca Salustri
per "Off"

Ultimi Video

Palinsesti TV