Senza azzurri crollano i costi per i diritti tv dei Mondiali Russia 2018

Senza azzurri crollano i costi per i diritti tv dei Mondiali Russia 2018

News inserita da:

Fonte: Ansa

S
Sport
  martedì, 14 novembre 2017
 21:43

Senza azzurri crollano i costi per i diritti tv dei Mondiali Russia 2018Seppur tra pianti, amarezza e delusione, gli azzurri, visti su Rai1 da quasi 15 milioni di telespettatori con il 48.45% di share, fanno volare gli ascolti televisivi e diventano il programma più visto del 2017.  La sfida agli scandinavi è stata in termini di ascolto il risultato più alto registrato nel 2017, consentendo anche a Raisport+ HD di segnare il miglior risultato stagionale con il post partita, in onda dalle 23.00, visto da 1 milione e 276 mila spettatori, con il 6.6% di share.

E scorrendo la lista dei 15 eventi che hanno messo a segno il maggior numero di ascoltatori dall'inizio del 2017, non c'è dubbio che il calcio sia il «piatto preferito» dai telespettatori accompagnato dal Festival di Sanremo e dalla sempre molto apprezzata serie tv del Commissario Montalbano tratta dai romanzi di Andrea Camilleri.

Con l'Italia fuori da Russia 2018, torna tutto in discussione. L'asta per i diritti tv della Fifa è sostanzialmente da rifare ed ovviamente il prezzo dei pacchetti è destinato a scendere vertiginosamente. Un bel risparmio per i broadcaster che si accaparreranno i diritti, che però non potranno contare sugli stessi introiti pubblicitari e sull'effetto che gli ascolti delle gare della nazionale hanno sulle performance complessive e quindi sul peso che le emettenti possono vantare sul mercato.

L'impatto delle partite non è da poco se si considera che ben 32 dei 60 programmi più visti di sempre sono gare dei Mondiali. L'assenza dell'Italia potrebbe provocare, inoltre, un effetto a cascata: l'interesse per le altre gare, quelle che avrebbero ad esempio visto in campo le avversarie future della nazionale, potrebbe scemare. La base d'asta si era già leggermente ridotta rispetto ai 180 milioni sborsati da Sky e Rai per i mondiali passati, ma ora - sono le previsioni che circolano nelle aziende coinvolte - è ipotizzabile un taglio di oltre la metà, fino a due terzi in meno.

La Rai, che si era fatta avanti sia per il pacchetto delle partite della nazionale, che per quello delle altre gare in chiaro, non ha intenzione di tirarsi fuori dalla competizione e potrebbe dover affrontare la concorrenza di Mediaset, che, in teoria, potrebbe puntare sia alla trasmissione in pay che a quella in chiaro. Anche Sky dovrebbe rimanere in campo per l'offerta pay, che - con l'assenza delle partite della nazionale - appare comunque destinata a rimanere marginale. La migliore gara del giorno (questa volta senza contare la nazionale) dovrebbe essere trasmessa, infatti, in chiaro. Per la Rai, rispetto alle previsioni fatte prima della mancata qualificazione dell'Italia, il risparmio potrebbe essere di oltre 50 milioni, per trasmettere più di venti partite. Quale sarà però il saldo finale è difficile prevederlo: è la prima volta che la tv pubblica deve fare i conti con uno scenario come quello attuale ed assumersi i rischi di un investimento che potrebbe non portare gli introiti sperati. Si apre una nuova partita, dunque, il cui esito si saprà probabilmente solo all'inizio del 2018.

Ecco la classifica dei 10 programmi più visti del 2017 in ordine di ascoltatori medi:

  • 1) 03-11-2017 Italia Svezia (Rai1) 14.798.000-48.50%
  • 2) 03-06-2017 Juventus-Real Madrid (Canale5) 13.010.389-54.90%
  • 3) 11-02-2017 Sanremo (Rai1) 12.022.120-58.41%
  • 4) 07-02-2017 Sanremo (Rai1) 11.374.166-50.37%
  • 5) 06-03-2017 Il Commissario Montalbano (Rai1) 11.268.298-44.10%
  • 6) 10-11-2017 Svezia-Italia (Rai1) 10.807.105-40.60%
  • 7) 19-04-2017 Barcellona-Juventus (Canale5) 10.721.113-37.50%
  • 8) 27-02-2017 Il Commissario Montalbano (Rai1) 10.673.940-40.80%
  • 9) 09-02-2017 Sanremo (Rai1) 10.420.866-49.68%
  • 10) 08-02-2017 Sanremo (Rai1) 10.366.558-46.58%

Ultimi Palinsesti